NEL WEEK-END: SEGATEL 1,98 E ALTERIO 7″98

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Fine settimana particolarmente vivace per gli over-35 italiani in diverse riunioni. A Padova Marco SEGATEL (23/03/1962-MM45, Olimpia Amatori Rimini) migliora il suo record europeo al coperto di categoria saltando 1,98. A Udine il finanziere Andrea ALTERIO (11/06/1973-Sen/M35) con 7″98 migliora l'annoso record M35 “pre” dei 60 ostacoli (h.1,06) di Sergio LIANI risalente al 1978 con 7″99.

A PADOVA sabato 16 e domenica 17
sulla dura pedana dell'alto SEGATEL non al meglio delle condizioni fisiche ha trovato la forza per valicare 1,98 e quindi aggiungere una nuova cifra record alla sua lunga sequenza che comprende anche il record mondiale outdoor M45 con 2,04. In questa riunione sono stati registrati altri risultati di valore da parte di: Natalia MARCENCO (1954-MF50) con 16'17″63 nei 3.000 mt. di marcia; Maria LORENZONI (1957-MF50) nei 3.000 mt. con 11'28″95; Susanna TELLINI (1966-MF40) nel lungo con 4,79; negli 800 mt. Manuel DALLA BRIDA (1973-Sen/M35) con 1'59″73 e Mariano MORANDI (1965-MM40) con 2'03″67; nell'asta Roberto DURANTE (1973-Sen/M35) e Alessandro BEDA (1973-Sen/M35) con 4,40.

A UDINE sabato 16 e domenica 17
sono stati disputati campionati friulani indoor con la sorpresa del record M35 “pre” di Andrea ALTERIO (1973-Sen/M35, Fiamme Gialle) che, dopo aver corso una prima volta in 8″06, nella seconda prova ha fermato il cronometro a 7″98, come già scritto cancellando a distanza di 30 anni Sergio LIANI. Il record ad età compiuta resta comunque del romano LIANI che seppe nel 1979 correre ancora in 8″00. Nell'impianto udinese altri ottime prove le hanno fornite Franco MENOTTI (1961-Sen/M45) con 7″69 nei 60 mt. e di nel lungo a 6,00; l'emergente velocista settantenne Antonio TARONDO (1937-MM70) a 9″18 sui 60 mt.; Fabio DE BAGGIO (1973-Sen/M35) a 4,10 nell'asta.

Ad ANCONA sabato 16 e domenica 17
grande prova di salute da parte di Enrico SARACENI (1964-Sen/M40) con si risparmia correndo i 60 mt. in 7″24, i 200 mt. in 22″28 e soprattutto i 400 mt. in 49″63, un tempo che fa presumere la possibilità di avvicinare se non migliorare il suo record mondiale indoor M40 di 48″96 (nel 2006 a Linz). L'abruzzese della Riccardi Milano sta dimostrando di cercare una stagione in cui a 44 anni ci vorrà ancor dippiù. Massimiliano SCARPONI (1967-MM40) lo ha imitato a reverenziale distanza correndo a sua volta in 7″28, 22″89 2 52″33. Ancora nelle gare veloci tempi di tutto rispetto nei 60 metri per Paolo CHIAPPERINI (1969-Sen/M35) con 7″09 e Renato DE ANGELIS (1971-MM35) 7″18; nei 200 metri per Massimiliano POETA (1972-Sen/M35) con 23″29, Antonio ROSSI (1950-MM55) 26″40 e Livio BUGIARDINI (1948-MM60) con 26″75, nei 400 metri per Emilio DE BONIS (1970-MM35) con 51″57 e Pierluigi ACCIAFERRI (19638-Sen/M40) 53″76. Nelle altre gare bei tempi sui 600 ostacoli per Mauro ROSSI (1973-Sen/M35) 8″15 ed Alessandro PETRONCINI (1965-MM40) 8″69. Poi nei salti due grandi prestazioni siglate nell'asta da Giacomo BEFANI (1970-Sen/M35) 4,80 e nel triplo da Diego LAMENTI (1972-Sen/M35) 15,38. Tra le donne da sottolineare l'esordio stagionale nel triplo di Elisa NEVIANI (1965-Sen/F40) subito a quota 11,61; ed inoltre nei 60 mt. Barbara VALDIFIORI (1971-Sen/F35) a 8″16.

A GENOVA sabato 16 e domenica 17
il migliore risultato over-35 dei campionati regionali open è stato quello della ex-campionessa italiana assoluta Patrizia SPURI (18/02/1973-Sen/F35, della Forestale) al rientro sui 400 metri in cui ha piazzato il crono di 55″90. La SPURI compie proprio oggi 35 anni e quindi per un solo giorno non ha ottenuto la miglior prestazione italiana ad età compiuta detenuta da Carla BARBARINO con 57″31 (nel 2004), che detiene anche quella “pre” con 54″88 (nel 2002). Quindi per la laziale un discorso con il record master rimandato alla prossima gara.
Nei 60 metri confronto a distanza (batterie diverse) tra gli M45 Giancarlo D'ORO (1962) con 7″39 e Ferido FORNESI (1962) con 7″44. Su questa distanza altri tempi di valore sono venuti da: Marco BOGGIONI (1966-Sen/M40) con 7″25, Andrea BENATTI (1972-Sen/M35) con 7″32 e l'italo-albanese Arben MAKAJ (1967-Sen/M40) con 7″35. tempi di tutto riguardo negli 800 metri con il neo over-35 Cesare LAZZARINI (1973-Sen/M35) autore di un probante 1'56″32, seguito da Giuseppe CAGGIANELLI (1973-Sen/M35) a 1'58″51, Stefano AVIGO (1970-Sen/M35) a 1'59″08 e Fabio BIFERALI (1961-MM45) a 2'05″17. Sulla stessa distanza tra le donne si sono distinte Paola TISELLI (1973-MF35) con 2'16″25 (poi anche 4'43″22 nei 1.500 mt.) e Laura AVIGO (1967-Sen-F40) 2'20″80. Per completare i risultati della famiglia Pierangelo AVIGO (1961-Sen/M45) ha corso in 9'17″15 i 3.000 mt.; e sulla stessa distanza vanno segnalati Angelo GINANNESCHI (1954-MM50) 9'45″55 e tra le donne Susanna SCARAMUCCI (1957-MF50) 11'58″32. Altra gara dagli altri contenuti tecnici quella dei 5.000 mt. di marcia con Alessandro GANDELLINI (1973-Sen/M35) poco lontano dal record M35 con 19'23″46; poi Roberto DEFENDENTI (1968-Sen/M40) in 21'24″51, Corrado TEAGNO (1967-Sen/M40) in 23'15″84 e Franco VENTURI-Degli ESPOSTI (1957-MM50) in 23'31″41. Per il resto: la quasi 39enne Maria Costanza MORONI (1969-Sen/F35) capace di 1,71 nell'alto e 12,27 nel triplo; il pesista Matteo CIBOLLINI (1973-Sen/M35) a 16,02; nei 1.500 mt. Franco GNOATO (1964-MM40) con 4'08″58; nei 400 mt. Danilo BETAGGIA (1966-MM40) con 52″25; nei 60 ostacoli (h.1,06) Fausto FRIGERIO (1966-Sen/M40) con 8″78; nel lungo Eugenio BIASIN (1971-Sen/M35) a 6,54; nell'asta Giorgio RIPAMONTI (1972-MM35) a 4,00 ed Achille BOLTHER (1967-Sen/M40) a 3,60. La gara dell'asta dal nizzardo Radolphe DODIER (1972-M35) salito a 4,95 e decisamente a suo agio in Italia, visto che a settembre ha conquistato a Riccione il titolo mondiale M35.

Ad AOSTA il 12 febbraio nel meeting al Palaindoor c'erano stai vari risultati interessanti a cominciare da quelli della gara di triplo femminile vinta da Maria COSTANZA MORONI (1969-Sen/F35) con la notevole misura di 12,43 e in cui sono sono state ottenute due migliori prestazioni di categoria “pre” da parte di Laura BIANCHI (1963-MF45) con 9,39 e di Domenica PREITE (1948-MF60) con 7,58. Inoltre ci sono state le prestazioni di: Luca CASU (1972-MM35) con 6″41 e 7″40 nell'accoppiata 50 e 60 mt., di Omar LONATI (1970-Sen/M35) con 6″41 e con 7″42 e di Massimo CLEMENTONI (1959-Mm45) con 6″69 e 7″76; solo sui 60 mt. Giancarlo D'ORO (1962-MM45) con 7″57, Stefano BALSAMINI (1962-MM45) con 7″72 e Benito BERTAGGIA (1937-MM70) 9″55; molto bene nell'alto Stefano QUAZZA (1970-MM35) a 1,94 e Fabio NICOLA (1966-MM40) a 1,73; nel getto del peso Michelangelo BELLANTONI (1956-MM50) 11,82 con kg.7,26 e 13,46 con kg.6 imitato da Lorenzo LOCATI (1955-MM50) con 11,29 e 12,38.

fonte: Comitati Regionali Fidal
fonte foto: W. Corbelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *