ING AMSTERDAM MARATHON – PREVIEW

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

E’ stata presentata ieri la maratona nazionale d’Olanda, ING Amsterdam Marathon, giunta alla 32esima edizione.
Saranno 24mila i partecipanti provenienti da 60 paesi che saranno al via; obiettivo l’arrivo previsto nello Stadio Olimpico che aveva ospitato l’edizione dei Giochi del 1928.

Per quanto riguarda la gara maschile, i favori dei pronostici vanno, come speso accade, ad atleti keniani.
James Mbote è sorridente e speranzoso alla presentazione della manifestazione.
Il 30enne keniano ha dichiarato di essere in ottima condizione; ha corso molto bene nell’ultimo mese di programmazione svolto in Italia, lavorando molto anche sulla velocità.
Mbote, già vincitore ai primi di Giugno di due corse in Olanda (a Groesbeek, correndo i 10km in 27’52 e alla mezza maratone di Zolle, corsa in 1:02’53) spera di ottenere domani un bel tris, con la vittoria della maratona di Amsterdam, magari con un tempo tra le 2:06 e le 2:07 che gli varrebbe anche il nuovo record personale; attualmente il suo miglior crono resta il 2:08’13” ottenuto con il secondo posto alla maratona di Seoul di 11 mesi fa.

A contendergli la vittoria ci sarà sicuramente Paul Kiprop Kirui, 27enne anche lui keniano, secondo lo scorso anno alla Maratona di Rotterdam con il personale portato a 2:06’44”; con questo tempo è il miglior iscritto alla gara di domani ed anche lui, tenterà di abbattere i propri limiti.

Da tenere d’occhio anche Paul Kosgei, il primatista mondiale dei 25km; sebbene il suo esordio in maratona, lo scorso Aprile ad Amburgo, gli abbia riservato poco felici risultati (2:14’15”), è fiducioso e si aspetta un risultato di rilievo.

Tra le donne, grande attesa e curiosità per il debutto in maratona di Hilda Kibet; doppio sarà il debutto per l’atleta di origini keniane che una settimana fa ha ottenuto passaporto olandese.

Dopo di lei, non sembrerebbero esserci atlete di elevato calibro; il miglior tempo d’iscrizione appartiene alla polacca Dorota Gruca con 2:27’46”. Gli organizzatori sperano in un risultato attorno alle 2:26’.

I record della manifestazione olandese appartengono, tra gli uomini, all’etiope Haile Gebrselassie (2:06’20” ottenuto nel 2005) e tra le donne, a Gete Wami, anche lei etiope che aveva corso in 2:22’19 nel 2002.
La partenza è prevista per le 10,30.

fonte: www.iaaf.org;logo:www.ingamsterdammarathon.nl

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *