NUOVI RECORDS MASTER DAL MONDO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Nelle settimane scorse sono state disputati i campionati nazionali in alcuni tra i Paesi più significativi del movimento master. Come di consueto la lista delle nuove migliori prestazioni mondiali ed europee ha subito vari ritocchi. Allo stesso tempo dall’attività assoluta internazionale sono da recepire nuove m.p.m. per le categorie W35 e W40.

Quasi in contemporanea alla squalifica per doping della connazionale e primatista mondiale assoluta Tatyana LYSENKO, nel lancio del martello la russa Olga KUZENKOVA (04/10/1970, nella foto fonte iaaf.org), campionessa olimpica e mondiale in carica, il 2 agosto a Tula durante i campionati assoluti sovietici, ha scagliato l'attrezzo a 72,36 e così migliorato nettamente il precedente record mondiale W35 di 69,17 siglato il 24 maggio 2003 a Valencia dalla connazionale Alla DAVYDOVA. La KUZENKOVA vanta un primato personale di 75,68 conseguito nel 2000 (è la 11° atleta all-time)

Il 21 luglio ad Algeri Durante i Giochi Africani, la keniana da diversi anni residente in Germania Edith MASAI (04/04/1967) ha corso i 10.000 metri in 31'31″18 conquistando il nuovo record mondiale W40. Il precedente record era piuttosto datato: fatto segnare il 13 agosto 1994 ad Helsinki nel corso dei Campionati Europei assoluti dalla francese Nicole LEVEQUE con il tempo di 32'12″07. Ricordiamo che la MASAI ha saputo correre in 30’30”26 giungendo 5° ai Campionati Mondiali del 2005 ad Helsinki, attuale record mondiale W35.

E veniamo ai Campionati U.S.A. Master di Orono. La scatenata Phil RASCHKER (21/02/1947) ha fatto la parte della cannibale nella categoria W60 portando a casa 10 titoli. Questo personaggio del mondo master da molti anni ha trovato il tempo di siglare anche il nuovo record mondiale dei 200 metri con il crono di 28″54 (vento +1,5); abbassando il 28″87 fatto segnare dalla tedesca Brunhilde HOFFMAN il 17 luglio 2000 a Jyväskylä durante i Campionati Europei. La prestazione è inferiore anche ai tempi fatti segnare dalle statunitensi Nadine O'CONNOR e Irene OBERA prive però del riferimento del vento. La RASCHKER al momento detiene all’aperto nella categoria W60 i records dei 200mt., 400mt., 80hs, salto in alto, heptathlon; ed inoltre le seconde miglior prestazioni all-time nei 100mt., 300hs, salto con l'asta, salto in lungo, salto triplo.

La 65enne Marie Luise MICHELSON (08/10/1941) continua la sua rincorsa ai records nel mezzofondo e fondo delle W65. Questa volta ad Orono ha disintegrato il record dei 2000 siepi facendo segnare il tempo di 9'09″25; quello precedente apparteneva all’argentina Ana TEBES con 10’23”82 corso il 10 novembre del 2000 a Mar der Plata.

Nel settore maschile grande prestazione nel salto con l’asta per lo statunitense Gary HUNTER (26/02/1956) che, sempre ad Orono, ha vinto nella categoria M50 con il salto record di 4,73, con cui ha detronizzato un altro grande esponente dell’atletica master mondiale, il tedesco Wolfgang RITTE che lo deteneva con 4,71 (il 16 maggio 2004 a Soest). Il risultato di Orono eguaglia la prestazione non ufficiale ottenuta dallo stesso atleta a Bloomington il 5 maggio dello scorso anno; ed inoltre migliora il suo personale di 4,71 nella categoria ottenuto al coperto a Fort Wayne il 24 febbraio 2007. Il primato personale di HUNTER è posto a 5,40 e datato 1984.

Passando ai Campionati Britannici Master di Birmingham, questa manifestazione ha generato alcune nuove migliori prestazioni europee. Il 28 luglio nei 80 ostacoli M70 nuovo record europeo di Tony BOWMAN (02/09/1935) con 13″49 (vento +1,8), tempo che migliora il 13″70 fatto segnare dello stesso atleta a Poznam lo scorso anno; e seconda prestazione di sempre sebbene ancora lontana dal record mondiale di James STOOKEY (12″99 il 13 maggio 2000 a Raleigh).

Nello stesso giorno nei 1500 metri Brian ASHWELL (18/07/1932) ha stabilito il nuovo record europeo con 5’29″94 degli M75 (precedente 5'38″82 del tedesco Eckart MASS il 3 agosto 2003 a Schweinfurt). Il giorno successivo nei 10.000 metri ha corso in 41’30″32, non sufficiente per scalzare dalla lista dei record continentali il nostro Luciano ACQUARONE (41'21″61). Al contrario nei 10.000 metri M80 Stephen CHARLTON (04/10/1926) ha corso in 47'01″76 (secondo tempo all-time) detronizzando dall’Europa Sergio AGNOLI che lo scorsanno ai Campionati Italiani di MISANO era stato capace di 47’30”55.

Ancora a Birmingham nel salto con l'asta M75 Robert BROWN (09/04/1932) è salito oltre 2,70 eguagliando così il miglior risultato europeo fatto segnare al coperto dall'estone Martin KUTMAN a Sindelfingen il 12 marzo 2004 (esiste però anche un 2,75 non ufficiale dello stesso atleta estone). Nei 300 ostacoli W50 Jane HORDER (18/01/1957) ha terminato nel tempo di 47″39, nuovo record europeo nettamente migliorato e seconda prestazione alltime (precedente 48″43 il 4 giugno 1994 ad Atene della connazionale Marjorie HOCKNELL)

Dalla Finlandia altri due record: nei 100 metri M65 il finlandese Jorma MANNINEN (06/07/1942) il 30 luglio a Mikkeli fa segnare il tempo di 12″60 (vento -0,2), sostituendo nella lista dei record continentali il 12″65 fatto segnare a Talavera il 17 giugno 2000 dallo spagnolo Armando ROCA-GARCIA e successivamente eguagliato dal tedesco Jurgen RADKE durante i campionati europei di Posdam nel 2002. Nel lancio del giavellotto M60 il 21 luglio a Koria l'altro finlandese Esa KIURU (14/04/1947) ha scagliato l'attrezzo da 600 grammi a 62,47 e cancellato il record mondiale di categoria di 62,09 segnato dal connazionale Kauko TUISKU il 02 luglio del 2005 nella stessa località.

fonte: Atleticanet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *