MONDIALI OSAKA-COLORE AZZURRO: 29 AGOSTO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Ancora 4 atleti alle prese con i turni eliminatori dei quali il più atteso è sicuramente Andrew Howe nel lungo, dove lo attenderà il primo gradino della corsa alle medaglie. Con lui, esordiscono al mondiale giapponese anche Zahra Bani nel giavellotto, la Martinez nel triplo e la mezzofondista Weissteiner nei 5000m. Rinuncia della Cusma alle batterie dei 1500m.

h.10.00 (3.00 ora italiana) 1500 donne, batt.

h.10.00 (3.00 ora italiana) LANCIO DEL GIAVELLOTTO donne, qual.A
ZAHRA BANI.
28 anni, di origini somale vive e si allena a Torino da quando è arrivata in Italia con la famiglia (18 anni fa); all’inizio è stata seguita tecnicamente dall’ex primatista mondiale Carlo Livore, poi a seguito della sua scomparsa, si è affidata alle cure tecniche e fisiche di Maria Marello e Mimmo Di Molfetta. Arruolata in Fiamme Azzurre a fine 2005 dopo una grande stagione (era riuscita a superare 3 volte la fettuccia dei 62m portando il primato personale a 62,75m in occasione dei mondiali di Helsinki) è alla sua seconda esperienza mondiale dopo aver ottenuto un brillante 5o posto proprio due anni fa. Quest’anno ha lanciato a 62,09m e ha nel mirino la finale.

h.10.20 (3.20 ora italiana) SALTO IN LUNGO uomini, qual.A
ANDREW HOWE.
Americano di nascita ma divenuto italiano a seguito del matrimonio della madre con un signore italiano, è cresciuto atleticamente sul campo di Rieti dove vive e si allena (alternando con la caserma dell’aeronautica sul lago di Bracciano) sotto lo sguardo di Renee Felton (ex atleta di buon livello e madre). A 22 anni ha già collezionato 9 maglie azzurre assolute e questo di Osaka è il suo secondo mondiale dopo l’esperienza sui 200m di Helsinki ’05 (fu eliminato con 21″19 nei quarti); ha all’attivo due titoli europei assoluti, quello di Goteborg 2006 e quello indoor vinto questo inverno a Birmingham. Il suo primato personale è dello scorso anno (8,41m a 2cm dal record italiano); quest’anno ha mostrato qualche problema di rincorsa e finora la sua migliore misura all’aperto è l’8,25m saltato al Meeting di Torino in giugno.

h.10.40 (3.40 ora italiana) 200 donne, batt.
h.11.25 (4.25 ora italiana) LANCIO DEL GIAVELLOTTO donne, qual.B
h.11.40 (4.40 ora italiana) 110H uomini, batt.

Pomeriggio

h.19.30 (12.30 ora italiana) SALTO TRIPLO donne, qual.B
MAGDELIN MARTINEZ.
Cubana di Camaguey, naturalizzata a seguito di matrimonio con il bresciano Giuseppe Picotti per il quale si è trasferita in provincia di Brescia, la timida Magdelin, a 31 anni, sembra aver ritrovato la luce dopo un paio di stagioni sfortunate: non ha ancora ritrovato le misure dei tempi migliori (ricordiamo il suo record italiano di 15,03 ottenuto a Roma nel 2004, dopo che l’anno precedente era stata bronzo ai mondiali di Parigi) ma il 14,57 ottenuto in Coppa Europa a Milano è incoraggiante. Allenata a Formia dal tecnico federale Giovanni Tucciarone (che aveva già seguito Fiona May) dal 2003, è alla sua terza partecipazione mondiale, dopo quella già ricordata di Parigi e la meno fortuna di Helsinki (per lei un deludente sesto posto). La finale dovrebbe essere un obiettivo realistico per lei.

h.19.40 (12.40 ora italiana) 200 donne, quarti
h.19.45 (12.45 ora italiana) LANCIO DEL DISCO donne, FINALE
h.20.00 (13.00 ora italiana) SALTO IN ALTO uomini, FINALE

h.20.05 (13.05 ora italiana) 5000 donne, batt.
SILVIA WEISSTEINER.
(2a batteria) L’atleta altoatesina è compagna di allenamento di Christian Obrist, azzurro ad Osaka nei 1500m: entrambi si allenano sotto la guida di Ruggero Grassi a Vipiteno ma vive a Casateia, un frazione di Racines (comune che ha dato i natali al marciatore Schwarz). 28 anni, il suo nome è conosciuto fin dai livelli giovanili ed ha avuto, in carriera, progressi costanti. Quest’anno è iniziato alla grande con il bronzo agli europei indoor sui 3000m; successivamente a Oslo, il 15 giugno, ha migliorato il suo personale sui 5000m di 12”, portandolo a 15’14”11. Gareggia per l’SV Sterzing; questa è la sua 20esima maglia azzurra tra cross e pista, ma è il suo esordio ai Campionati del Mondo. Anche per lei l’obiettivo è la finale.

h.21.05 (14.05 ora italiana) 100H donne, FINALE
h.21.25 (14.25 ora italiana) 400 uomini, semi-finale
h.21.50 (14.50 ora italiana) 400 donne, FINALE
h.22.05 (15.05 ora italiana) 1500 uomini, FINALE
h.22.20 (15.20 ora italiana) 200 uomini, semi-finale

Diretta televisiva h.2.40-5.30, 12.25-12.55, 13.30-15.45 RAI 2.

fonte: Redazione-Giulia Scatena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *