PARTE LA STAGIONE 2007 CON GLI ECHI DELLE PRIME SFIDE IN GIRO PER IL MONDO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

L’atletica internazionale inizia a muovere i primi passi nel nuovo anno.
Dall’Australia nel meeting di Perth, the Drug Free Track and Field Classic in Perth, nel salto con l’asta si mettono in luce Steve Hooker e Paul Burgess, numero uno e due del rank Iaaf, che stabiliscono, entrambi, la misura di 5 metri e 91.

I due atleti australiani hanno tentato di superare il record dell’Oceania, alla misura di 6 metri e 06, quota che solo un campione come Sergey Bubka aveva già valicato, ma alla fine i due si sono dovuti arrendere. La vittoria, per numero di errori minore è andata a Paul Burgess, alle spalle dei due australiani si è piazzato la medaglia di bronzo di Atene 2004, Giuseppe Gibilisco che si è fermato alla quota di 5 metri e 51.

Nel meeting di Yekaterinburg, Russia, il Christmas Starts, si sono messi in luce gli atleti del salto in alto con il giovane ventenne Ivan Ukhov, che è andato a vincere con la misura di 2 metri e 30. Ukhov è riuscito a battere il campione degli europei di Göteborg, Andrey Silnov, che si è fermato alla misura di 2 metri e 24.
Tra gli altri risultati del meeting in terra russa da segnalare la vittoria con l’ottimo tempo di Irina Khabarova, che nei 60 metri piani ha vinto in 7.24 (fonte Eaa ndr). Nella 5 km di Marcia la vittoria è andata ai russi Aleksandr Yargurkin 18:30.91 e Ivan Kuznetsov 18:33.95, mentre al terzo posto con il nuovo record spagnolo sulla distanza si è classificato Francisco Fernandez con il tempo di 18:39.58.

Viceversa in Spagna, nel meeting di San Sebastian, Naroa Agirre ha stabilito il nuovo record nazionale nel salto con l’asta con la misura di 4 metri e 51, il precedente le apparteneva, ed era di 4 metri e 50 stabilito ai mondiali indoor di Mosca.
Infine in Francia al meeting di Clermont-Ferrand (Aubiere), la campionessa europea dei 200 metri Muriel Hurtis, ha corso i 60 metri piani in 7.32 in batteria e 7.33 in finale.

Nell'immagine Andrey Silnov, Paul Burgess e Muriel Hurtis

fonte: Athletic Australia, Eaa, Iaaf,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *