RECORD ITALIANO NELL’ASTA E I NUMERI VINCENTI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Anna Giordano Bruno ha migliorato ancora una volta il proprio record italiano di salto con l’asta a Trieste sabato 21. L’atleta di San Vito al Tagliamento allenata da Igor Lapajne ha superato la quota di 4,40 migliorando il primato italiano di 5 centimetri. Il record di 4,35 appena siglato, domenica 15 luglio al meeting internazionale di Lignano, appartiene già al passato.

A Trieste, nonostante le condizioni non fossero ottimali per via del caldo, Anna ha saltato alla prima prova 3,80, 4,00 e 4,20 “ma non erano bei salti” – dice l'astista friulana, invece il secondo tentativo a 4,30 soddisfa anche lei “L'ho fatto bene” e subito aggiunge “abbastanza insomma, ero già contenta così, al 4,40 non ci pensavo proprio. I primi due tentativi a 4,40 mancavano un po' di profondità ma nel terzo ho corso meglio, ho anche urtato l'asticella in fase di caduta, ha saltellato ma è rimasta sui ritti“. Riguardo alla misura di 4,45 “ho fatto solo un mezzo tentativo le gambe erano stanche e io non capivo più niente; Credo che se qualche anno fa mi avessero detto che avrei saltato 4,40 mi sarei messa a ridere”.

Soffermandosi sugli ultimi risultati la progressione di 5 centimetri è cominciata domenica 9 con un bel 4,30 a Gorizia, poi a distanza di una settimana 4,35 ed ancora dopo una settimana 4,40; ad una matematica come lei non può sfuggire un’interessante coincidenza: la continuazione naturale della sequenza di numeri è un 4,45 che significa biglietto per i mondiali di Osaka assicurato. Noi tutti ce lo auguriamo, ma per ora celebriamo questo bel 4,40 ed un grosso in bocca al lupo ad Anna.

fonte: Anna Giordano Bruno/foto Elisa Schena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *