L’ACUTO DELLA SCARPELLINI AGLI ITALIANI INDOOR

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

L’acuto dei Campionati Italiani Giovanili arriva dal salto con l’asta Promesse dove Elena Scarpellini stabilisce il nuovo record italiano assoluto portandolo a 4.31. L’atleta bergamasca è stata la protagonista indiscussa della gara che l’ha vista progredire dal 3.70 iniziale al 4.31 finale. Tre tentativi anche a 4.35 per la saltatrice passata in forza alla Fondiaria Sai che sarebbero valsi il minimo per gli Europei di Birmingham e tra l’altro un impresa non così impossibile come si poteva pensare visto che il primo ed il terzo salto non erano niente male.

Altro tipo di salto ed altra atleta bergamasca che si aggiunge all’albo dei record; questa è la volta della giovane Maria Moro che nel triplo allieve si impone con la misura di 12.71 come fece Tania Vicenzino nel 2003.
Nei 60 piani era attesa la prova di Fabio Cerrutti che in finale rifila 2metri agli avversari fermando il cronometro a 6”72 ma con la testa già in volo per Birmingham mentre nella gara al femminile cha vinto Maria Aurora Salvagno facendo registrare il tempo di 7.53.
Era attesa anche la gara di Chiara Natali che dopo il nuovo record nei 400 allieve avrebbe potuto migliorarsi; cosa non riuscita per pochi decimi visto il 55.44 che le ha assegnato il titolo italiano. Sempre nella stessa distanza, Maria Enrica Spacca si inserisce al secondo posto nelle liste all-time promesse con il tempo di 53.50
Nel peso allievi Stefano Vetere conferma i pronostici vincendo la gara con la misura di 16.73° anche se la gara era già ipotecata con il 4° lancio a 16.10.
Alessandro Berdini vince il titolo nei 400 juniores con il nuovo personale a 48.78 stracciando il suo 49.14 col quale si era presentato al via.
Nel mezzofondo due nuovi volti indossano il titoli junior e promesse degli 800. Il primo è Giordano Benedetti che nella gara juniores batte il favorito Giovanni Bellino con una volata impeccabile ed un tempo finale niente male: 1.53.10. Lucas Rifeser, il favorito nella gara promesse, si trova un Thomas John Neri in grandissima forma che lo costringe a cedere il passo proprio sul finale quando Neri ferma il cronometro a 1’51”96.
Nei 60 ostacoli da segnalare la prestazione maiuscola di Matteo Andreani che infila l’avverario Stefano Tedesco con il tempo di 7”96.
Vola in alto Catasta Lorenzo che nel salto con l’asta juniores si mette in tasca oltre al titolo italiano, il nuovo personale portato alla misura di 4.80; così come Daniele Greco che nel triplo Juniores si migliora a 15.58.
Ottima la prova della giovanissima Francesca Dallo che nei 60 allieve fa registrare il tempo di 7.63 mentre Valentina Negro sconvolge i pronostici dell’alto allieve vincendo con la misura di 1.80. Nei 5km di marcia Juniores si conferma campione italiano Matteo Giupponi che fa registrare il tempo di 20.06.71.

fonte: Fidal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *