GRADUATORIE FEMMINILI F30-F35-F40

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Terzo e ultimo blocco delle statistiche master femminili del 2007. Sono presentate tre categorie, una delle quali al momento di carattere virtuale, quella delle F30, in quanto non ancora codificata dalla F.I.D.A.L. Si tratta d’aspettare ancora qualche anno… Tutti i dati statistici sono contenuti nel file scaricabile in fondo a questa pagina, altrimenti consultabile sulla sinistra di questa pagina alla voce “STATISTICHE MASTER”. Come sempre sollecitiamo chiunque (anche se non direttamente interessato) a segnalare errori o lacune inviando un’email all’indirizzo: werter.corbelli@atleticanet.it (nella foto E. Baggiolini nei 400 hs dei Mondiali Master)

E’ stato un anno a dir poco importante per le nostre master di prima fascia d’età. Il palcoscenico dei Campionati Mondiali ha permesso al movimento master femminile italiano di conquistare una nuova dimensione. Alla fine sono stati contati per le W40 8 titoli individuali e quello molto prestigioso della staffetta 4×100; anche per le W35 9 titoli. A queste vanno aggiunte le tante medaglie d’argento e di bronzo. Tutto ciò si spera stimoli le motivazioni di molte giovani master per insistere anche nei prossimi anni. Naturalmente l'effetto Mondiali ha avuto una forte ricaduta nelle graduatorie di fine anno, che ora mostrano una situazione finalmente di maturazione del settore anche nell’insieme.

Il Medagliere ai Campionati Mondiali
Oro
W40: Barbara Ferrarini – 400 hs (63”83) m.p.i.
W40: Elisa Neviani – Triplo (11,87)
W40: Samia Soltane – 2.000 siepi (7'06”10) m.p.i.
W40: 4x100m. (R. Marchi – G. Perlino – S. Tellini – M. Roccamo) (50”58) m.p.i.
W40: Milena Megli – Marcia 10 km. (52'33”)
W40: Milena Megli – Marcia 20 km. (1°48'45”)
W40: Cross Country a squadre (R. Souma – O. Corvaia – F. Ragnetti)
W40: Marcia 10 km. a squadre (M. Megli – P. Bettucci -L. Zullo)
W40: Marcia 20 km. a squadre (M. Megli – P. Bettucci – P. Martini)
W35: Veronica Becuzzi – Giavellotto (48,01)
W35: Emanuela Baggiolini – 400 hs (60”84)
W35: Annamaria Vanacore – Cross Country
W35: Cross Country a squadre (A. Vanacore – I. Corbellini – S. Agnese)
W35: Maria Tranchina – Martellone (15,66) m.p.i.
W35: Maria Tranchina – Martello (49,20)
W35: Jacopa Fragapane – 10.000 (37'21”61)
W35: Roberta Bugarini – Alto (1,73)
W35: Patrizia Aletta – Pentathlon Lanci (3.848)
W35: Veronica Chiusole – 2.000 siepi (7'01”19) m.p.i.
W35: Maratona a squadre (S.Satini – S.Marchili – E.Mosso)
Argento
W40: Paola Bettucci – Marcia 10 km. (53'14″)
W40: Paola Bettucci – Marcia 20 km. (1h56'12”)
W40: Roberta Bogiatto – 10.000 m. (37'25”43)
W40: 4×400 m. (R. Anibaldi – B. Ferrarini – G. Perlino – R. Marchi) (4'07”66) m.p.i.
W40: Maratona a squadre (E. Jaccheri – O. Corvaia – T. Bianconi)
W35: Jacopa Fragapane – 5.000 m. (17'44”93)
W35: Isabella Corbellini – Cross Country
W35: Veronica Chiusole – 800 m. (2'16”34)
W35: Patrizia Aletta – Martellone (15,37)
W35: Patrizia Aletta – Martello (47,78)
W35: Maria Tranchina – Peso (13,33)
W35: Lorella Pagliacci – 10.000 m. (38'16”09)
W35: Giuseppina Malerba – Triplo (11,40)
W35: Maria Tranchina – Pentathlon Lanci (3.791)
W35: Annamaria Vanacore – 2.000 siepi (7'06”77)
W35: Stefania Satini – Maratona (2°59”58)
W35: 4×400 (C. Amigoni – G. Giorgi – P. Pascon – T. Bignami) (4'04”70)
Bronzo
W40: Maria Letizia Bartolozzi – Disco (32,40)
W40: Tiziana Piconese – Alto (1,56)
W40: Elena Jaccheri – Maratona (3°00'41)
W35: Stefania Agnese – Cross Country
W35: Laura Millo – Asta (2,30)
W35: Angela Ceccanti – 5.000 m. (18'00”68)
W35: Santa Sapienza – Martellone (13,56)
W35: Santa Sapienza – Martello (42,79)
W35: Paola Garinei – 10.000 m. (38'56”41)
W35: Ilaria Ceccarelli – 100 hs (15”67)
W35: Sabina Marchili – Maratona (3°00'58)
W35: 4×100 (L. Cimarelli – T. Bignami – B. Valdifiori – E. Furlan) (51”38)

Titoli conquistati agli Euroindoor
W40: Paola Bettucci – Marcia 5 km (25'40″)
W40: Milena Megli – Marcia 3.000 m (14'30″27)
W35: Patrizia Aletta – Martellone (15,00)

Difficile affermare se in questo contesto agonistico qualcuna abbia primeggiato su tutte le altre, tante sono state le protagoniste. C’è l’imbarazzo della scelta. A fronte di una riconferma come nel caso di Elisa NEVIANI (1965-W40), già campionessa mondiale del salto triplo a San Sebastian nel 2005, sono finalmente emersi personaggi (per citarne alcune) come Barbara FERARRINI (1967-W40) e Emanuela BAGGIOLINI (1972-W35), entrambe vincitrici mondiali nei 400 ostacoli delle rispettive categorie. Lo stesso è avvenuto nei 2.000 siepi con Samia SOLTANE (1967-W40) e Veronica CHIUSOLE (1972-W35). Si tratta di specialità con forti specificità tecniche, perciò ancor dippiù sintomo di un’evoluzione. Proviamo ad analizzare i dati consuntivi per settore di specialità.

VELOCITA’
Primadonna del settore è stata la sicula Marta ROCCAMO (1966-MF40) che nel corso dell’anno ha rinnovato il primato di categoria dei 100mt. sia elettrico (12”98) che manuale (12”7). Ai Campionati Mondiali s’è conquistata le finali W40 dei 100 e 200 mt. per poi fare da leader della staffetta 4×100 (con Rosa MARCHI, Giuseppina PERLINO, e Susanna TELLINI) che ha colto una grande affermazione a tempo di nuovo record italiano con 50”58. Per il resto sono state registrate prestazioni di buon ma non eccelso livello. Vanno citate: Loredana CIMARELLI (1972-MF35) capace di 8”07 – 12”79 25”96 – 59”75; Maria Grazia PANZARINO (1971-MF35) con 8”02 – 12”90 – 25”99i; Giuseppina PERLINO (1965-MF40, componente della 4×100) con 13”46 – 27”15 – 1’01”89; Rosa MARCHI (1964-MF40, componente della 4×100) con 13”2m – 27”30 – 1’01”82. Nella velocità prolungata va dato onore e valore alle due medaglie d’argento mondiali delle staffette 4×400 W40 (R. Anibaldi – B. Ferrarini – G. Perlino – R. Marchi, con il record nazionale di 4'07”66) e della 4×400 W35 (C. Amigoni – G. Giorgi – P. Pascon – T. Bignami) (4'04”70).

MEZZOFONDO e FONDO
Qui il movimento master italiano ha dato prova di avere ottime punte e una base discretamente estesa. Due dati su tutti: nei 1.500mt. MF40 la 10° prestazione è stata 5’00”04 e la 20° di 5’17”9m. Si va da atlete che fanno parte del giro della nazionale assoluta, fino a buone mezzofondiste che grazie alla loro longevità agonistica stanno emergendo nel mondo master. La 38enne Silvia SOMMAGGIO (1969) sembra vivere una seconda giovinezza, con un posto fisso nella nazionale assoluta; consegna alle graduatorie 2007 un siffatto ruolino di tempi: 4’20”85 – 9’16”77 – 15’37”72 – 33’14”97. La 39enne Gloria MARCONI (1968) s’è mossa in ritardo durante la stagione agonistica per recuperare da malanni, ma quanto basta per laurearsi campionessa italiana assoluta dei 10.000mt. Per lei, che si accinge ad entrare tra le over-40, i tempi del 2007 sono stati: 4’27”69 – 9’19”63 – 33’26”95. Su un piano minore, comunque di rilevante spessore tecnico, c’è un’altra atleta che per ora frequenta solo il settore assoluto, Simona VIOLA (1971) con tempi nel 2007 di: 4’30”00 – 9’38”09 – 16’15”93 – 34’12”94.

Chi è improvvisamente entrata in un’altra dimensione è la 35enne Veronica CHIUSOLE (1972-MF35), da sempre un’onesta specialista del mezzofondo, ma che grazie allo stimolo dei Campionati Mondiali Master ha concluso la stagione agonistica con il titolo mondiale W35 dei 2.000 siepi, l’argento degli 800 metri e il doppio record delle siepi (6’57”78 sui 2.000 e 10’33”11 sui 3.000); più tempi di 2’14”32 su 800 mt. e 4’33”88 su 1.500 mt. La coetanea Silvia CASELLA (1972) non ha invece scelto di frequentare ancora il mondo master pur avendo tempi nell’anno di: 2’12”54 – 4’29”24 – 9’40”64i – 16’52”41. E’ stata straordinaria la progressione della italo-francese-magrebina Samia SOLTANE (1967-MF) accasatasi ad Aosta alla corte della famiglia Ottoz-Calvesi. Nei 2.000 siepi ha vinto il titolo mondiale W40 a suon di record europeo di categoria (7’06”10) e poi ha stabilito anche quello italiano dei 3.000 siepi con 11’05”11. Inoltre ha all’attivo sulle altre distanze: 4’39”83 – 9’59”0m – 17’37”0m. In materia di siepi c’è poi da scrivere con merito di Annamaria VANACORE (1972) che è stata 2° delle W35 ai Mondiali nei 2.00 siepi con 7’06”77 e ha corso anche i 3.000 siepi in 11’09”70. Ancora due citazioni: Ewa KEPA (1963-MF40), atleta polacca molto conosciuta nel circuito romano, ha vestito finalmente a Misano per i Mondiali la maglia azzurra e ha consegnato alle graduatorie i tempi di 2’17”60 e 4’42”83. La bresciana Laura AVIGO (1967-MF40) ha corso in 2’19”87 e 4’40”65, questultimo tempo relativo al 4° posto nella finale dei 1.500mt. W40 dei Mondiali.

OSTACOLI
Emanuela BAGGIOLINI (1972-MF35) è arrivata nel migliore dei modi a conoscere il mondo dei master. Per quasi tutta la stagione la lombarda ha continuato a gareggiare con le migliori specialiste nazionali dei 400 ostacoli (7° ai Campionati Italiani Assoluti), con un miglior tempo di 59”72 che le vale il record italiano MF35; per poi presentarsi a Misano e trionfare nella finale delle W35. Nelle graduatorie master la lombarda è leader di specialità anche nei 400 piani con 57”65 e negli 800mt. con 2’11”66. Nella finale W35 erano presenti altre due italiane: Ilaria CECCARELLI (1972) 4° (poi 3° nei 100 ostacoli) e Cristina AMIGONI (1968) eccellente 5° e soprattutto perchè ottenuto al suo primo anno di attività in assoluto nell’atletica leggera!
La poliedrica Barbara FERRARINI (1967-MF40) è riuscita a portare a termine in gloria la stagione non ostante una fastidiosa microfrattura al piede. Ha cominciato in aprile a migliorare il record di categoria sui 400 ostacoli fino al tempo di 1’03”83 della finale vittoriosa ai Mondiali. Sempre ai Mondiali, sebbene dolorante, ha dato il suo contributo per l’argento della staffetta 4×400 W40. Per non smentire il suo talento a giugno, tra l’altro, era planata nel lungo alla misura record per la cat. MF40 di 5,48.

SALTI
Qui merita l’apertura la saltatrice in alto Roberta BUGARINI (1969-MF35), un’atleta presente con continuità a livello assoluto in Italia da un numero ormai sconfinato di anni. La marchigiana ha dato il suo apporto per tutta la stagione alla società d’appartenenza, riuscendo nella prima prova regionale del CdS a salire fino a 1,83 (miglior prestazione di categoria). Sulla pedana di Misano ha finalmente fatto il suo esordio nel mondo dei masters aggiudicandosi agevolmente il titolo delle W35. L’ha imitata solo in parte l’olimpionica Antonella BEVILACQUA (1971-MF35) che lo stesso giorno di maggio ha saltato 1,83, quindi pareggiando la BUGARINI; ma poi non ha avuto seguito. A distanza e pur sempre su prestazioni di notevole valore per le over-35 è stata la 38enne Costanza MORONI (1969) che chiude l’anno con 1,74 nell’alto – 5,52i nel lungo – 12,69 nel triplo. Una sorpresa è stata quella della 35enne Barbara LAH (1972) vista a Riccione solo con mansioni di segreteria e due settimane dopo presente ad una finale dei CdS Assoluti rimediando 5,65 nel lungo e 12,90 nel triplo.
Chi invece da anni il salto nella dimensione dell’atletica master l’ha fatto con decisione e molte soddisfazioni è la modenese Elisa NEVIANI (1965), per il momento indiscussa leader mondiale del salto triplo W40, che durante l’anno ha ottenuto le misure di 12,00 in condizioni regolari e 12,07 con ventoso oltre la norma; a cui ha aggiunto 5,29 ne lungo. La collega Susanna TELLINI (1966-MF40) ha da parte sua conclude l’anno con 5,32i e 10,72; è stata 4° in entrambe le finali mondiali W40, trovando la soddisfazione della medaglia d’oro quale componente della staffetta 4×100. Medaglia di bronzo di notevole significato è stata quella conquistata ai Mondiali nel salto in alto dalla trentina Tiziana PICONESE (1966-MF40), capace di migliorare durante la stagione il suo record italiano di categoria scavalcando 1,62. Infine una meritata citazione va all’astista 40enne Lorena MARANO (1967) entrata nel “club dei 3 metri”.

LANCI
Anche dal settore lanci sono arrivate buone notizie. Partiamo dalla “numero 2” a livello assoluto in Italia del giavellotto, Claudia COSLOVICH (1972), che ormai 35enne è stata capace di sfiorare nuovamente i 60 metri (esattamente 59,88). Per lei discorsi master sembrano prematuri. Non ha avuto tentennamenti invece la “numero 3” italiana del giavellotto Veronica BECUZZI (1971), quest’anno a 49,99 e soprattutto presente ai Mondiali Master per conquistare il titolo delle W35. Altra atleta del settore assoluto restia a coinvolgersi tra le masters è la 42enne Mara ROSOLEN (1965-MF40), tornata dalla maturità per lanciare subito il peso a 15,32.
Concludono il 2007 molto contente del loro status di master: la palermitana 39enne Maria TRANCHINA campionessa mondiale W35 del martello e martellone più 2° nel peso e nel pentathlon lanci; la 36enne pugliese Patrizia ALETTA campionessa mondiale del pentathlon lanci W35 più 2° nel martello e martellone ed inoltre campionessa indoor del martellone; la catanese Santa SAPIENZA ai Mondiali 3° nel martello e martellone W35. Per la TRANCHINA c’è stato anche il record di categoria del martellone a 15,96 mentre la ALETTA s’è preso quello del pentathlon lanci con 3.848 punti. Nella categoria superiore la toscana Letizia BARTOLOZZI (1967-MF40) ai Mondiali è stata 3° nel disco e 4° nel pentalanci con il nuovo record di categoria di 3.592 punti.

MARCIA
Come sempre dal settore della marcia non sono mancati sono i titoli. Nella categoria W40 ai Mondiali la coppia Milena MEGLI (1966) e Paola BETTUCCI (1964) ha ripetuto il risultato 1°-2° nella 10 e 20 Km. su strada. Per la toscana MEGLI i tempi stagionali sono stati: 25’17”37nei 5.000 su pista – 52’33” nei 10 Km. su strada – 1°48’45” nei 20 Km. su strada. Per la campionessa mondiale uscente nel 2005 BETTUCCI: 25’35”13 – 53’14” – 1°56’12”.
Discorso a parte tocca alle nostre senatrici della marcia, protagoniste sulla scena mondiale assoluta degli ultimi 10-12 anni, che nel 2007 hanno tentato di riemergere, senza riuscirci, tuttavia con discrete prestazioni cronometriche in considerazione dell’età: la 36enne Gisella ORSINI (1971) con 22’36”4m e 1°34’37”; la 39enne Elisabetta PERRONE (1968) con 22’37”26; la 35enne Rossella GIORDANO (1972) con 1°32’38”.

PROVE MULTIPLE
Una sola atleta della fascia 35-44 anni ha ottenuto risultati degni di essere qui ripresi ed è l’emiliana 43enne Rossella ZANNI (1964) al 5° posto dell’eptathlon posto ai Campionati Mondiali Master W40 con il record di categoria a 4.195 punti

LE PRE-MASTERS
Proviamo a definire in questo modo le appartenenti alla fascia 30-34 anni della categoria virtuale delle F30, in alcuni casi in procinto di entrare tra le over-35. Prima osservazione di valore tuttaltro che secondario: il giro delle velociste della nazionale assoluta appartiene per gran parte alle pre-masters. E’ un dato che per alcuni ha un significato di segno positivo (la dimostrazione di prestazioni di vertice anche dopo i 30 anni); mentre per altri è un chiaro segno di debolezza dell’atletica azzurra (la mancanza di ricambio e l’assenza di giovani talenti). Il panorama delle velociste di vertice ultra30enni è stato così composto nel 2007:
– Daniela GRAGLIA (1976) 7”31 – 11”64 – 23”88
– Anita PISTONE (1976) 7”31 – 11”37 – 23”68
– Manuela LEVORATO (1977) 11”64
– Elena SORDELLI (1976) 7”44 – 11”66
– Manuela GRILLO (1977) 7”60 – 11”79 – 24”01 – 54”36
– Lara ROCCO (1975) 12”15 – 24”71 – 54”05 – 57”97.
Insomma la media d’età della staffetta 4×100 azzurra non è stata mai così alta. Ed inoltre nelle altre specialità non sono state poche nel 2007 le atlete over-30 che figurano ai primi delle graduatorie italiane assolute. Tanto per citare le più significative:
– Elisabetta ARTUSO (1974) 800mt. in 2’03”04
– Eleonora BERLANDA (1976) 2’05”60 – 4’11”45 – 9’21”01
– ara PALMAS 2’07”60 – 4’18”79
– Claudia PINNA (1977) 9’17”00 – 16’07”37 – 33’41”59
– Bruna GENOVESE (1976) 16’18”42 – 35’04”3m
– Fatna MARAOUI (1977) 33’05”79
– Margaret MACCHIUT (1974) 100 ostacoli in 13”55
– Daniela GALEOTTI (1977) salto in alto a 1,83i
– Arianna FARFALLETTI (1976) salto con l’asta a 4,30
– Magedelin MARTINEZ (1976) lungo a 6,21 e triplo a 14,71
– Taimi O’REILLY-CAUSSE (1976) lungo a 6,38 e triplo a 13,64
– Cristina CHECCHI (1977) peso a 16,93i e disco a 59,74
– Giorgia BARATELLA< (1975) disco a 56,31
– Ester BALASSINI (1977) martello a 71,96
– Vanessa MAIOCCHI (1976) giavellotto a 47,73.
Ci sono le capofila delle graduatorie assolute dell'anno dei 10.000mt. (MARAOUI), del triplo (MARTINEZ), del disco (CHECCHI), del martello (BALASSINI).

Un’ultima osservazione per le atlete con capacità tecniche rilevanti che nel 2008 faranno il loro ingresso per età tra le over-35:
– Patrizia SPURI con 55”06 nei 400 nel 2007
– Paola TISELLI con 2’12”37 – 4’32”2m
– Rosanna MARTIN con 4’25”33
– Ivana IOZZIA con 17’07”27 – 36’31”5
– Maria BRESCIANI nell'asta 3,90
– Emanuela PERILLI nella marcia 22’52”79 e1°39’27”.

fonte: Fidal-Atleticanet

ALLEGATO: ANet_news_Grad._MF30-35-40_20.12.2002.pdf (209 Kb)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *