NON MI RESTA CHE PREGARE CHE DIO AGGIUSTI TUTTO.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Tim Montgomery vincitore della medaglia d’oro ai Giochi Olimpici di Sidney è stato accusato di spaccio di eroina. Arrestato a Norfolk, in Virginia, è in carcere da alcuni giorni, quasi a seguire il destino della sua ex compagna, Marion Jones.

L’ ex atleta 33 enne, dal carcere ha sentenziato d’essere innocente, già nei guai per una frode fiscale di 5 milioni di dollari attualmente Montgomery è in regime di carcere di isolamento.
In sua difesa Montgomery afferma di essere caduto vittima di un complotto; anche se ammette di aver commesso degli errori in passato, riferendosi molto probabilmente alla causa incorsa insieme al suo ex coach, Steve Riddick, ed altri, per intascare svariati milioni di dollari in assegni rubati e contraffatti. Ora rischia solo per questa imputazione fino a 46 mesi di carcere.

L'ex sprinter, noto anche per essere stato a lungo il compagno di Marion Jones, da cui ebbe un bimbo, Tim Junior, venne squalificato per due anni dopo lo scandalo della Balco in cui venne coinvolto. Ritiratosi dopo la squalifica, gli vennero tolte la medaglia delle Olimpiadi di Sidney 2000 è i suoi records furono cancellati.
Dalla prigione Montgomery, ormai disperato ha commentato: “Non mi resta che pregare che Dio aggiusti tutto“.

fonte: Virginian-Pilot
fonte foto: Photo/Remy de la Mauviniere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *