ROMA, TUTTA PER LA MARATONA!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Grande attesa nella Capitale per l’edizione n. 13 della Maratona, valevole quest’anno anche per l’assegnazione del titolo italiano. Molti campioni al via, ma ognuno dei 15187 maratoneti sarà protagonista dello spettacolo di sport nel cuore di Roma.

Il numero aumenta di anno in anno, un crescendo continuo che sottolinea l’ottimo stato di salute della disciplina più faticosa e schietta dell’atletica leggera, la maratona. Domenica 18 marzo le storiche strade della Città Eterna saranno percorse da ben 15187 corridori, un record che porta la città di Roma al 13° posto al mondo per numero di partecipanti. L’adesione del pubblico sarà inoltre avvalorata dalla partecipazione dei 40000 iscritti alla Stracittadina di 4 km, anch’esso un numero in continua crescita negli ultimi anni, a testimonianza che anche i cittadini romani hanno voglia di far parte della manifestazione.

Uno spettacolo che prenderà corpo anche quest’anno attraverso le vie ed i monumenti della Capitale, ricreando ancora una volta quel clima tutto particolare di commistione tra storia e sport, che poche altre città al mondo riescono a propanare.

Ma Roma quest’anno significherà molto anche dal punto di vista agonistico. Molti campioni si affronteranno sul percorso della 42 km, a caccia di gloria ed anche di una prestazione cronometrica che apra le porte ai Campionati Mondiali di Osaka previsti per la fine di agosto. Sarà grande gara soprattutto in campo maschile dove proveranno il colpaccio l’etiope Tola Tesfaye, lo spagnolo Jose Manuel Martinez, Frederick Cherono, ed i nostri Alberico Di Cecco, Denis Curzi e Migidio Bourifa. I tre atleti italiani saranno anche i maggiori pretendenti al titolo italiano che sarà abbinato quest’anno proprio alla Maratona di Roma. In campo femminile la sfida sarà molto probabilmente tra la keniana Hellen Kimutai, già terza a Roma nel 2000, la slovena Javornik e l’algerina Ait Salem, mentre Ivana Iozzia sarà la migliore tra le azzurre alla partenza.

Ma Roma sarà anche valida quale Campionato Italiano CIP – Comitato Italiano Paralimpico per gli atleti disabili, un titolo da non sottovalutare e che ricorda l’impegno e l’attenzione degli organizzatori a focalizzare l’interesse per le tematiche sociali e di cooperazione.

Dal punto di vista tecnico anche per la Maratona di Roma è previsto il servizio con microchip elettronico alla caviglia, mentre una piacevole novità è rappresentata dal programma “Psicologi per la Maratona”, un pool di psicologi in bicicletta che incoraggeranno i podisti nella seconda parte di gara. Saranno inoltre presenti i pacemakers di Fulvio Massini, atleti che “tireranno” a ritmi diversi i maratoneti in gara, transitando con regolarità ai vari passaggi.

Infine il collegamento televisivo: la Maratona di Roma sarà seguita in diretta dalle telecamere della Rai, con collegamento su Rai 3 dalle ore 9 alle ore 12.

fonte: Ufficio Stampa Maratona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *