CARMELO RADO TRE RECORDS A NOVARA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Ieri, in una bella giornata di sole, s'è disputato il “18° Trofeo DELLOMODRAME”, tradizionale meeting master d'inizio stagione, che spesso, riserva grandi risultati. E così è stato anche quest'anno con protagonista Carmelo RADO (04/08/1933 – MM75, Olimpia Amatori Rimini) alla sua prima gara all'aperto nella categoria MM75. Ha disputato tre gare di lancio siglando altrettanti nuovi record “pre” di categoria: nel peso (kg.4) con 12,32, nel disco (kg.1) con 43,54 e nel martello (kg.4) con 43,00. Non è stato il solo record master: Virgilio COLOMBO (16/10/1927 – MM80, Atletica Ambrosiana) ha lanciato il giavellotto a 29,29 marcando il limite di categoria ad età compiuta. Nell'insieme il meeting di Novara ha raccolto una soddisfacente partecipazione numerica e una lista di ottime prestazioni tecniche.

Da RADO c'era da aspettarselo un simile exploit, anche se sta venendo fuori da un infortunio al ginocchio patito mesi fa che ancora lo limita. C'è da considerare che un certo senso la stagione di RADO comincerà dal 4 agosto in poi, quando compirà i 75 anni e da quel momento sarà possibile per lui andare a caccia deI records mondiali della categoria M75 nelle specialità di lancio, che sono al momento: peso 13,84 – disco 45,68 – martello 47,67 – giavellotto 43,67 – martellone 17,53 – pentalanci pt.5.078. Tranne quelli del peso e del giavellotto tutti gli attuali records M75 saranno decisamente alla sua portata.

Le gare di velocità hanno mostrato un pimpante Ettore RUGGERI (1958-MM45, Atl. Lumezzane) capace di correre i 200 metri in 24″0 (tempo manuale) sicuramente la prestazione più significativa; a pari merito con l'inesauribile Bruno SOBRERO (1920-MM85) che con 17″0 sui 100 mt. e 37″1 sui 200mt. è già proiettato ai Campionati Europei di Lubiana per dare altri dispiaceri ai coetanei del Nord Europa. Buoni anche i tempi di Franco PIOLI (1946-MM60) con 13″1 sui 100mt. e di Aldo DEL RIO (1946-MM60) con 26″4 sui 200mt. Tra le velociste ha dato prova di ottima condizione la veneta del Cus Torino Master Umbertina CONTINI (1950-MF55) correndo i 100mt. in 14″7 e la distanza doppia in 31″0. Inoltre Giuseppina PERLINO (1965-MF40) ha segna l'apprezzabile tempo di 27″0 sui 200mt. Praticamente niente di significativo da segnalare per quanto riguarda il mezzofondo ed i salti.

I lanci pinvece sono da tempo il punto di forza di questa manifestazione e i record di cui sopra sono la riprova, ma non solo. Ad essi si sono aggiunte altre numerose prestazioni di grande valore come: nel giavellotto Luigi BROLO (1938-MM70) a 38,58 che costituisce la terza misura di sempre della categoria; il neo90enne Giuseppe ROVELLI (1918-MM90) con 7,27 nel peso, 18,26 nel disco e 19,94 nel martello; ancora nel giavellotto Francesco FEMIANO (1955-MM50) con 47,32; nel martello Renzo REGGIANI (1934-MM70) a 38,66; il lanciatore-fotografo Michelangelo BELLANTONI (1956-MM50) con 13,37 nel peso e 41,01 nel disco; ed inoltre l'astigiano Antonio IACOCCA (1961-MM45) che ha scagliato il peso da 7,26 kg. alla notevole misura di 13,35.

Selezione dei migliori risultati maschili
100mt – MM40: Tiziano CRIPPA (1963) 12″1m
100mt – MM60: Franco PIOLI (1946) 13″1m
100mt – MM60: Aldo DEL RIO (1946) 13″5m
100mt – MM65 Aldo CAMBIAGHI (1940) 14″0m
100mt – MM85: Bruno SOBRERO (1920) 17″0m
200mt – MM35 – Jean DONDEYNAZ (1969) 23″4m
200mt – MM45: Massimo CLEMENTONI (1959) 24″8m
200mt – MM50: Ettore RUGGERI (1958) 24″0m
200mt – MM50: Pietro LIGORIO (1957) 25″5m
200mt – MM60: Aldo DEL RIO (1946) 26″4m
200mt – MM85: Bruno SOBRERO (1920) 37″1m
3000mt – M55: Attilio RATTO (1951) 10'56″8m
Alto – MM70: Galdino ROSSI (1938) 1,24
Lungo – MM45: Adriano SPOSATO (1961) 5,66
Lungo – MM45: Tiziano CRIPPA (1963) 5,49
Peso – MM45: Antonio IACOCCA (1961) 13,35
Peso – MM50: Michelangelo BELLANTONI (1956) 13,37
Peso – MM50: Lorenzo LOCATI (1955) 13,03
Peso – MM65: Josef URSIC (1939-Slo) 12,39
Peso – MM75: Carmelo RADO (1933) 12,32 m.p.i. “pre”
Peso – MM80: Virgilio COLOMBO (1927) 9,01
Peso – MM90: Giuseppe ROVELLI (1918) 7,27
Disco – MM50: Giuseppe LA PADULA (1958) 41,71
Disco – MM50: Michelangelo BELLANTONI (1956) 41,01
Disco – MM75: Carmelo RADO (1933) 43,54 m.p.i. “pre”
Disco – MM80: Virgilio COLOMBO (1927) 25,53
Disco – MM90: Giuseppe ROVELLI (1918) 18,26
Mart – MM35: Massimiliano REMUS (1970) 42,35
Mart – MM60: Gianoli REZIO (1947) 37,68
Mart – MM70: Renzo REGGIANI (1934) 38,66
Mart – MM75: Carmelo RADO (1933) 43,00 m.p.i. “pre”
Mart – MM90: Giuseppe ROVELLI (1918) 19,94
Giavell – MM50: Francesco FEMIANO (1955) 47,32
Giavell – MM50: Mariano TURANI (1954) 42,71
Giavell – MM70: Luigi BROLO (1938) 38,58
Giavell – MM80: Virgilio COLOMBO (1927) 29,29 m.p.i.
Marcia km3 – MM35: Alyosha TASCHINI (1973) 13'45″4m
Marcia Km3 – MM55: Alberto PIO (1952) 15'30″2m
Marcia Km3 – M60: Pasquale PALELLA (1946) 16'19″7m

Selezione dei migliori risultati femminili
100mt – MF45: Luisa IACOBONE (1959) 14″2m
100mt – MF55: Umbertina CONTINI (1950) 14″7m
100mt – MF60: Giusy SANGERMANO (1946) 15″5m
200mt – MF40: Giuseppina PERLINO (1965) 27″0m
200mt – MF55: Umbertina CONTINI (1950) 31″0m
200mt – MF60: Giusy SANGERMANO (1946) 32″4m
Alto – MF60: Domenica PREITE (1948) 1,10
Lungo – MF60: Domenica PREITE (1948) 3,51
Peso – MF60: Maria FINAZZI (1944) 8,96
Peso – MF90: Gabre GABRIC (1917) 4,33
Disco – MF55: Marirosa AUTERI (1952) 23,10
Disco – MF90: Gabre GABRIC (1917) 10,84
Giavell – MF55: Marirosa AUTERI (1952) 25,65
Giavell – MF90: Gabre GABRIC (1917) 7,90

fonte: Fidal Piemonte
fonte foto: W. Corbelli

ALLEGATO: ANet_news_Risultati_completi_di_Novara_28.4.2002.htm (655 Kb)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *