INDOOR IN ITALIA, 18-24 FEBBRAIO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Nella scorsa settimana, sebbene l'attenzione del popolo dell'atletica italiana fosse in gran parte catalizzata dai campionati italiani assoluti indoor di Genova, si sono svolte altre manifestazioni in vari impianti indoor in Italia che hanno visto confrontarsi atleti delle categorie giovanili o master.
In rigoroso ordine cronologico troviamo:
Campionati Individuali Toscani Indoor, Firenze
Manifestazione open svolta nell'insolita data di Lunedì 18 febbraio 2008, con grande partecipazione di atleti ma senza risultati di rilievo assoluto.
In quel del Mandela Forum di Firenze si corrono i 55m e la cose migliori della manifestazioni le ha fatte vedere Audrey Alloh della Firenze Marathon che ha vinto il titolo regionale con 6″93, equivalente ad un 7″56 nei 60.
Meeting Nazionale Master e regionale giovanile, Ancona
Ancor più intensa l'attività al Palaindoor di Ancona, dove si è gareggiato nelle giornate di sabato (master) e domenica (mattino categorie giovanili e pomeriggio di nuovo master).
Al sabato in evidenza Emiliano Raspi (MM35, Pontedera atletica) vince i 60m in 7″42, nella seconda giornata di gare si segnalano le prestazioni dei due lombardi vincitori delle prove dei 200m maschili (Andrea Benatti, Capriolese, 22″91) e femminili (Giuseppina Perlino, Ambrosiana, 27″12) e di Giacomo Befani (Lib. Orvieto) a 4,85 nel salto con l'asta.
Dai giovani in azione alla domenica mattina arrivano alcuni spunti interessanti. Gala Poll Angel Luis (atl. San Benedetto) vince tra i ragazzi (peso in gomma di 2kg) con 14,28m e il cadetto Elia Cavalancia (atl. Ciro Quaranta Pescara) arriva a 14,30 con la sfera da 4kg.
Alessandro Faragona (Riccione '62) categoria ragazzi, ha corso in 9″09 i 60hs con ostacoli di 60cm, per poi fermare il cronometro a 27″67 nei 200m.
Campionato regionale Cadetti/e open, Modena
Domenica mattina si sono dati battaglia nell'impianto indoor di Modena un gran numero di giovani atleti; alcuni prospetti interessanti si sono segnalati di fianco a qualche nome già consciuto.
Pregevole senz'altro la doppietta 60m piani – 60m ostacoli del cadetto Eseosa Desalu dell'atl. Interflumina Casalmaggiore del prof. Carlo Stassano. Desalu alle 10.07 corre la batteria dei 60 hs, alle 11.05 quella dei 60 piani, vincendole entrambe; alle 12.00 ritorna in pista per la finale con gli ostacoli vincendola in 8″71, 9 minuti più tardi, alle 12.09, è la volta dei 60 piani: altra vittoria, con 7″36.
Al femminile Judy Udochi Ekeh, già nota per le sue doti di sprinter, vince i 60 piani in 7″79, trascinando al miglioramento anche la compagna di squadra (atl. Reggio Emilia) Sara Gaibotti che corre in 7″93.
Brave anche Gloria Borini (Francesco Francia BO) e Ambra Gatti (Avis Fidenza) che atterrano rispettivamente a 5,36 e 5,26 nel salto in lungo. La Gatti ad inizio pomeriggio aveva vinto il triplo con 10,80m.
Riunione regionale Cadetti/e e regazzi/e indoor, memorial Enrico Banfi, Saronno (VA)
Salti in primo piano con lo svizzero Riccardo Dautaj che vince lungo (6,53m) e triplo (13,33m). Annamaria Quaglia (atletica punto it) non gli è da meno ed eguaglia la sua doppietta con 5,18m nel lungo e 11,04m nel triplo. Sempre nel triplo lungo anche il salto di Lucia Pacchetti (Forti e Liberi) 10,84m.
Campionati regionali master open, Padova
Nuovo primato italiano MM60 per Dario Rappo negli 800 che scende a 2'20″21; primato italiano nella stessa categoria anche per Arrigo Ghi, 3,20 nel salto con l'asta. Giuseppe Franco sfiora invece il record MM65 nel peso di 12,65m, lanciando a 12,31. Si segnala anche il 2'12″04 ancora negli 800 di Vincenzo Andreoli e la sfida nei 60 metri piani tra i MM45 Ferido Fornesi (Atl. Pistoia) e Giancarlo D'Oro (Atl. Ambrosiana) risolta a favore del toscano con 7″42, 3 centesimi meglio del milanese.
Il pentatleta MM60 Giorgio Curtolo (Voltan Martellago), vince i 60 e scaglia il peso di 5kg a 12,78m: è imminente il suo record italiano di categoria nelle prove multiple. Da segnalare anche Susanna Tellini (Lib. Mantova) nei 60 MF40 corre in 8″30, a 11 centesimi dal primato italiano e Natalia Marcenco (Assindustria PD) con 16'17″15 sui 3.000 metri di marcia MF50. Sempre nella pedana del peso Dina Cambruzzi (Asi Veneto) è capace dall'alto dei suoi ben portati 74 anni di scagliare l'attrezzo a 5.76. e “il professore” Giovanni Pertile, classe 1916 a 6.76m
Nella Foto Judy Ekeh, cadetta dell'atletica Reggio Emilia.

fonte: Redazione Atletica Net
fonte foto: coniemiliaromagna.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *