JAMAICA INTERNATIONAL INVITATIONAL

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Kingston – Inizio di stagione scoppiettante e con qualche nome illustre sconfitto al meeting più importante dell’isola.

Su tutti brilla Tyson Gay che vince i suoi 200 con un sub-20, esattamente 19.97, con vento -0.5, lontanissimo il secondo arrivato Chris Williams con 20.67.

Nei 100 maschili l’idolo di casa, Asafa Powell, ha dovuto rinunciare a causa di una tendinite ed ha lasciato i suoi compagni di allenamento via libera per i gradini più alti del podio: infatti la vittoria è andata a Darrel Brown con un ottimo 10.02 (1.3) e il secondo posto a Michael Frater con 10.13. Da notare il bel risultato di altri due giamaicani entrambi al terzo posto con 10.15 e primato personale: si tratta di Lerone Clarke e del giovane Nesta Carter.

I 400 erano annunciati come la gara hot per il valore dei partecipanti ma i tempi non sono stati eccezionali (scatta automatico il confronto con il 44.02 di Wariner ad Osaka poche ore prima ). LaShawn Merritt ha battuto Rock con 44.95 a 45.21. Risultato interessante per il giamaicano Usain Bolt fenomeno dei 200 che ha migliorato il suo primato personale a 45.28.

In campo femminile Veronica Campbell dopo una partenza lenta riesce ad agguantare il primo posto nei 100 con tanto di world leading 11.07 (1.6), ad un passo (o anche meno) l’americana Marshevet Hooker con 11.08 PB, al terzo posto la giamaicana Rachelle Smith 11.19.

Nei 200 è proprio Rachelle Smith a prendersi la vittoria in 22.65(-0.8) sconfiggendo l’attesissima Sherone Simpson 22.76 che ha rifiutato di parlare con i giornalisti dopo la gara.
Anche nei 400 il pronostico favorevole alle giamaicane Williams non è stato rispettato ed è stata l’americana Dee Dee Trotter a vincere in 50.57 seguita da Novlene in 50.87.
Ma forse la sorpresa maggiore della serata è stata la sconfitta di Kerron Clement sui 400H che ha chiuso secondo in 48.72 superato dal semisconosciuto Derrick Williams che con 48.65 ha siglato il suo nuovo personal best.

Gli ostacoli femminili hanno prodotto nuovi mondiali stagionali: sui 400 la giamaicana Melanie Walker 55.21 e sui 100 vittoria per Brigitte Foster-Hylton 12.71 (1.7) che ha sconfitto una ritrovata Perdita Felicien (12.75).

Da ultimo ma non meno importante c’è da segnalare il mondiale stagionale degli 800 1:59.19 da parte di Kenia Sinclair.

fonte: notizia: IAAF, tilastopaja – foto: Errol Anderson,The Sporting Image

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *