WEEK-END INDOOR CON DUE RECORDS ITALIANI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Sabato e domenica scorsi l'attività delle gare indoor è stata un poco a regime ridotto. La riunione di maggiore significato per partecipazione e risultai è stata quella di domenica pomeriggio al Palaindoor di Ancona dove sono state ottenute peraltro due nuove migliori prestazioni italiane al coperto. (nella foto Anna Maria Pagnotta)

Lucia SORANZO è tornata sulla stessa pista a distanza di soli tre giorni dopo i primato MF60 dei 3.000 questa volta per disputare i 1.500 mt. e com'era prevedibile per stabilire questa volta la m.p.i. “pre” MF60 con il tempo di 5’48”02, precedente 6’08”28 di Noemi GASTALDI (a Firenze nel 1993). La ravennate sembra intenzionata a sostenere un'impegnativa stagione al coperto, tanto da essere iscritta ai Campionati Mondiali Indoor di Clermont-Ferrand alle gare dei 1500, 3000 ed anche della mezzamaratona, quest'ultima gara ovviamente su strada.

Ha fatto invece impressione e sorpresa nei 400 metri il risultato di Anna Maria PAGNOTTA (1958-MF50) approdata con 1’06”64 alla nuova m.p.i. “pre” delle MF50, migliorando nettamente il tempo di Lidia MARALDO di 1’09”0m (a Torino nel 1989). L'atleta del Cus Molise solo da poco tempo ha intrapreso l'attività master. Lo scorso anno ha corso i 400 mt. in 1'06″1m e gli 800 mt. in 2'28″40, vincendo il titolo indoor MF45 di quest'ultima specialità. Nelle graduatorie degli anni precedenti è stata presente nel 2006 con 2'33″90 negli 800mt. e nel 2005 con 1'12″1m sui 400mt. Insomma un'atleta in evoluzione che ora nella categoria MF50-W50 potrebbe riservare ottime prestazioni e piazzamenti.

Ancora a ANCONA domenica 20 ci sono state numerose prestazioni da segnalare dei velocisti. Nei 60 metri era in gara l'ex-nazionale assoluto Giovanni PUGGIONI (1966-MM40) che s'è limitato a correre una batteria nel sempre notevole tempo di 7”18, rinunciando poi a correre una delle finali. Ricordiamo che PUGGIONI detiene la m.p.i. M40 dei 100mt. con 10″60. Il romano ha fatto il suo esordio indoor con 7″30 e di seguito con 52″19 sul doppio giro di pista. Nelle categorie superiori dello sprint si sono distinti: Giulio MORELLI (1963-MM45) a 7”68; Antonio ROSSI (1950-MM50) a 7”95; Livio BUGIARDINI (1948-MM60) a 8”18; Benito PICCIRILLI (1927-MM80) a 10”40. In passerella poi sui 400 mt. alcuni tra i nostri migliori specialisti a cominciare da sua maestà Enrico SARACENI (1964-Sm/M40) che ha assaggiato la pista con 51″16, seguito per prestazioni in altre batteria da Emilio DE BONIS (1970-MM35) con 51”62 e da Massimiliano POETA (1972-Sm/M35) con 51”68.

A PADOVA sabato 19 scarsa presenza di atleti masters con prestazioni interessanti nelle corse di Cesare LAZZATINI (1973-Sen/M35) a 52”47 nei 400mt., di Manuel DALLA BRIDA (1973-Sen/M35) con 4’05”80 nei 1.500 così come Mariano MORANDI (1965-MM40) con 4’19”76. Nel getto del peso (da 7,26 kg.) Matteo CIBOLLINI (1973-Sen/M35) ha lanciato a 15,39.

A FIRENZE domenica 20 s'è messo in luce Ferido FORNESI (1962-Sm/M45) tornato in pista a distanza di una settimana e subito in netto progresso correndo la batteria in 7″47 e la finale in 7″46. Nei 60mt. ostacoli in progresso anche Mauro ROSSI (1973-Sm/M35) a 8″33.

A CARAVAGGIO domenica 20 riunione dedicata ai salti in elevazione. La gara assoluta è stata vinta dall'inossidabile Marco SEGATEL (1962-MM45) ripetutosi a 1,95 già saltato in dicembre che eguaglia la m.p.italiane ed europea M45 per età compiuta. Nel salto con l'asta Gianpaolo BOLONDI (1970-Sm/M35) è salito a 4,40.

A UDINE domenica 20 ancora astisti in evidenza con Roberto DURANTE(1973-Sm/M35) a 4,50 e Alessandro BEDA (1973-Sm/M35) a 4,20. Straordinario poi il “quasimaster” 34enne Paolo CAMOSSI (06/01/1974) che nel salto triplo è stato capace ancora di un balzo a 16,52.

Al momento non sono disponibili i risultati dei Campionati Regionali Open della Campania.

fonte: Comitati Regionali Fidal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *