AVANTI INDOOR!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Il secondo weekend di gennaio inaugura ufficialmente la stagione italiana al coperto 2008. Negli impianti indoor di tutta la penisola si sono svolte le prime gare con un occhio di riguardo per i più giovani. Ancona e Modena hanno regalato le prime grandi prestazioni dell’anno (in aggiornamento).

Peccato solo che non abbia ancora risolto le controversie burocratiche, altrimenti si sarebbe già parlato di nuova migliore prestazione italiana. Stiamo parlando di Eusebio Haliti (Pol. Rocco Scotellaro), quattrocentista albanese di gran qualità, autore di una gara fenomenale ad Ancona. 48”86 sul doppio giro da 200 metri, per abbassare il record allievi datato addirittura 1983, quel 49”12 di Danilo Bertaggia. Haliti si era già messo in evidenza sui 400 hs nella passata stagione all’aperto, durante il suo primo anno di categoria allievi, vincendo il titolo italiano con 54”15. Un atleta da giro di pista a tutto tondo dunque, con la prospettiva di valere già un tempo ben al di sotto del suo personale anche sugli ostacoli.

All’impresa di Haliti hanno fatto eco altri due giovani promesse dell’atletica azzurra, i triplisti Daniele Greco (Atl. Vomano) e Leonardo Bruno (Salento Atletica Matino). Entrambi hanno saputo sfruttare le qualità di una pedana che già in passato ha regalato prestazioni importanti: Greco ha inaugurato la stagione con un risultato di valore assoluto, spiccando il volo alla terza prova finendo a 15,69, terza prestazione junior di sempre, a 47 cm dal 16,16 di Andrew Howe.
Leonardo Pasquale Bruno, compagno di allenamenti di Greco ed al primo anno nella categoria allievi, ha invece fatto segnare un buon 14,29, confermando il talento di un ragazzo che ha già ottenuto all’aperto la misura di 14,82, seconda migliore prestazione Cadetti di sempre, alle spalle del solito Howe.

La città marchigiana ha poi salutato lo sprint di Roberto Donati (Gs Valsugana Trentino) sui 60 metri, primo in 6”83 davanti a Francesco Garzia (US Aterno Pescara) con 7”00, in una gara che ha visto anche l’infortunio dello junior marchigiano Luca Santori, facile vincitore della batteria con 7”04.

Un altro primato giovanile ha rischiato di cadere a Modena, complice l’ottima condizione di forma di Giuseppe Carollo, ragazzo di Schio che ha sfiorato i 2,12 nel salto in alto. Alla fine per lui è rimasto un ottimo 2,09, con la sensazione che la misura del record si potesse materializzare a breve. Cosa che effettivamente si è verificata il giorno successivo ad Udine, dove durante una riunione indoor l'atleta della Novatletica Città di Schio ha migliorato il record italiano allievi indoor di salto in alto, salendo a 2,12 (prec. 2,11 sempre di Carollo, a Padova il 16.12.2007).
1,81 è stata invece la misura che ha deciso la gara al femminile e soprattutto la sfida fra Serena Capponcelli ed Elena Vallortigara, ossia due tra le migliori interpreti europee della specialità rispettivamente tra junior e allieve.
La vittoria alla fine è andata alla Capponcelli con la Vallortigara, anch’essa di Schio, a terminare la gara con 1,79, dimostrando comunque di essere una delle promesse più concrete dell’atletica italiana.

Tra le assolute spicca la vittoria di Elena Sordelli sui 60 metri, che con 7”44 si impone sia su Erica Marchetti (7”48) che su Doris Tomasini (7”55). Tra gli uomini è invece Andrea Lucani ad avere la meglio con 6”91 per un solo centesimo su Gavino Dettori. DA segnalare infine il successo di Nicola Comencini (Cento Torri Pavia) nei 60 ostacoli con 8”06.

Nelle altre riunioni da segnalare il 7″04 sui 60 di Stefano Tobia al palasport Dozio di Saronno, il 2,10 nell'alto dello junior Marco Fassinotti ad Aosta, ed i tempi della velocità a Rieti: 7″76 di Giulia Latini sui 60 allieve, 7″03 dello junior Fabio Bellagamba, 8″09 di Elton Bitincka sui 60 Hs, 7″56 della junior Ilenia Draisci sui 60 femminili.

fonte: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *