STOCCARDA-FINALE MONDIALE DELL’ATLETICA: PREVIEW 1

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Al via questo pomeriggio a Stoccarda, 20 giorni dopo la cerimonia di chiusura del Campionato del Mondo di Osaka, in terra di Germania la IAAF VTB Bank World Athletics Final, finale mondiale dell’atletica che offre una sorta di passerella, ben retribuita!, a tutti i migliori interpreti della stagione 2007 nelle loro rispettive specialità; nella due giorni infatti, il programma prevede lo stesso numero di gare (su pista e pedane) dei mondiali di Osaka.
Il programma della prima giornata di gare è il seguente:

13.35 LANCIO DEL DISCO uomini; SALTO CON L’ASTA donne
13.45 3000m uomini
14.00 SALTO IN LUNGO donne
14.05 400H uomini
14.20 3000m siepi donne
14.40 100H donne
14.45 LANCIO DEL GIAVELLOTTO donne
15.00 400m uomini
15.10 SALTO IN ALTO donne
15.15 100m uomini
15.30 1500m donne
15.35 SALTO TRIPLO uomini
15.45 LANCIO DEL PESO uomini
15.50 200m donne
15.55 LANCIO DEL MARTELLO donne
16.05 800m uomini
16.25 5000m donne

Per quanto riguarda gli uomini, ecco una piccola analisi di quello che dovremmo vedere.
Su tutte, da vedere la gara dei 100m uomini; a meno di clamorose sorprese dovrebbe essere una passerella per il primatista mondiale Asafa Powell: senza il tre volte campione mondiale di Osaka (100-200-4×100)Tyson Gay a mettergli pressione, il giamaicano, sulla veloce pista di Stoccarda, se le condizioni meteo gli saranno favorevoli, potrebbe offrire un tempo interessante visto che la sua condizione (Rieti e Bruxelles lo hanno dimostrato) sembra essere ancora buona.
Nuovo scontro nel disco tra il campione mondiale, la sopresa di Osaka, l’estone Gerd Kanter e il super favorito della vigilia Virgilijus Alekna. Il lituano era stato bloccato in Giappone da un infortunio che lo aveva limitato, ma i pronostici sono a suo favore visto che fino ad ora ha vinto 44 dei 45 scontri contro il campione mondiale in carica. Il pubblico di casa potrà applaudire Robert Harting, a sorpresa medaglia d’argento in Giappone.
I 400H saranno sicuramente terreno di rivincita mondiale; Sanchez, ritornato in grande spolvero dopo le ultime due opache stagioni con la conquista dell’argento mondiale, potrà rincontrare l’oro di Osaka, l’americano Kerron Clement, il polacco Plawgo (terzo) e l’altro americano Carter (quarto ai mondiali); ma proprio il polacco sembra essere il più in forma del momento, visto le bello cose offerte soprattutto a Berlino, nell’ultima tappa della Golden League della scorsa settimana, dove si è messo alle spalle sia il domenicano che l’americano Carter.
Nel salto triplo scenderà in pedana il portoghese campione del mondo Nelson Evora; per lui nessuna vittoria importante prima dell’oro di Osaka e nessuna vittoria nelle gare post-mondiale: secondo a Zurigo e Berlino, terzo a Bruxelles, potrebbe essere questo il sigillo a questa stagione che lo ha portato alla ribalta.
Infine il getto del peso, che offrirà ancora lo scontro tra i migliori dell’anno, nonché tra il podio mondiale: Reese Hoffa e Adam Nelson (entrambi americani, il bielorusso Mikhnevich, l’olandese Rutger Smith offriranne sicuramente uno spettacolo degno dell’evento.

Tra le donne, ad aprire la manifestazione ci saranno le astiste capitanate da sua maestà Isinbayeva che, dopo la vincita del jackpot della Golden League sfilerà a Stoccolma per poi godersi un piccolo periodo di vacanza. Con lei saranno in pedana tutte le prime 5 classificate dei mondiale, ma anche in questa occasione la vittoria non dovrebbe sfuggirli; sarebbe la sua terza consecutiva alla finale mondiale dell’atletica. L’attesa più grande non è tanto per la sua vittoria, quanto per il record mondiale che lei stessa vorrebbe battere (il già suo 5,02m).
Altra supremazia sulle pedane dovrebbe essere quella della croata Blanka Vlasic autrice di una stagione magnifica. Anche per lei c’è grande attesa per un possibile record mondiale da battere, quel 2,09m di Kostadinova nel lontano 1987 che ha già tentato di cancellare in due occasioni: sia a Zurigo che a Bruxelles ha dato prova che l’impresa non è tanto lontana. Qui a Stoccarda sarà in compagnia di Chicerova e Di Martino, le sue compagne di podio ai mondiali.
Nel lancio del giavellotto, eterno confronto di questa stagione tra la rivelazione del mondiale, la nuova campionessa in carica Spotakova e la padrona di casa nonché primatista mondiale Obergfoll; sarà veramente difficile per la ceca riuscire a ripetere il successo sulla tedesca, visto che quest’ultima è sempre stata vincitrice quest’anno, tranne ai mondiali! Con loro ci sarà anche l’altra tedesca, Steffi Nerius bronzo mondiale.
Un finale interessante sarà sicuramente quello dei 1500m con la russa Soboleva, la favorita della vigilia dei mondiali, e la Jamal, atleta del Bahrein, campionessa mondiale in carica; finora, dai mondiali, la Jamal con il suo rush finale è sempre riuscita a mettersi alle spalle la forte russa.
Infine, passerella finale anche per la miglior fondista della stagione, l’etiope Meseret Defar, campionessa mondiale in carica; qui a Stoccarda si ritroverà di fronte la medaglia d’argento di Osaka, la keniana Vivian Cheruiyot.

Per l'Italia, oltre alla Di Martino nell'alto, saranno in gara questo pomeriggio le gemelle italiane del martello Claretti e Balassini; per la bolognese delle Fiamme Gialle sarà un'occasione di rivalsa dopo la delusione mondiale (aveva dato forfait proprio alla vigilia per una condizione fisica incerta) di Osaka.

Diretta televisiva su RaiSport Satellite: sabato dalle 13.30 alle 17, e domenica dalle 13.10 alle 16.45.

fonte: www.iaaf.org; foto:www.vjesnik.hr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *