ECHI DAI CAMPIONATI U.S.A INDOOR MASTERS

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Mentre a Helsinki si disputavano i Campionati Europei Indoor quasi in contemporanea si svolgevano i Campionati U.S.A a Boston, ormai sede fissa da molti anni di questa manifestazione. Grandi protagoniste sono state le donne con 9 record mondiali. (Foto da www.mastertrack.com)

La fatina Nadine O'CONNOR (05/03/1942) ha siglato 3 nuovi record nella categoria W65 con 9″03 nei 60 mt., 30″63 nei 200 mt., e 2,89 nel salto con l'asta (dove per altro ha già 3,05 all'aperto 10 giorni fa a San Diego).

La regina delle master statunitensi, Philippa “Phil” RASCHKER (21/02/1947), esordiente nella categoria W60, ha fatto segnare il nuovo record nei 60 m ostacoli con 10″04 durante la gara di pentathlon; e quello nei 200 m con un impressionante 28″94 (il record mondiale all'aperto è 28″87), con cui ha detronizzato l’inglese Valerie PARSONS che poche ore prima a Helsinki aveva corso in il 29″16, momentaneamente m.p.m.

Altri mondiali indoor femminili. Kathryn MARTIN (30/09/1951) ha ulteriormente ritoccato i suoi recenti record W55: quello degli 800 metri correndo in 2'31″73 e quello dei 3.000 metri con 10'35″76. Nella stessa distanza dei 3.000 metri nella categoria W65 analogo primato lo ha ottenuto Marie Luise MICHELSON (08/10/1941) con 12'03″78. Nel martellone W90 la novantunenne Betty JARVI (25/07/1915) ha scagliato l'attrezzo a 5,45.

Nel settore maschile sono state registrate solo due prestazioni mondiali di categoria: per gli M85 William BELL (19/03/1922) ha superato l'asticella a 2,44, ennesimo record della sua carriera da master; nella categoria M90 Robert MATTESON (25/06/1916) ha corso il nuovo record degli 800 metri con 4'50″81.

Niente record per il supersonico Bill COLLINS (20/11/1951), il grande protagonista della velocità master nel 2006 con le migliori prestazioni mondiale M55 indoor e outdoor. Tuttavia il texano ha messo a segno: 7”36 sui 60 mt., 23”41 nei 200 mt. e 54”82 sui 400 mt. Sua emula in campo femminile è stata la canadese Karla DEL GRANDE (27/03/1953-W50) con tempi sulle distanze veloci di 8”40, 27”33 e 1’03”45.

Qui è apparso nella cat. M40 un possibile avversario di SARACENI ai Mondiali di Riccione. Si chiama Robert THOMAS e ha corso i 200 mt. in 22”48 e i 400 mt. in 49”96. Sempre in questa chiave di lettura, quello che sembra debba essere il principale avversario di SEGATEL, Bruce McBARNETTE s’è fermato a 1,90 nel salto i alto degli M45.

E' possibile consultare i risultati completi alla pagina web: [www.usatfne.org/masters/boston2007/results.html]

fonte: USATF Master

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *