RESOCONTO INDOOR PRIMA PARTE DI FEBBRAIO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Weekend intenso per l’atletica quello appena trascorso con diversi meeting a catalizzare l’attenzione degli appassionati tra questi il principale sicuramente è stato quello d’Ancona con i campionati italiani giovanili.
Tra i migliori risultati si distinguono gli atleti della categoria allievi tra cui spiccano i tre record ottenuti nella prima giornata di gare.
Nel salto in alto, categoria allievi, Giuseppe Carollo della Novatletica Città di Schio, ormai un habitué a spostare il record di categoria di un centimetro alla volta, ha stabilito il nuovo limite fermandosi a 2 metri e 13.
Nel salto triplo, categoria Juniores, Daniele Greco, dell’Atletica Bruni Pubblicità Vomano ha stabilito il nuovo limite italiano di categoria con un salto da 16 metri e 12, cancellando il precedente limite che apparteneva ad Andrew Howe.
Migliore prestazione italiana e titolo tricolore anche nella prova femminile del salto triplo allieve per Maria Moro dell’Italgest Athletic Club che è andata a superare i 12 metri e 80 centimetri.
L’emiliana Serena Capponcelli sì è aggiudicata il titolo nel salto in alto categoria Juniores con la misura di 1.78, mentre nei 60 ostacoli un altro atleta dell’Emilia, Davide Malpighi, Fratellanza Modena, ha conquistato il titolo italiano con il tempo di 8”10.

Nel lancio del peso Juniores un imprendibile Alberto Sortino della Riccardi Milano ha vinto la gara con la misura di 17 metri e 35, al secondo posto sì è classificato Stefano Vetere della Polisportiva Libertas Benevento con la misura di 16.31.
Nella seconda giornata di gare ancora un record, ancora un’atleta della categoria allievi, dal salto con l’asta Claudio Michel Stecchi, dell’Assi Banca Toscana è andato a migliorare il record italiano di categoria superando l’asticella a quota 4 metri e 81.
Nei 1000 metri allievi impressiona la prova di Tommaso Renzo dell’Atletica Vicentina capace di correre la distanza con il tempo di 2’30”87, alle sue spalle sì è piazzato Mohamed Mouaouia dell’Atletica Gorizia Friulcassa con il crono di 2:31.64.
La classifica di società vede nettamente in testa negli allievi l’Atletica Bergamo 1959 Creberg; negli Juniores le Fiamme Gialle; infine nella categoria promesse l’Atletica Bergamo 1959 Creberg seguita a breve dalla Toscana Atletica.
Nelle categorie femminili primeggia nelle allieve e tra le Juniores l’Italgest Athletics club, mentre nella categoria Promesse è in testa il G.S Esercito.
Negli altri meeting da registrare ad Aosta, la prestazione di Koura Kaba Fantoni, Atletica Mondovì, che ha fatto registrare, sui 60 piani un 6.69, a due centesimi dal minimo di ammissione ai Mondiali indoor di Valencia.
A Modena sono stati assegnati i titoli regionali indoor ragazzi. Alta come al solito la partecipazione alle gare organizzate all’interno della struttura indoor di Via Piazza, tra i risultati di un certo rilievo da registrare il tempo nei 60 piani di Mario Calani, dell'Atletica Bussacchini che ha fatto registrare il tempo di 8.25 sui 60 piani.

A Ravenna nella 2ª prova regionale dei Campionati Invernali di Lanci, da registrare il primato regionale di Ludovica Fogliani che ha migliorato nel lancio del martello Juniores, limite che aveva già eguagliato la scorsa domenica a Modena, scagliando l’attrezzo a 54,81.
Nei meeting esteri da segnalare la prestazione di Christian Obrist che si piazza al 6° posto nei 1500 metri nel meeting internazionale di Karlsruhe (Germania) con il tempo di 3.41.58, stabilendo il primato regionale indoor per l’Emilia Romagna ed minimo per i Mondiali indoor di Valencia. In gara anche Elisa Cusma che purtroppo a causa di un malore ha dovuto rinunciare alla gara ritirandosi, salta così anche la sua presenza al meeting internazionale d'Atene, questo per preservare la sua presenza nella Coppa Europa di Mosca

Nella foto Giuseppe Carollo

fonte: Fidal
fonte foto: Gino Esposito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *