27ESIMA MONTEFORTIANA-TURA’: UN’ALTRA VITTORIA PER LEBID

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Si sono incontrati oggi per la prima volta; il 7 volte campione d’Europa di cross, l’ucraino d’Italia, il gentilissimo Sergeiy Lebid e l’astro nascente keniano, già vincitore di maratone del calibro di Londra e New York, Martin Lel.
Il campo, anzi, la strada dice 1-0 per il biondo ragazzo dell’est, ormai beniamino anche in Italia.
Il terreno di scontro sono state le strade venete di Monteforte d’Alpone, teatro della 27esima edizione della Montefortiana-Turà, gara competitiva corsa su 10,6km.
La gara è stata impostata su ritmi non fortissimi all’inizio; questo a beneficio dello spettacolo che si è proposto sul finale, quando i due campioni hanno dato vita ad un entusiasmante rush finale: la vittoria è andata appunto a Lebid che si è buttato meglio sul filo di lana, guadagnando un solo importantissimo centesimo che gli ha permesso di prevalere sul rivale keniano. Stesso tempo per i due, 30’48”. Terzo, a sorpresa, il carabiniere Denis Curzi con un tempo di pochissimo superiore ai 31’ (31’03”) che si è messo alle spalle atleti più quotati come i keniani Erastus Chirchir e Alfred Sang.

Tra le donne, assente la Sicari per influenza, la vittoria è andata alla più quotata della vigilia, la veneta Bruna Genovese; per l’atleta della Forestale l’esordio stagionale è stato più che soddisfacente grazie ad una gara condotta in solitaria fin da poco dopo la partenza e che le ha permesso di scendere sotto i 20’ sul percorso da 6km (16’56”). Dietro di lei, seconda classificata la romana dell’Esercito Gegia Gualtieri al rientro dopo un anno di stop (20’13”) mentre terza è arrivata la bergamasca Stefania Benedetti, fresca vincitrice della Maratona di Reggio Emilia (20’24”). Quinta la grossetana in forza all’Esercito Cristiana Artuso (20’46”), battuta dalla giovane piemontese della Cover Melissa Peretti (20’45”).

fonte: www.fidalveneto.it
fonte foto: www.iaaf.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *