SOCIETARI A PALERMO – ANDREW HOWE LA STELLA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Poche ore al via dei Campionati Italiani Finale A Oro – Memorial Carlo Spada nel rinnovato Stadio delle Palme di Palermo in viale del Fante che sarà intitolato a Vito Schifani, l’agente di scorta del giudice Falcone, ma anche forte quattrocentista, ucciso nell’attentato mafioso di Capaci (Pa) il 23 maggio del 1992. Per la seconda volta nella storia la Sicilia ospita questa prestigiosa rassegna, la prima si svolse il 20 e 21 giugno del 1989 allo Stadio Cibali di Catania. Ieri a Villa Niscemi, sede di rappresentanza del sindaco di Palermo, sono stati presentati alla stampa i protagonisti.

Tanti i personaggi di spicco delle Istituzioni a essere presenti all’incontro con i giornalisti. Da Pino Scorzoso, Bartolo Vultaggio, consiglieri nazionali della Fidal e Gianfranco Carabelli, segretario generale della Federatletica, a Massimo Costa e Giovanni Caramazza, rispettivamente presidente regionale e provinciale del Coni assieme al sindaco Diego Cammarata e all’assessore comunale allo Sport, Alessandro Anello. “Diverso tempo è passato – spiega Pino Scorzoso, responsabile dell’Area Organizzazione della Fidal – da quando la Federazione ha designato Palermo come sede di questi Societari e ora stiamo cogliendo i frutti di una scelta azzeccata. C’è molto apprezzamento da parte delle istituzioni sportive per la celerità con cui il Comune di Palermo ha portato a termine i lavori allo Stadio e anche per il fatto che da sabato si chiamerà “Vito Schifani”. Questo evento chiude al meglio una stagione ricca di soddisfazioni a livello internazionale”. Soddisfatto anche Bartolo Vultaggio: “Un lavoro costruito mattone su mattone con la fiducia e la consapevolezza che l’impegno paga. Ringraziamo tutti coloro che hanno reso possibile questo evento che riporterà in Sicilia la grande atletica”.

Due giorni intensi di gare con un’autentica parata di stelle. Il fenomeno Andrew Howe, tesserato nell’Aeronautica Militare e vincitore il 30 agosto della medaglia d’argento ai Mondiali di Osaka nel lungo con il nuovo primato italiano di 8,47, potrebbe concorrere in tre competizioni. Howe correrà oggi la 4×100 mentre domenica dovrebbe cimentarsi nel salto in lungo e nei 200 metri. Non ci sarà soltanto Howe nella due giorni palermitana, numerosi i protagonisti della nazionale e molte stelle internazionali. Il martellista Nicola Vizzoni (Fiamme Gialle), il velocista di Raddusa Rosario La Mastra (Carabinieri), il nigeriano Adetokunbo Oluso Fasuba (Assindustria Padova), accreditato di 10”07 nei 100 metri e di 20”52 nei 200.
Tra le donne spiccano la pesista Chiara Rosa (Fiamme Azzurre), Zara Bhani, sempre Fiamme Azzurre, nel lancio del giavellotto e Magdelin Martinez (Assindustria Padova) nel salto triplo. Le atlete isolane non staranno a guardare, a cominciare dalle palermitane Anna Incerti (reduce dalla maratona mondiale di Osaka), in gara nei 1500 e nei 5000 metri e Vincenza Calì (accreditata di primati stagionali rispettivamente di 11”72 nei 100 e di 23”67 nei 200) che si cimenterà nei 100 e 200, entrambe in forza alle Fiamme Azzurre e cresciute con la Pol. Europa Capaci, società del Comitato Organizzatore dei Campionati assieme alla Pol. Aironi, allo Sport Club Catania, alla Maratona di Palermo e al Comitato Provinciale della Fidal di Palermo. Tra le 12 società maschili favorito lo squadrone delle Fiamme Gialle con i suoi 17 titoli, nove negli ultimi dieci anni, che schiera cinque siciliani: i palermitani Antonino Cucuzza e Sergio D’Orio, i catanesi Alessandro Cavallaro e Claudio Licciardello, l’atleta di Mazzarino Salvatore Vincenti. In campo femminile caccia alla Fondiaria Sai, suoi gli ultimi cinque scudetti, nella formazione la velocista catanese Tiziana Grasso. Due le squadre siciliane: il Cus Palermo tra le donne, capitana la lanciatrice Maria Tranchina; lo Sport Club Catania tra gli uomini. Infine, qualche numero: 588 atleti in gara (288 uomini e 300 donne), 40 competizioni (20 maschili e 20 femminili) con 4 ore di copertura televisiva su Rai Sport Sat, oggi sabato alle 17,30 e differita domani domenica alle 20.

fonte: Michelangelo Granata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *