I PRIMATI MASTER MONDIALI-EUROPEI DEL 2007

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

In attesa della scorpacciata primati che arriveranno dalle gare dei prossimi Campionati Mondiali Stadia, facciamo un primo consuntivo di quelli che finora sono stati migliorati nel corso dell’anno corrente. Qui in allegato è possibile scaricare il file con la lista dei nuovi primati outdoor, stabiliti nel 2007, aggiornata al 25 luglio [oppure clicca qui] (nella foto della federazione serba, il saltatore Dragutin Topic)

Tra quelli più freschi vogliamo segnalarne alcuni. Il serbo Dragutin TOPIC (12/03/1971) è da considerare un ex-saltatore in alto prodigio, capace nel 1990 a 19 anni di stabilire il primato mondiale juniores con 2,37 e vincere i Campionati Europei assoluti a Spalato. Dopo quell’exploit non ha saputo mantenere le attese ed è rimasto nel giro internazionale senza più brillare. Negli ultimi anni ha assunto anche incarichi nella federazione serba. Però il 7 luglio scorso a Sofia (Bul) ha trovato un impeto d’orgoglio saltando a 35 anni compiuti 2,27, misura con cui eguaglia il mondiale outdoor M35 dello statunitense Charles AUSTIN; che comunque al coperto è salito fino a 2,30.

Tra i lanciatori abbiamo già riferito del primato M35 nel lancio del disco di Virgilijus ALEKNA. Nel lancio del giavellotto nelle settimane scorse (il 13 luglio a Fulda in Germania) il tedesco 70enne di chiare origini polacche, Wladyslaw KOWALCZYK (09/03/1937), ha scagliato l’attrezzo da 500 grammi al nuovo mondiale M70 con la misura di 48,79. In questo caso è necessario precisare che con l’attrezzo di 600 grammi (vecchio modello) esiste un primato M70 dell’americano Bud HELD che nel 1998 ha lanciato a 50,09. In materia di lanci va osservato che il tedesco Klaus LIEDTKE, tornato in primavera a gareggiare dopo due anni di squalifica per doping, ha migliorato l’1 maggio il primato M65 del peso con 15,42; però subito dopo sembra essersi eclissato, perchè non si conoscono altri suoi risultati successivi, ne lo si trova tra gli iscritti ai Campionati Mondiali di settembre. Probabilmente è stato scottato dal clima fortemente ostile che ha ritrovato nel mondo master tedesco.

Dall’altro emisfero notizie da record le ha generate il marciatore australiano Andrew JAMIESON (13/06/1946 – M60). Già a marzo questo fenomenale master aveva riscritto a Melbourne la miglior prestazione mondiale di categoria dei 5.000 metri in pista con 22’38”7 !! Poi l’1 luglio ha concluso una 20 Km. su strada ancora a tempo di record con 1°35’37”; infine sempre a Melbourne sabato 21 luglio nei 10.000 metri in pista ha aggiunto un nuovo record mondiale con 46’22”0. Tenetelo a memoria, perché lo si potrà vedere in azione a Riccione.

In campo femminile finora hanno tenuto banco su tutte le due regine dell’atletica master U.S.A., Nadine O’CONNOR e Philippa RASCHKER. L’ex-maratoneta Nadine O’CONNOR (05/03/1942) ha momentaneamente messo da parte il salto con l’asta (comunque ques’anno 3,05) per dedicarsi ai primati mondiali W65 della velocità: sui 100 mt. il 30 giugno è scesa a 14”10; nei 200 mt. domenica 22 luglio ha segnato 29”38 (ha anche 29”37, ma con vento da verificare). Philippa “Phil” RASCHKER (21/02/1947) sta facendo piazza pulita di gran parte dei record delle master W60: il 3 luglio ha corso i 400 mt. in 1’06”69; prima l’8 giugno ha stabilito il mondiale dell’eptathlon con 6.865 punti e nelle singole gare ha migliorato anche quelli degli 80 ostacoli con 13”50 e del salto in alto con 1,44. E sembrano alla sua portata anche i primati di 100 mt. 200 mt. e salto in lungo. Anche queste due dive potranno essere ammirate in gara a Riccione.

Tra i record mondiali master femminili più freschi di conio c’è ne sono due arrivati dal Pianeta Germania. La saltatrice Christine SCHMALBRUCH (08/01/1937), ora nella categoria W70, il 14 luglio a Fulfa ha ottenuto nell’alto 1,27; ma crediamo presto darà altre notizie per il lungo e il triplo. Particolarmente notevole poi il primato delle W40 messo a segno dalla 42enne Barbara GAEHLING (20/01/1965) nelle batterie campionati nazionali assoluti a Erfurt il 21 luglio con 58”35 (!!); dove poi è finita 4° in finale con 58”46.

Nel mese di luglio ancora record mondiali femminili da parte di Marie-Luise MICHELSON (U.S.A. – 08/10/1941 – W65) nei 5.000 mt. con 20’27”08 e dalla marciatrice australiana Heather CARR che su strada nei 10 Km. ha chiuso in 53’41”.

Ricordiamo che nella sezione Records Master di questo sito (disponibile nella colonna di sinistra, sotto la voce “Pagine Master” oppure [clicca qui]), sono disponibili tutti i records mondiali, europei e italiani master aggiornati.

fonte: Atleticanet

ALLEGATO: ANet_news_Record_master_2007_28.7.2002.pdf (138 Kb)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *