PARIGI: TERZA EDIZIONE DECANATION – PREVIEW

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Va in scena domani allo stadio Charlety di Parigi la terza edizione del Seat Decanation; creato nel 2005 dalla Federazione Francese di Atletica (FFA), questo match originariamente doveva proporre lo scontro tra atleti di 8 nazioni diverse; in realtà, dopo il forfait della Polonia, saranno 7 le nazioni che metterenno in campo i propri atleti; questi gareggeranno come un team in una sorta di decathlon a squadre, ma con un programma leggermente modificato.
Questa manifestazione riscopre i vecchi valori di versatilità, complementarietà e solidarietà che solo questi incontri a squadre (che andavano per la maggiore negli anni 70 e 80 dello scorso secolo) sanno regalare; a Parigi ogni nazione presenta una squadra di 20 atleti (10 uomini e 10 donne) per coprire le 20 gare in programma (un atleta-gara); al primo classificato di ogni gara verranno assegnati 9pt, al secondo 7pt e via scalando fino all’ottavo che portarà a casa un solo punto. Le gare del programma tecnico sono:
100m, 400m, 800m, 1500m, 100/110H, 3000siepi, salto in lungo, salto con l’asta, getto del peso e lancio del martello.
Le sette nazioni che parteciperanno alla classifica finale sono Germania, Spagna, Stati Uniti d’America, Francia, Italia, Russia, Ucraina. Di queste nazioni, molti saranno gli atleti reduci dai recenti mondiali di Osaka e anche se le squadre presentate non sono le migliori in assoluto che ogni nazione avrebbero potuto presentare, lo spettacolo, a livello di scontri diretti, non mancherà di certo.

Nomi importanti sono le lunghiste Bianca Kappler (Ger), quinta ad Osaka, e la spagnola Concepcion Montaner (personale di 6,92m); le francesi Arron nei 100m e Montebruin nel martello e i loro connazionali Ladji Doucoure (110H), Romain Mesnil (asta) e Leslie Djhone (400m); le mezzofondiste ucraine Zoya Nesterenko (800m) e Tetyana Holovchenko (1500m).

Per l’Italia scende in campo dopo l’esperienza mondiale solo la padovana Chiara Rosa nel peso mentre altri, esclusi di Osaka ma in ballottaggio fino all’ultimo, avranno occasione di riscatto: Livio Sciandra negli 800m e Anna Giordano Bruno nell’asta, ma anche la rinunciataria al mondiale Ester Balassini che dovrebbe aver lavorato con tranquillità nell’estate e offrire qualche misura interessante in questa ultima parte di stagione.

Questa la formazione azzurra in gara:
100: Fabio Cerutti (Atl.Riccardi) – Anita Pistone (Esercito)
400: Stefano Braciola (Sport Club Catania) – Marta Milani (Atl.Bergamo 1959)
800: Livio Sciandra (Aeronautica) – Antonella Riva (Fondiaria Sai)
1500: Christian Neunhauserer (Forestale) – Eleonora Berlanda (FF.OO.)
110hs: Emanuele Abate (Cus Genova) – Marzia Caravelli (Jaky-Tech Apuana)
3000 siepi: Yuri Floriani (FF.GG.) – Agnes Tschurtschenthaler (Asv Sterzing)
Lungo: Francesco Agresti (FF.OO.) – Tania Vicenzino (Esercito)
Asta: Matteo Rubbiani (Aeronautica) – Anna Giordano Bruno (Fondiaria Sai)
Peso: Paolo Capponi (FF.OO) – Chiara Rosa (FF.AA.)
Martello: Marco Lingua (FF.GG.) – Ester Balassini (FF.GG.)

L’inizio delle gare è previsto per le 14,25.
Per maggiori info: www.athle.com

fonte: www.athle.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *