22ESIMA VENICEMARATHON: PREVIEW

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Domenica mattina al via la 22esima edizione di Venicemarathon Trofeo Casinò di Venezia. L’attenzione di tutti domenica sarà per la corsa: 6.500 gli iscritti, con un incremento di 300 stranieri rispetto al 2006.
Lo sparo sarà dato a Stra dentro la Villa Pisani, all’inizio della Riviera del Brenta, la splendida area a ridosso del canale nella quale i ricchi e i nobili veneziani costruirono le proprie case di vacanza nel XVIII secolo.
La maratona attraversa quindi il centro di Marghera e Mestre ( i quartieri di Venezia che si trovano sulla terraferma), corre per 3km all’interno del Parco di San Giuliano e raggiunge Venezia tramite il Ponte della Libertà (un rettilinea pianeggiante lungo poco meno di 4km). Qualche variazione è stata apportata (sono eliminate ben 13 curve che rallentavano di molto l’andatura dei corridori all’interno del Parco di San Giuliano) rispetto al passato, ma anche quest’anno, l’arrivo nel centro storico, sulla banchina Riva dei Sette Martiri, di fronte alla Laguna, si preannuncia spettacolare. Nell’ultimo tratto, come da tradizione, saranno ben 14 i ponti che i maratoneti dovranno superare prima di tagliare il traguardo.

Diversi i top runners che daranno vita ad una sfida all’ultimo secondo: Danilo Goffi e Giacomo Leone, i due azzurri che nel 1995, all’esordio sulla distanza, arrivarono primo e secondo, tenteranno di conquistare il gradino più alto del podio, spodestando Jonathan Kipkorir Kosgei, il keniano vincitore dell’edizione 2006.

L’atleta milanese in forza al Gruppo Sportivo dei Carabinieri corre proprio a Venezia la sua prima maratona nel 1995, vincendo non solo la Venicemarathon, ma anche il titolo italiano. Nel 2004 ritorna in laguna, ma non riesce a bissare la vittoria, piazzandosi al secondo posto in 2h09’55” ad 1’’ dal vincitore. Questa estate si è dedicato alle distanza più corte ma è qui in buone condizioni e con l’obbiettivo di ripetere la vittoria di 12 anni fa.
Molto entusiasmo anche per Giacomo Leone, il maratoneta originario di Francavilla Fontana (BR) in forza alle Fiamme Oro che rivive con piacere ogni momento di quell’edizione targata ’95 che lo vide protagonista.
A Venezia ci sarà quindi l’emozione di una sfida ad al vertice tra atleti italiani, con la speranza di riportare i colori azzurri sul gradino più alto del podio.

Ma Adriano Pellizzon, responsabile dei Top Runners, avverte che la lotta per la vittoria di questa 22esima edizione sarà molto serrata e a contendersela ci sarà una pattuglia molto agguerrita di atleti stranieri; in testa il vincitore del 2006, quel Jonathan Kipkorir Kosgei, keniano classe 1982 che duellò fino agli ultimi metri con Alberico Di Cecco (che alla fine fu secondo, staccato di solo 3”) chiudendo con il tempo di 2:10’18”.
Il giovane atleta, che ha debuttato nella maratona proprio l’anno scorso ottenendo il secondo posto a Xiamen con 2h10’49’’, quest’anno ha conquistato il secondo posto nella mezza maratona RomaOstia del 25 febbraio alle spalle del connazionale Barus Benson con il tempo di 1h00’59’’, molto vicino al suo personale. Quella di Venezia è la sua prima maratona del 2007.

Tra le donne, si ripresentano al via la keniana Lenah Cheruiyot e Ivana Iozzia dopo la sfida di cui erano state protagonista nell’edizione dello scorso anno: vittoria per la keniana in 2:33’44 davanti alla connazionale Tegla Loroupe (2:35’50) e terza proprio la Iozzia in 2:36’13.
L’atleta comasca, campionessa italiana di maratona in carica, classe 1973 ha al suo attivo ben sette maratone e arriva a Venezia con la speranza di avvicinare il più possibile il muro delle 2:30’.
Per la forte keniana, dopo due maternità e diversi problemi di salute e dopo il nuovo personale stabilito a Roma quest’anno in 2:29’31, l’obiettivo dichiarato è invece un risultato vicino alle 2:27’.

Importanti le iniziative correlate alla corsa (anche a scopi umanitari in collaborazione con Africa Mission Onlus) e le partnerships con la Maratona; su tutte quella con il Casinò di Venezia.
Inoltre, assoluta novità, “Venicemarathon Trofeo Casinò di Venezia è la prima maratona al mondo ad essere presente anche nel mondo virtuale di Second Life.

La partenza è fissata per le ore 9,20; in allegato il volantino della manifestazione.

fonte: www.venicemarathon.it

ALLEGATO: ANet_news_Volantino_25.10.2007.pdf (1515 Kb)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *