NUOVI RECORDS DALLE REGINE: DEVERS 7”86 E OTTEY 7”54

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Due grandi regine dell’atletica mondiale degli ultimi ventenni in questi giorni hanno nuovamente fatto parlare di se per i loro risultati che valgono ora quali migliori prestazioni mondiali masters. Ieri 2 febbraio Gail DEVERS (19/11/1966 – W40, nella foto) alla 100° edizione dei “Millrose Games” al Madison Square Garden di New York ha vinto i 60 ostacoli in 7”86. Domenica scorsa 28 gennaio, Merlene OTTEY (10/05/1960 – W45) ha partecipato al Meeting “Winter Mosckva” chiudendo la sua gara sui 60 metri in 7”54.

La DEVERS era al rientro dopo aver saltato tutta la stagione del 2006 e da come ha cominciato si candida per tornare ad essere la leader mondiale degli ostacoli veloci femminili. Questa atleta è un altro straordinario esempio di longevità agonistica avendo alle spalle un curriculum “pesantissimo” per titoli e prestazioni ottenuti.

Ricordiamo in sintesi cosa ha fatto la ragazza di Seattle in carriera.
1988: semifinalista sui 100 mt. alle Olimpiadi
1989-90: assente dalle gare per una grave patologia
1991: 1° sui 100 ostacoli ai Campionati Mondiali
1992: 1° sui 100 mt. alle Olimpiadi
1993: 1° sui 60 mt. ai Campionati Mondiali Indoor e 1° sia sui 100 mt. che sui 100 ostacoli ai Campionati Mondiali all’aperto
1995: 1° sui 100 ostacoli ai Campionati Mondiali
1996: 1° sui 100 mt. e nella staffetta 4×100 alle Olimpiadi
1997: 1° sui 60 mt. ai Campionati Mondiali Indoor e 1° nella staffetta 4×100 ai Campionati Mondiali all’aperto
1999: 1° sui 100 ostacoli ai Campionati Mondiali e 2° sui 60 mt. ai Campionati Mondiali Indoor
2001: 2° sui 100 ostacoli ai Campionati Mondiali
2003: 1° sui 60 ostacoli ai Campionati Mondiali Indoor
2004: 1° sui 60 mt. e 2° sui 60 ostacoli ai Campionati Mondiali Indoor.

I suoi primati personali sono: 60 mt. indoor 6”95 (1993), 100 mt. 10”82 (1992) e 10”77w (1994), 200 mt. 22”71 e 22”55w (1987), 400 mt. 52”66 (1987), 60 ostacoli indoor 7”74 (2003), 100 ostacoli 12”33 (2000), Lungo 6,77 (1988).

In relazione all’atletica master la DEVERS è già detentrice delle migliori prestazioni mondiali nella categoria W35 per i 100 ostacoli con 12”40 (2002) e sui 60 ostacoli indoor con 7”74 (2003).

La sua prestazione ottenuta ieri sui 60 ostacoli di 7”86 abbassa di quasi un secondo la precedente miglior prestazione mondiale W40 che apparteneva alla svizzera PERIGINELLI con 8”71 registrata lo scorso anno. In prospettiva masters per stagione all’aperto la DEVERS avrà nel mirino l'attuale “fragile” m.p.m. W40 di 13”55 sui 100 ostacoli dell’inglese Court CLOVA.

Passando alla OTTEY la sua (prevedibile) miglior prestazione mondiale W45 sui 60 metri indoor di 7”54, conquistata la scorsa settimana a Mosca, completa una collezione su questa distanza che comprende anche quella della categoria W35 con 7”01 (1999) e quella della W40 con 7”12 (2001). Del resto la OTTEY vanta quale suo miglior tempo sulla distanza 6”96 del 1992, che fu allora record mondiale assoluto. A titolo statistico va ricordato che la precedente m.p.m. W45 apparteneva all’americana Phil RASCHKER con 8”02 (1995).

fonte: Atleticanet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *