TRIALS OLIMPICI USA 2008 DI MARATONA SCONVOLTI DA UNA TRAGEDIA.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Comincia purtroppo con una tragedia la due giorni dedicata alla maratona che coinvolge al città di New York: trials olimpici sabato e ING City Marathon domenica. Durante lo svolgimento del primo dei due eventi in programma l'atleta Ryan Shay, 28anni, si è accasciato al suolo dopo meno di mezz'ora di gara, alla metà del quinto miglio di gara (circa l'8°km). Shay è stato socorso immediatamente e trasportato in ambulanza al Lenox Hill Hospital, dove poi si è spento. Non è ancora nota al momento la causa del decesso.

“Noi tutti siamo distrutti dalla morte di Ryan,” ha detto Craig Masback, il presidente della federazione statunitense. “Lui era un campione che era qui oggi per inseguire il suo sogno. I Trials olimpici sono tradizionalmente un giorno di festa, ma ora siamo affranti. I nostri pensieri e le preghiere sono per la moglie di Ryan, Alicia, e tutta la sua famiglia. La sua morte è una grave perdita per il nostro sport”.

Shay era nato in Michigan e si era laureato alla Notre Dame University nel 2002. Vinse il titolo universitari 2001 nei 10.000 metri e deteneva la 9^ prestazione USA di sempre. E' stato campione USA di Maratona nel 2003, campione di mezza-maratona 2003 e 2004, campione nazionale sui 20km nel 2004 e campione 2005 nei 15 km. Shay aveva un personale in maratona di 2:14:09, stabilito a New York nel 2004.
Annunciato come uno dei favoriti per entrare nel team olimpico di maratona nel 2004 soffrì di un infortunio al tendine di un ginocchio in quella gara e finì 23esimo. Shay si qualificò per i Trials 2008 giungendo terzo con 2:14:58 nel 2006 alla Medtronic Twin City Marathon.
Ryan Shay si allenava con il Team California USA (ora Team running USA), poi con i Mammouth Lake, li gruppo con i medagliati olimpici Meb Keflezighi e Deena Kastor ed il fresco campione americano di maratona Ryan Hall.

Per la cronaca, la maratona dei trials è poi stata vinta, come si diceva, da Ryan Hall in 2h09'02″, precedendo Dathan Ritzenhein (2h11'07″) Brian Sell (2h11'40″) e l'ex recordman mondiale Khalid Khannouchi (2h12'34″).

nella foto Ryan Shay

fonte: www.nyrr.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *