CAMPIONATI ITALIANI DI SOCIETÀ DI CROSS

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Giornata di festa quella che si è celebrata sui prati del parco di Monza, il 4° cross del parco ha vestito il tricolore ed ha assegnato gli scudetti di società per il 2008, numeri elevati con oltre 1500 atleti suddivisi nelle varie categorie, la lunga mattinata inizia con un cross di 1km riservato ai diversamente abili, neanche il tempo di arrivare che già nei box di partenza sono pronte le Allieve, lo sparo e via, si ha inizio ai campionati, si forma in testa un gruppetto che comprende le migliori con Pulina, Pistilli e Papagna che progressivamente si staccano dalle altre, un ulteriore cambio di ritmo e la Sarda di Ploaghe si invola solitaria al traguardo seguita a vista dalla Pistilli che mantiene un leggero vantaggio sulla Papagna. Tra le società è la Pro Patria-Cus Milano che fa suo il primo scudetto in palio.

Tocca agli Allievi, subito davanti tutti i favoriti ma è il lecchese Fontana che prende l’iniziativa senza però riuscire ad operare l’allungo decisivo e così nell’ultima discesa è il marocchino Razine che rompe gli indugi e va solitario verso la vittoria, alle sue spalle si fanno vedere Viviani e Napoli che Scavalcano il lecchese che si accoda confidando nella volata finale che lancia rabbiosa nell’ultimo rettilineo scavalcando di slancio i due rivali, quando sembrava che il 2. posto fosse cosa fatta un appoggio messo male e una quasi caduta gli fanno perdere il vantaggio acquisito e si vede superare sul traguardo dal Triestino Viviani e dal Campano Napoli, tra le società è la Marathon Uoei Trieste che brinda al successo.

Nelle Juniores grande attesa per l’annunciato duello tra Roffino primatista italiana dei 2000siepi allieve e la Inglese data in grossa condizione per il recente successo in coppa Europa per club e per il bellissimo successo di Ancona della settimana scorsa, le due si involano seguite a distanza da Rubino, nel giro conclusivo la piemontese aumenta il ritmo e il vantaggio si fa sempre più consistente, per le altre due avversarie non resta che accontentarsi dei posti d’onore, successo di società per l’Atletica Gran Sasso.

Nella gara Juniores maschile ci prova Butarfas a contrastare il passo sicuro di El Mazoury autentico dominatore di questo inizio di stagione, il lecchese aumenta nel giro conclusivo il già rassicurante vantaggio e vince davanti a Fortino e a Nasti, bissa il titolo la Pro Patria-Cus Milano che porta a due i successi di giornata.

Nel corto femminile spunta a sorpresa l’atleta del Marocco, Hananeche che si presenta solitaria alle fasi conclusive, battute Michalska e Martin, successo a squadre per le Fiamme Oro Padova.

Nel corto maschile la sorpresa è il lecchese Nava passato in questa stagione a vestire la maglia della Pro Patria-Cus Milanoceh coglie un prestigioso 2. posto nella gara vinta da Florian, bronzo per Cannata, successo a squadre per le Fiamme Gialle.

Nel lungo femminile è una strepitosa Romagnolo che prima raggiunge le avversari e in fuga e poi si invola in solitudine veros il traguardo, alle sue spalle Rungger e Maraoui che avevano infiammato le prime fasi di gara, scudetto per l’Esercito.

Nel lungo maschile è spettacolo con i due migliori giovani azzurri del momento, il rientrante Meucci e Lalli si presentano solitari sul lungo rettilineo che porta gli atleti in prossimità dell’arrivo, un ulteriore cambio di ritmo consegna la vittoria a Meucci che però con tutta la squadra correva fuori classifica e così sul podio finiscono Lalli, Aliwa e Caimmi, vittoria netta delle Fiamme Gialle.

Ultimi sussulti con le classifiche combinate, tra le donne Runner Team 99 su Atletica Lecco Colombo Costruzioni e Atletica Gran Sasso, negli uomini è la Pro Patria-Cus Milano sull’Atletica Lecco Colombo Costruzioni e sul Marathon Uoei Trieste.

fonte: Redazione
fonte foto: Sandro Marongiu

ALLEGATO: ANet_news_Tutti_i_risultati_17.2.2008.zip (88 Kb)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *