MUELLER PROPONE DI RIFORMARE I CAMPIONATI MONDIALI MASTER

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Uno tra i più importanti personaggi dell’atletica master mondiale, il tedesco Guido MUELLER (1938-M65), dopo l’ultima esperienza ai Mondiali in Romagna dove ha conquistato altri 4 titoli, interviene proponendo di modificare la formula della manifestazione. Lo ha fatto a seguito della sua premiazione quale “Master Tedesco dell’Anno” (nel 2005 era stato “Master dell’Anno” per la federazione mondiale), esprimendo alcune sue considerazioni su come riformare i meccanismi di partecipazione e di organizzazione dei Campionati Mondiali Master Stadia. Una voce così autorevole sicuramente metterà in moto un dibattito che potrebbe essere ascoltato e recepito dalla World Master Athletics. (foto fonte master-sport.de)

MUELLER comincia da alcune considerazioni (qui riassunte e in parte interpretate) che in un certa maniera le si può definire oggettive: 1) la gestione di una massa d’iscritti, come quella presente a Riccione e nelle altre sedi periferiche, crea giocoforza problemi troppo complessi, specie quelli logistici e di mobilità; 2) i tempi di durata della manifestazione costringono i partecipanti ad esborsi economici diventati pesanti, dato che se ne fanno carico direttamente; 3) poi il numero dei partecipanti costringe a turni intermedi affaticanti, specie se ripetuti in più specialità, pregiudicando le prestazioni tecniche; 4) alcuni partecipanti con le loro prestazioni ridicolizzano il livello di alcune gare, causando anche uno svilimento dei titoli conquistati da master di grande valore.

La sua ricetta in pratica si articola così: a) dovrebbe essere concepito un meccanismo di qualificazione preventiva riservata ai master di basso livello, magari con una manifestazione preliminare; b) in questo modo si arriverebbe a Campionati Mondiali Master Stadia di durata più ridotta, con livelli tecnici più alti e con costi economici più sostenibili per gli atleti.

La sortita di MUELLER è stata subito ripresa dai due siti guida dell’atletica master mondiale, prima www.masters-sport.de/ di Annette KOPP e di seguito da www.masterstrack.com di Ken STONE. In particolare sul blog di STONE è ripartito il dibattito sul tema lanciato da MUELLER, per altro non nuovo, con interventi di segno diverso. Circa un mese fa l’olandese campionessa mondiale di salto in alto W55 Weia REINBOUND ha proposto un sondaggio online (http://masterstrack.com/blog/001861.html) in cui chiedeva di esprimersi a favore o contro l’introduzione dei minimi di partecipazione ai Campionati Mondiali Master. Al momento i favorevoli sono il 56%, il 35% sono contrari (e favorevoli alla libera partecipazione), con il 9% di indecisi. E voi cosa ne pensate? Nell’aeera FORUM del nostro sito è aperto uno specifico dibattito.

fonte: master-sport.de + masterstrack.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *