CAMPIONATI NAZIONALI UNIVERSITARI A JESOLO TRA CONFERME E SORPRESE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Sotto un tempo incerto ed una temperatura poco confortevole la maggior parte delle gare non ha offerto buoni riscontri cronometrici. Ad aggiungersi a ciò, nelle gare più lunghe la tattica ha fatto quasi sempre da padrona, quindi, nonostante i tempi non propriamente eccellenti, lo spettacolo non è mancato per gli spettatori sulle tribune.

Partendo dalle gare più avvincenti non si può non menzionare per prima quella degli 800mt femminili, tutta incentrata sullo scontro tra Sara Rigamonti del Cus Milano, già vincitrice l’anno scorso a Desenzano, e Donata Piangerelli, del Cus Camerino. Le due si sono date lotta fino all’ultimo metro senza, però, rallentare troppo nella parte centrale della prova. Alla fine l’ha spuntata Sara Rigamonti in 2:08.67, a pochi centesimi dalla Piangerelli, che si è dovuta accontentare dell’argento. Bella prova anche per Francesca Buzzone che, con 2:09.30, ha confermato la terza posizione della scorsa edizione.
Scontro a due anche nei 1500mt sempre femminili. Questa volta a darsi battaglia sono state Ombretta Dongiovanni del Cus Torino e Margherita Magnani del Cus Bologna. La vittoria è andata alla Dongiovanni in 4:26.56, solo 11 centesimi meglio della Magnani.
Gare avvincenti sono state anche quelle dei 3000mt, che hanno visto il successo di Emma Quaglia del Cus Genova su Giulia Francario, Cus Perugina, con il tempo di 9:51.10, e dei 3000 siepi, dove la molisana Catia Libertone ha avuto la meglio sulla stessa Emma Quaglia in 10:38.49.

Tra le gare maschili, decisamente meno avvincenti di quelle riservate alle ragazze, buona vittoria nei 100mt in 10.64 al foto-finish per Jacques Riparelli del Cus Padova su Giovanni Tomasicchio del Cus Bari, vincitore lo scorso anno.
Grande spettacolo nella gara dei 1500mt, dove Valerio Gullì del Cus Torino, Tiziano De Marco del Cus Camerino e Daniele Spallucci del Cus Bari hanno completato il podio in soli 5 decimi di distanza. La gara è stata molto tattica, quindi a metà gara il ritmo è leggermente calato, ma alla fine il tempo di Gullì è stato di 4:00.24.
I 400mt uomini sono stati di buon livello, con la vittoria del giovanissimo Teo Turchi, in forza al Cus Parma, già qualificato quest’anno per gli Europei Under 23. Il suo tempo finale è stato di 47.11, nuovo primato personale per il quattrocentista classe 87 che l’anno scorso è arrivato ai Mondiali Juniores. Dietro di lui Marco Moraglio, del Cus Torino, chiude in 47.36 dopo aver vinto i 200mt in 22.13.
Per quanto riguarda le altre gare buon 16.71 per Michele Boni (Macerata) nel triplo, un 18,42 per Marco Di Maggio (Macerata) nel peso, 6.29 nel lungo per Elisa Trevisan (Camerino) e 65,50m per Laura Gibilisco nel Martello.
Unico punto negativo della manifestazione va ravvisato nell’organizzazione tecnica, con ritardi anche cospicui sul programma di gara dovuti a continui problemi riguardo alle iscrizioni ed alle composizioni delle batterie: su questo si poteva sicuramente fare di meglio.

fonte: cnu2007 – Atleticanet

ALLEGATO: ANet_news_Risultati_CNU_2007_28.5.2007.pdf (42 Kb)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *