NESSUNO POSITIVO ALL’ANTIDOPING DI RICCIONE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Il sito americano MASTERSTRACK.com (“http://www.masterstrack.com/blog”) in una news di ieri riporta la dichiarazione ufficiale del responsabile della commissione medica e anti-doping della World Master Athletics, l'australiano Stan PERKINS (nella foto fonte masterstrack.com), secondo cui nel corso degli ultimi Campionati Mondiali Stadia di Riccione non sono stati rilevati casi di positività a sostanze proibite dalla W.AD.A., l'agenzia mondiale preposta per la lotta al doping nello sport.

Il sito MASTERSTRACK in un certo senso ha sollecitato questa dichiarazione dopo che erano corse voci di controlli non proprio conformi ai protocolli, tra cui la testimonianza dello statunitense David ASHFORD (vincitore del titolo M40 dei 110 ostacoli) che ha raccontato di come avesse tentato di raggirare il controllo.

Nella dichiarazione ufficiale PERKINS afferma inoltre di aver verificato, positivamente, la correttezza delle procedure adottate, conformi ai protocolli codificati; senza voler tuttavia rilevare i nominativi degli atleti testati, che sarebbero stati quantificati (senza precisare il numero esatto) in alcune dozzine. Lo stesse tipo di affermazioni sono state riprese nel comunicato del segretario generale della W.M.A., l'inglese Wynston THOMAS, che riafferma come non vi siano stati problemi di gestione dell'antidoping durante le gare degli ultimi Mondiali. THOMAS conclude dicendo di essere molto soddisfatto per la totale negatività degli esisti; rammaricandosi invece delle dicerie nate nel frattempo.

Insomma una posizione ufficiale di stampo fin troppo di circostanza, che il curatore del sito MASTERSTRACK, Ken STONE, riprende di peso, anche se non sembra essere completamente soddisfatto dalle spiegazioni fornite.

Anche in Italia sono fiorite numerose perplessità tra gli atleti che hanno partecipato alle gare dei Mondiali, dato che al momento nessun tra gli italiani ha dichiarato di essere stato testato per l'antidoping. Nelle settimane scorse era stato attivato su questo sito un forum dal titolo “Antidoping a Riccione?” a cui vi rimandiamo: [clicca qui].

fonte: masterstrack.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *