CRISI FIDAL VENETO, REPLICA DI PAOLO VALENTE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Riceviamo dalla Fidal Veneto questa ulteriore replica di Paolo Valente. Ricordiamo che a seguito della dimissione di otto consiglieri regionali, in aperta contestazione con la linea del presidente sopracitato, il comitato Fidal Veneto è stato dichiarato decaduto e verrà rinnovato in via straordinaria entro 90 giorni.

Questo il comunicato:

La querelle sulle dimissioni di 8 consiglieri regionali mi obbliga a produrre questo ulteriore comunicato, dopo il quale mi riprometto di non tornare più sull’argomento perché ritengo assai più utile dedicare, nell’interesse dell’Atletica Veneta, il mio tempo e quello di coloro che con me collaborano a far fronte ai molteplici e gravosi impegni legati all’attività, in modo particolare nella fase d’avvio della stagione su pista, e per dar seguito alle iniziative già attivate per favorire nuove opportunità di crescita.
Relativamente alla lettera dei consiglieri dimissionari ribadisco ancora una volta che il bilancio è stato certificato dal revisore dei conti regionale ed è stato inviato alla Federazione Centrale che ne ha attestato la regolarità.
Su tutte le osservazioni riguardo alla gestione del bilancio nell’ultimo anno, inoltre, ribadisco che i delegati al settore erano i Consiglieri Crippa, anche vicepresidente del CRV, e Zorzi, e che a loro era affidato il compito della ricognizione e corretta registrazione di tutte le “poste” in sospeso e quindi dei “controlli di routine”.
Il perdurare della loro scarsa incisività, a fronte delle scadenze federali relative alla presentazione del bilancio consuntivo, ha reso necessario l’intervento del vicepresidente vicario Bruno Pezzato, per i dimissionari “gestione accentrata nelle mai del vicepresidente vicario”, che con un meticoloso e gravoso impegno è finalmente riuscito a definire tutte le posizioni in sospeso e a consentire una corretta redazione del bilancio consuntivo.
Per quanto si riferisce poi alla pretesa imposizione di iniziative e progetti da parte mia ricordo che tutto quanto è stato fatto in questi anni è sempre passato al vaglio del Consiglio Regionale che ha approvato, sovente con voto contrario da parte di alcuni o tutti i consiglieri ora dimissionari, quanto proposto. Desidero però anche far presente che nei due anni e quattro mesi di mandato fin qui trascorsi non una sola iniziativa o progetto sono stati elaborati o proposti da parte dei dimissionari che ora possiamo definire consiglieri di opposizione, i quali invece quasi sempre si sono limitati a dire no alle proposte da noi presentate.
Ora la parola passa nuovamente alle società.
Io, con il mio gruppo e con altri tesserati disponibili ad affrontare con noi la parte mancante del cammino di questo mandato, ci riproporremo sicuramente per continuare a lavorare per la crescita e lo sviluppo dell’Atletica Veneta, forti dei contenuti dati in questi anni al nostro impegno e dei risultati raggiunti.
Quindi ora, per quanto ci riguarda, basta con le chiacchiere.
Nei giorni che ci separano dall’assemblea saremo certamente costretti a raddoppiare il nostro impegno per portare avanti, da un lato la gestione dell’attività, dall’altro le incombenze legate al passaggio elettorale confidando che per noi parlino l’impegno profuso e i molteplici progetti ed attività messi in campo.

Paolo Valente

fonte: Fidal Veneto – Mauro Ferraro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *