FINALE NAZIONALE CDS MASTER 2007 – LE SQUADRE DEL LAZIO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Macerata ospiterà il prossimo 6-7 ottobre la Finale Nazionale del Campionato di Società, il momento culminante della stagione per le squadre master che seguono l’attività in pista. Alla finale, ricordiamo, accedono le prime 24 società maschili e le prime 24 società femminili che si sono regolarmente classificate al temine della fase regionale.

(Nella foto la premiazione della finale del CdS 2006: la Liberatletica Roma e il Presidente del consiglio regionale Fidal Lazio, Enzo D'Arcangelo. Fonte F.Ragnetti)

Per il Lazio 8 sono le squadre che parteciperanno a quest’evento (3 formazioni maschili e 5 femminili), ad indicare un eccellente livello medio di preparazione ed il considerevole interesse che alcuni dirigenti di società continuano a rivolgere all’attività in pista nella nostra Regione.

Nel Lazio i masters sono quasi 7 migliaia e rappresentano circa il 50% del totale dei tesserati Fidal. Le 489 presenze in gara viste durante la fase regionale del Campionato di Società non rappresentano quindi in assoluto un gran risultato (specialmente se paragonato ai numeri che solitamente vediamo nelle gare domenicali su strada), tuttavia è un dato che da alcuni anni è in crescita costante e dimostra quanto il movimento della pista nel Lazio sia importante; potrebbe esser d’esempio per l’attività di altre regioni e… potrebbe ricevere maggiore attenzione dal nostro stesso Comitato Regionale.

Andiamo qui di seguito a conoscere le squadre di Roma e dintorni che vedremo impegnate nella Finale del CdS master.

Le Società maschili:

1) ACSI CAMPIDOGLIO PALATINO.
Società campione regionale 2007, collocata al terzo posto nella classifica provvisoria. Senza dubbio la squadra romana, che quest’anno ha già fatto un grande balzo in avanti rispetto al 12° posto della finale del 2006, scende in campo come una delle favorite nella corsa al titolo italiano. Il gruppo coordinato da Claudio Rapaccioni è completo e numeroso, ed arriverà a Macerata con i velocisti che abbiamo visto brillare e salire sul podio ai Mondiali di Riccione: Ugo Sansonetti (100 M85) e Fabio Scarfò (4×400 M40); con il campione italiano M80 dei 200m e 400m Sergio Palma, il vicecampione italiano M40 dei 100m e 200m Alfonso DeFeo, il vicecampione italiano M45 di salto in alto Marco Mastrolorenzi, ed un trio di lanciatori da oltre 800punti: Piero Macrino, Bruno Artico e Vincenzo Normando.

2) CUS ROMA.
La storica squadra romana del Presidente Gualtieri, guidata da Dino Forconi, vanta sicuramente un lungo cammino ed una notevole esperienza; da anni ha sempre conquistato l’accesso alla Finale Nazionale, spesso piazzandosi tra le prime dieci in Italia. Quest’anno parte da un 15° posto al termine della fase regionale, dove però ha pesato non poco l’assenza nelle prove di mezzofondo del validissimo Umberto Risi (ma le voci di squadra lo danno fiduciosamente come recuperato per la finale del prossimo finesettimana!). Tradizionalmente il settore di punta del CUS Roma è il reparto lanci: nella pedana del giavellotto a Macerata vedremo dunque il neo primatista italiano, nonché vincitore del bronzo mondiale M55, Fabio Diotallevi; il due volte campione d’Italia del peso indoor e disco M65 Sergio Manganelli ed ancora Francesco Cacciatori, Derhemi Xhavit e Francesco Guarino.
Punteggi preziosi sono attesi anche dal lunghista e velocista Giorgio Tiberi, vincitore quest’anno del titolo italiano M50 dei 60m indoor e capitano di una brillante 4×100 assieme a Sisti, Ongaro e Montecchio.

3) LIBERATLETICA ARIS ROMA
Dopo la fusione con l’ARIS Runners, la squadra di Andrea Foresi e Paolo Zadro ha modificato la denominazione ma non le sue caratteristiche: molto forte nella velocità e nelle staffette, leggermente scoperta nelle specialità tecniche. Lo scorso anno si è piazzata al decimo posto alla finale di Ostia; nella graduatoria provvisoria si trova attualmente al 17° posto, e per risalire la classifica porterà a Macerata tutti gli uomini di punta, dal neo primatista italiano M55 di decathlon Roberto Mancini al quattrocentista Franco Di Ciò , dai velocisti Paolo Leoni e Paolo Palma ai mezzofondisti M50 Luigi Cedroni e Domenico Sinceri.

Le Società femminili:

1) ACSI PALATINO CAMPIDOGLIO.
E’ la società che ha vinto lo scorso anno lo scudetto italiano; detentrice del titolo regionale 2007 e provvisoriamente seconda nella classifica nazionale. L'Acsi Palatino Campidoglio si presenta a Macerata come la squadra da battere. L’astro della formazione è Anna Micheletti, che in questa stagione ha ritoccato più volte i record di categoria F55 sui 200m (30.69) e 400m (1’10.29), su queste distanze ha vinto i titoli italiani indoor ed estivi, e da Riccione è tornata con l’argento nella staffetta 4×400. Argento in staffetta mondiale anche per la poliedrica Rosanna Rosati, che alla finale del CdS potrà ugualmente ben figurare sia in pedana all’alto, che al via degli 800 o al getto del peso; vedremo…
Tra le presenze che garantiscono punti preziosi al club romano, sicuramente quelle della lunghista Ersilia DeAngelis (F45) e della pesista Maria Luisa Alfonsi (F50), entrambe sul podio nelle loro specialità al Campionato italiano tre mesi fa. Volti nuovi invece sul mezzofondo, con le over 60 Fiorella Fretta e Maria Teresa Pomponi.

2) LIBERATLETICA ARIS ROMA .
Seconda in regione per poco meno di 150 punti e terza nella classifica nazionale provvisoria. Lo scorso anno la squadra capitanata da Rita DelPinto si era piazzata sul gradino più basso del podio ma c’è da scommettere che quest’anno punterà più in alto, grazie alla brillante condizione di alcune sue atlete: la saltatrice, medaglia di bronzo mondiale al triplo F55 e neo primatista italiana (8.82) Maria Grazia Rafti, la campionessa italiana di salto in lungo e salto triplo F60 Elvia DiGiulio, atleta eclettica che spesso in occasione dei Societari vediamo in gara, con eccellenti misure, al getto del peso e al giavellotto; la campionessa italiana indoor dei 200m e 400m Daniela Stelori e la finalista sui 1500 F50 ai Mondiali di Riccione Cinzia Barletta.
Se andiamo a vedere la storia più recente delle finali dei CdS femminili, notiamo che indubbiamente la Liberatletica è la squadra con la maggiore continuità di rendimento: la troviamo infatti 3^ nel 2006, 5^ nel 2005, 3^ nel 2004 , 1^ nel 2003, 2^ nel 2002 e nel 2001 e 3^ nel 2000.

3) ASD ALTO LAZIO.
La squadra di Civitavecchia, coordinata da Fabio Biferali e Marcella Tumminello, ha centrato ancora una volta il risultato della qualificazione alla Finale Nazionale. Nel 2006 (con il nome di “Tirreno Atletica-Alto Lazio”) era 15-esima, mentre quest’anno, partendo da un decimo posto provvisorio, potrebbe andare a migliorare la classifica finale. Atlete di spicco nella formazione sono la vice campionessa mondiale dei 10000m F35, Lorella Pagliacci, che presumibilmente vedremo a Macerata impegnata sui 1500e 3000; la campionessa italiana di disco F50 Rossella DePaolis e la lunghista Rosalba Guida .

4) ATLETICA ROMA ACQUACETOSA .
E’ questa una realtà completamente nuova nel panorama atletico romano. La società di Mario Benati e Viola Serego al suo primo anno di attività ha raggiunto subito l’obiettivo della qualificazione (16-esima nella classifica provvisoria) grazie al contributo volenteroso di atlete ritornate alla pista per l’occasione e all’impegno di alcune “vecchie conoscenze”, come la giavellottista, ex nazionale e campionessa assoluta, Ambra Giacchetti, la campionessa italiana F45 di disco Nadia Checchini e la sottoscritta. Alla Finale di Macerata l’ Atl.Roma Acquacetosa cercherà di confermare il piazzamento provvisorio e, comunque vada, acquisirà esperienza per gli anni futuri.

5) G. SCAVO 2000 ATLETICA.
La squadra di Alberto Colazingari si dedica principalmente ai cross e alle corse su strada, tuttavia la troviamo ancora, per il settimo anno consecutivo, ad una finale Nazionale del CdS su pista. Attualmente è 18-esima nella classifica nazionale, ed è approdata alla finale soprattutto grazie all’esperienza di atlete mezzofondiste di indubbio valore, come Jocelyne Farruggia (primatista italiana F45 su 800m e 1500m), Helena Snape Gatti e Germana DeRenzi. A Macerata la squadra potrà anche contare sull’essenziale contributo nel giavellotto della campionessa italiana F40 Daniela Palma.

Leggi gli articoli pubblicati su Atleticanet relativi alle altre società master:

SOCIETA' MASTER: L'ATLETICA SANDRO CALVESI DI AOSTA
SOCIETA' MASTER: LA AMATORI SANTANTONESE
SOCIETA' MASTER: L'A.S. LA FRATELLANZA 1874 DI MODENA
SOCIETA' MASTER: G.S. TORTELLINI VOLTAN MARTELLAGO
SOCIETA' MASTER: L'ACSI PALATINO-CAMPIDOGLIO DI ROMA
SOCIETA' MASTER: AMBROSIANA MILANO
SOCIETA' MASTER: A.S. ATHLON-BASTIA
SOCIETA' MASTER: VITTORIO ALFIERI ASTI
SOCIETA' MASTER: LIBERATLETICA ROMA

fonte: Atleticanet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *