PROGRAMMA SOLIDARIETÀ OLIMPICA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Il programma per la solidarietà olimpica in collaborazione con la Iaaf, finanzia stage per lo sviluppo di tecnici e atleti sull'intero pianeta. Un'esperienza che aiuta a maturare sotto ogni punto di vista.

Grazie a questo il Comitato Olimpico di San Marino ha per tredici giorni avuto due suoi rappresentanti nell’isola caraibica di Cuba. Il duo formato da atleta e allenatore sono delle vecchie conoscenze della Fratellanza 1874 in quanto vestono i panni dell’ultracentenaria società sportiva modenese da diversi anni.

Eraldo Maccapani noto tecnico sammarinese, allenatore di Gian Nicola Berardi, olimpionico ad Atene 2004 nei 100 metri, ha preso parte insieme a Luca Maccapani figlio d'arte e specialista nel salto in lungo, ad uno stage nell’ambito del progetto della federazione internazionale d’atletica leggera (Iaaf) denominato, High Performance Training Centres (HPTC).
A Cuba esiste uno dei tanti centri specializzati del pianeta per lo sviluppo è la crescita d’atleti di livello internazionale, (in Italia è a Formia per il salto con l’asta) lo stage è stato sostenuto a Cuba nell'ultima parte di Dicembre, insieme alla nazionale cubana. Inutile dire che l’esperienza è stata come oro colato per il duo che ha avuto la possibilità di confrontarsi con atleti che hanno conquistato titoli mondiali ed olimpici come Javier Sotomajor o come Ivan Pedroso e Ana Fidelia Quirot.

Rompere il ghiaccio con personaggi del genere è stato doveroso, ci ha pensato Luca Maccapani, regalando un calendario italiano d’Ernesto Guevara a Javier Sotomajor che ha apprezzato molto il gesto divenendo amico del duo sammarinese. Un’esperienza tecnica d’altissimo livello che nei prossimi mesi vivrà un altro atleta sammarinese, Ivano Bucci, specialista dei 400 metri, che però andrà in Slovenia, in un altro centro della Iaaf, ma stavolta specializzato nella velocità prolungata.

Tra i tanti miti dell’atletica leggera incontrati durante lo stage a Cuba, la campionessa olimpica e detentrice del record del mondo di lancio del giavellotto Osleidys Menendez, ma anche volti nuovi che faranno parlare presto di se come la giovane atleta Yargeris Saligne Herrera, specialista del salto in lungo e triplo. Purtroppo, ci ha commentato Eraldo Maccapani, la situazione economica di Cuba è disastrosa, un contrasto incolmabile tra i tanti talenti conosciuti in quei giorni trascorsi sull’isola e le condizioni del paese piegato da anni d’embargo economico. Contrasto che programmi come quello della solidarietà olimpica cercano di colmare, almeno sul piano umano e sportivo.

fonte: Eraldo Maccapani, Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *