L’ITALIA PROMOSSA A PIENI VOTI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Milano – L’Italia stravince e dice addio alla serie B della coppa europa. Il pomeriggio all’arena civica è stato un crescendo di emozioni fino ad arrivare ai due bellissimi record italiani: l’incredibile 19.15 di Chiara Rosa nel peso e il grandioso 2.03 di Antonietta Di Martino nell’alto.

Lo speaker annuncia “E’ record italiano” ed ecco Chiara Rosa festeggiare il suo perfetto 19.15 con tutto l’entusiasmo che le appartiene: balli e canti e un tuffo nella buca delle siepi. Ed è proprio Assunta Legnante proprietaria del precedente record a porgere la bandiera alla compagna e ad accompagnarla nei suoi festeggiamenti.

Antonietta Di Martino favoritissima della gara dell’alto aveva già vinto a 1.91 quando l’unica avversaria rimasta (l’ungherese Gyorffy) non è riuscita a saltare la misura. Poi è iniziata la sua scalata: 1.96 e 2 metri fatto al terzo tentativo con tutto il pubblico a battere le mani e infine l’annuncio: asticella a 2.03. I primi due tentativi falliti di poco ma il terzo è perfetto ed esplodono le urla di gioia di tutti: ancora un record.

Non sono mancate le emozioni anche nelle altre gare. Nei 5000 è ancora in gara l’instancabile Silvia Weissteiner che è chiamata ad una doppietta dopo i 3000 di ieri, nell’ultimo giro ha un vantaggio abissale sulla seconda Jessica Augusto e può gustarsi la vittoria lungo il rettilineo d’arrivo. Il tempo è 15:30.96 .
Nel mezzofondo maschile, nei 3000 c’è la bellissima volata di Stefano La Rosa che riesce a spuntarla sul romeno Suteu e sigla il suo nuovo primato personale, 8:06.40 .
Nei 3000 siepi c’è la rimonta finale di Matteo Villani che però non riesce a superare il secondo per 2 centesimi e si piazza al terzo posto con 8.47.72, la vittoria è dello sloveno Buc con 8:47.48.
Gara tattica negli 800 maschili dove Livio Sciandra non riesce per un soffio ad agguantare il primo posto finisce 1:49.57 a 1:49.77 a favore del romeno Zaizan. Vittoria ancora romena nei 1500 femminili per la giovanissima Cristina Vasiloiu (4:09.06) e un bel terzo posto di Elisa Cusma che lima il proprio personale a 4:09.34.

Nei salti in orizzontale è il Portogallo a farla da padrone: Nelson Evora vince anche il triplo con un ventoso 17.35 (terzo Fabrizio Sghembri) e Naide Gomes vince il lungo con un 6.80 con 1.6 di vento contrario (quinta Valeria Canella 6.31).
Nell’asta Giuseppe Gibilisco ha rischiato di non portare nemmeno un punto alla squadra, ma per sua fortuna il terzo tentativo a 5.40 (misura d’entrata) è andato a buon fine e gli ha consentito di piazzarsi al terzo posto. Primo il bulgaro Bukhalov 5.50 e secondo lo sloveno Poljanec 5.40.

Due secondi posti degli italiani nei lanci maschili. Hannes Kirchler conferma la sua buona condizione è lancia il disco a 61.51, il primo posto è del forte ungherese Gabor Mate 65.96. Francesco Pignata lancia il giavellotto a 74.81, la gara è vinta anche in questo caso da un ungherese Csongor Oltean 75.45.
In campo femminile c’è la bella vittoria di Clarissa Claretti 68.68 che si mette dietro niente meno che l’ex-primatista mondiale Mihaela Melinte.

Grande gara negli ostacoli alti per l’italiana Micol Cattaneo che arrivando al secondo posto dietro a Edit Vari porta il proprio primato personale da 13.15 a 13.08. Nella gara maschile un altro secondo posto italiano di Emanuele Abate, 13.89 (1.2), dietro allo sloveno Zlatnar, 13.76.
Nei 200 doppietta per Ivet Lalova 23.00 (1.8), quarta Daniela Reina che si è fatta in quattro per la squadra con 3 gare in 2 giorni. Nei 200 maschili Matic Osovnikar approfitta dell’assenza di Obikwelu per vincere in 20.85 (0.2), quinto Torrieri con 21.23.

In chiusura le staffette 4×400: vittoria fra le donne per la Romania con Angela Morosanu e Ionela Tirlea-Manolache e secondo posto per le azzurre Grasso, Ceccarelli, Riva e Reina. Al maschile il quartetto Turchi, Salvucci, Galletti e Barberi conclude con una vittoria l’ultima gara di questa coppa europa First League.

I podi finali sono:

Uomini
1 Italia 135
2 Slovenia 105
3 Portogallo 102

Donne
1 Italia 139
2 Romania 123
3 Portogallo 95

Arrivederci al prossimo anno, questa volta nella Super League.

[Link diretto al sito con tutti i risultati]

fonte: Atleticanet/foto Elisa Schena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *