MARATONA DI EINDHOVEN, SINGOEI FA IL BIS

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Si è svolta domenica scorsa la 24a edizione della maratona di Eindhoven. Condizioni atmosferiche praticamente ideali (16 °C, sole e assenza di vento) percorso piatto e ovviamente gare veloci, come si addice alle maratone corse in Olanda, Rotterdam su tutte. L’edizione di quest’anno ha fatto il record di partecipanti con oltre 16.000 atleti in totale nelle varie declinazioni della corsa.
Fra gli uomini, ha vinto per la seconda volta il keniano Philip Singoei, che ha bissato il successo dell’edizione 2006. Da notare che il 31enne keniano si era classificato secondo anche nelle edizioni 2004 e 2005! “Adoro questa corsa” ha dichiarato alla fine il vincitore “conosco bene il percorso, mi sentivo bene ed ero praticamente convinto di poter vincere anche quest’anno”. La gara si è sviluppata subito su ritmi elevati con un nutrito gruppo di atleti africani davanti a fare il ritmo. Singoei sempre davanti assieme ai connazionali Paul Biwott, William Rotich, Joseph Ngeny ed il pacemaker Charles Koech, quest’ultimo ritiratosi poco dopo metà corsa. Il ritmo è rimasto comunque alto con proiezioni che ipotizzavano un tempo finale sotto le 2 ore e 7 minuti. Dal trentesimo kilometro in poi però la fatica ha iniziato a farsi sentire e prima Rotich (poi ritiratosi), poi Biwott si sono staccati lasciando il solo Singoei davanti a tirare. Il tempo finale del vincitore 2h 7’ e 57” ha migliorato di 21 secondi il primato della corsa, stabilito dallo stesso atleta nell’edizione 2006. Seconda piazza per Biwott appena sotto le 2 ore e 10. Classifica finale monopolizzata dagli atleti africani con il primo degli europei l’ukraino Vitaly Shafar classificatosi ottavo.
Fra le donne vittoria della keniana Lydia Kurgat in 2h 39’ e 27” davanti alle connazionali Thabita Kibet ed Eunice Korir rispettivamente seconda e terza a quasi 2 minuti di distacco. Di seguito il dettaglio dei piazzamenti :

Uomini
1. Philip Singoei (Ken) 2:07:57
2. Paul Biwott (Ken) 2:09:56
3. Joseph Ngeny Kiprotich (Ken) 2:11:05
4. Sammy Chumba (Ken) 2:11:08
5. Mulegeta Wami (Eth) 2:11:47
6. Sammy Njoroge Nganga (Ken) 2:11:54
7. John Kirui (Ken) 2:12:01
8. Vitaliy Shafar (Ukr) 2:12:07

Donne
1. Lydia Kurgat (Ken) 2:39:27
2. Tabitha Kibet (Ken) 2:40:51
3. Eunice Korir (Ken) 2:40:56
4. Inge van Bergen (Ned) 2:51:53
5. Agnes Hijman (Ned) 2:53:20
6. Ella Witjes (Ned) 2:56:42
7. Kathleen Steenhaut (Bel) 2:59:22
8. Els van Hooydonck (Bel) 2:59:55

fonte: IAAF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *