DOMINIO LOMBARDO (UOMINI) E LAZIALE (DONNE) NELLA 1^GIORNATA DELLA FINALE A ORO DEI CDS UNDER20

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Al campo CONI di via Treves a Pavia nella prima giornata della finale “A” dei societari Under 20 dominano le società maschili lombarde. Si trovano provvisoriamente al comando la Cento Torri Pavia (società organizzatrice) con 94 punti, seguita da Bergamo '59 Creberg con 91 e dalla Riccardi Milano con 80. A detta del tecnico Rosario Naso, della Bergamo '59 i suoi ragazzi si trovano sorprendentemente così in alto visto, che rispetto agli anni scorsi, la squadra appare agli occhi dello staff bergamasco meno competitiva. Tuttavia i giallorossi non sembrano intenzionati a mollare la presa facilmente. Cento Torri dal canto suo ha a portata di mano la possibilità di diventare profeta in patria, vincendo la manifestazione organizzata. Il mese di settembre, si sa, è un periodo particolare per le gare, seguendo le ferie estive alcuni valori in campo a volte subiscono variazioni inattese.
Tra le femmine il duello per il tricolore invece, pare un'affare tra le due formazioni laziali Fondiaria SAI e Studentesca Ca.Ri.Ri. con la prima avanti di un solo mezzo punto (100,5 a 100) rispetto alle reatine Questo mezzo punto proviene dall'incredibile parità di tempo registrata dalla 400ista romana con Alessia Trentin del GS Valsugana: 1'00″20 per entrambe, corso però in serie diverse. Più staccata la Jaky Tech Apuana ad 87,5.
In una giornata dal clima favorevole alle gare passiamo in rasegna le prestazioni migliori di questa prima giornata.
Martello donne: non molto lontana dal personale di 58,61 Micaela Mariani (Fondiaria SAI) che vince in 57,99m una gara condotta dal primo lancio.
100m Uomini: Il cronometro si ferma su 10″91 che significa record personale e vittoria per l'allievo Valerio Rosichini (Fiamme Gialle) che precede Alessandro Berdini del'Avis Macerata con 10″97.
100m Donne: Ilenia Draisci (Fondiaria SAI) parte forte e regola con 12″00 la reatina Jessica Paoletta (12″22)
400m Uomini: una gara veloce con quattro atleti sotto i 50″ vinta da Matteo Galvan (Atletica Vicentina) a dispetto della prima corsia assegnatagli in 48″43, precedendo Roberto Severi (Cento Torri, 48″81), Davide Manenti (Safatletica, 49″16) e l'allievo Francesco Ravasio (Bergamo '59, 49″72.
400m Donne: stupenda vittoria in 57″67 per l'allieva di Rieti Giulia Latini (capace di 56″91 in stagione) che dimostra grande sicurezza oltre ad eccellenti doti fisiche; precede Erica Marziani (Jaky Tech, 59″49), al rientro da un infortunio.
1500m Uomini: ritmo regolare fino agli ultimi 500 metri (63″ al 400, 2'07″ all'8000 e 2'39″ al 1000) quando il keniano della Riccardi Joel Kimurer se ne va e chiude in 3'54″80. Fa notizia il quarto posto dell'altro keniano, tesserato per la Toscana atletica Empoli, infilato dai bravi Stefano Guidotti del Cus Torino e Gianmarco Ceresani (Avis Macerata).
1500m Donne: al termine di una volata appasionante a quattro la spunta Paolina Guiso (Rieti, 4'45″61)
3000 siepi Uomini: la gara non ha storia ed è una cavalcata solitaria di Mohamed Boutarfas (Rieti) in 9'25″74. Lontani gli altri.
3000 siepi Donne: gara ad appannaggio della brava allieva Agnese Berellini (Fondiaria SAI) in 11'38″94 che si trova a suo agio nonostante il chilometro in più della gara che è abituata ad affrontare nella sua categoria.
100hs Donne: secondo posto per la campionessa italiana junior Camilla Meciani (Jaky Tech,14″66) dietro alla forte Giulia Pennella (Fondiaria SAI, 13″99).
110hs Uomini: Alessandro Zanini (Rieti) ha lo spunt ovincente sull'ultimo ostacolo per battere Alberto Doncato (Atl. Vicentina, 15″35).
Triplo Uomini: prende il comando della gara al secondo salto (primo nullo) Fabio Buscella (Cento Torri) e incrementa il vantagio al quarto salto vincendo con un ottimo 15,83 su Emanuele Catani (Fiamme Gialle, 15,31).
Triplo Donne: vittoria per Francesca Giorgetti (Asics Firenze) in 11,96m
Asta Uomini: con 4,60m alla prima prova e dopo aver rischiato l'eliminazione a 4,40 vince il lettone della Riccardi Karlis Pujats.
Disco Uomini: Alessio Dolciami (Avis MC) al quarto lancio azzecca la misura vincente (47,76m) su Alex Venturato (Atl. Vicentina) che precede di un solo cm il terzo, Simone Poli (Toscana Atletica) 46,37 a 46,36m.
Giavellotto Uomini: la gara è un'affare a due tra Matteo Bachelli (Riccardi) e Matteo Barois (Fiamme Gialle) e si risolve 56,60 a 55,98 per il primo, già avanti al secondo lancio
Marcia 10km Uomini: chi dice che la marcia è noiosa? Matteo Giupponi (BG '59) fa gara a se e chiude in 43'30″60 ma dietro di lui si danno battaglia e finiscono in tre in poco più di mezzo minuto: Masciadri (Fiamme Gialle 44'27″10) Tontodonati (CUS Torino, 44'37″36) e Ciappa (Riccardi, 44'53″11).
Marcia 5km Donne: Chiara Gori (Rieti) si impone in 27'29″03
Alto Donne: la quota non stratosferica di 1,68 (alla prima prova) basta per vincere a Carolina Bianchi (Lugo) su Monica Cuperlo (CUS Trieste, stessa misura ma al terzo tentativo).
Peso Donne: Serena Brena (BG '59) vince senza sussulti in 12,45m.
4X100 Uomini: l'atletica Bergamo '59 spegne le giuste ambizioni di vittoria della Cento Torri precedendo i locali (che erano terzi all'ultimo cambio) in 42″34 a 42″80; ancora lombarda la terza società, la Riccardi in 43″02 dovuto ad un errore nel terzo cambio.
4X100 Donne: nel duello tutto laziale prevale Rieti sulla Fondiaria SAI in 48″41 a 48″92. Ci sono stati molti problemi nei cambi in diverse squadre, nei quali sono incappate nel peggior modo le locali della Parco Acquatico Vigevano, finendo squalificate.
La classifica dopo la prima giornata rende l'idea di chi potrà concorrere al tricolore ma sarà soltanto a gare finite e conteggi conclusi (è possibile scartare un punteggio) che si saprà su quali maglie potrà essere apposto lo scudetto giovanile 2007.
Al termine delle giornate di gare sarà disponibile una piccola galleria fotografica a cura della redazione di Atletica Net.

Nella finale A Argento a Fano, tra i maschi conduce un terzetto di squadre separate da due punti: Bentegodi Verona 85 punti, Sportlife La Spezia 84 e Virtus Lucca 83.
In evidenza i primi tre dei 110hs che stabiliscono i loro personali Luca Zecchin (Alessandria) 14″32, Matteo Andreani (Livorno) 14″54 e Giovanni Mantovani (Fermo) 14″69.
Nelle femmine prova la “fuga” il Mollificio Modenese a 98 punti, inseguito a distanza dall'Assindustria Padova 81,5 e dal Sisport Fiat Torino 78,5.
In evidenza l'allieva Veronica Inglese (Alteratletica Bari) che vince i 1500 in 4'40″32.

(Nella foto l'arrivo dei 400m maschili, Galvan in 1^ corsia)

fonte: Redazione Atletica Net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *