MEETING DI VIENNA, COLLIO C’È

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

C'era attesa per Simone Collio in gara ieri al meeting di Vienna nei 60mt. La Fiamma Gialla, dopo un'annata travagliata non delude siglando nella decima batteria della riunione il tempo di 6″62 piuttosto vicino ai suoi limiti di un paio d'anni fa. Bene anche la finale chiusa in seconda posizione in 6″65 subito dietro al britannico Jason Gardener.
L'altra fiamma gialla, Claudio Licciardello, impegnato nei 400, ha ben figurato chiudendo la sua gara al terzo posto assoluto col tempo di 47″48 dietro a Peguero (46″73) e Green (47″35).
Fuori dal podio Andrea Giaconi che nella finale dei 60hs chiude in 7″88 (in batteria aveva corso meglio, in 7″77) dietro ad un terzetto giunto compatto sul traguardo. Vince il belga Adrien Deghelt in 7″73 davanti di un solo centesimo a Damjan Zlatnar. Terza posizione per Elmar Lichtenegger che corre in 7″77.
Vince invece la gara dei 1500 il rappresentante della Forestale, Christian Neunhauserer che taglia il traguardo in più che soddisfacente 3'43″55. Purtroppo per lui, è mancata la gioia del minimo per i prossimi europei indoor in terra britannica. Una lepre poco efficace ed un pizzico di sfortuna gli hanno negato l'accesso (per ora) alla rassegna europea.

Altri italiani in gara: Minetto nei 200 (21″94), Amato, 200 (22″81) e 400 (50″92), Crepaz 800 (1'56″57)

Per le ragazze, presenza ridotta a poche atlete. Negli 800 ha corso bene chiudendo al sesto posto in 2'04″88 l'altoatesina Alexia Oberstolz. Stessa posizione finale per Ursula Ellecosta nei 400 corsi in 56″26. Molto bene Marzia Caravelli della Jacky Tech Apuana che ha chiuso al secondo posto la finale dei 60hs correndo in 8″40, ad un solo centesimo dalla vincitrice Radmila Vukmirovic. Quinto posto per Silvia Cucchi nel triplo donne dove ha realizzato 12.58 e nell'asta, infine c'erano in gara Elena Scarpellini ed Anna Giordano Bruno. Ottima gara per la giovane Elena che ha saltato 4.16 giungendo terza col suo nuovo limite personale (e miglior prestazione italiana indoor promesse) mentre gara di livello medio per Anna Giordano Bruno che ha saltato fino a 4.06.

fonte: indoor-classic-vienna.com

ALLEGATO: ANet_news_I_risultati_della_riunione_31.1.2007.pdf (125 Kb)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *