CDS ALLIEVI/E – 1^ FASE REGIONALE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Si sono concluse nel pomeriggio di ieri le prime fasi regionali dei CdS Allievi/e, valide per la qualificazione alle fasi nazionali che si terranno il 7 e l’8 giugno prossimi. Il regolamento 2008 prevede quattro finali: A – Cinisello Balsamo (MI), A1 – Imola (BO), A2 – Majano (UD), A3 – Bastia Umbra (PG).

ABRUZZO (Sulmona)
A livello maschile, velocità e ostacoli in primo piano. Stefano Di Meo (Gran Sasso Teramo) sui 110hs ha fatto segnare 15”77 (v. + 0,2 m/s). Nella 4 x 100 Allievi, 45”01 della Gran Sasso Teramo squadra A, peraltro formazione detentrice del record regionale cadetti con 45”91, stabilito l’anno scorso. Notevole negli 800 Marco Salvi (Gran Sasso Teramo) che ferma il crono a 1’58”96.
Nel settore femminile invece si è posta all’attenzione Marina Brandimarte (U.S. Aterno Pescara), atleta classe 1992 al suo esordio assoluto nell’atletica, che ha fatto segnare un significativo 15”39 sui 100 ostacoli con +1,0 m/s di vento. Si è inoltre resa protagonista di un’ottima gara di salto con l’asta, dove ha stabilito il nuovo record abruzzese di categoria con la misura di 3,10 metri (il precedente apparteneva a Veronica Seimonte con 2,60).

CALABRIA (Reggio Calabria)
Prestazioni notevoli per Valerio Polifroni (Atl. Sagittarius), primo nei 100 in 11”41, per Charalambos Campolo (ASI Atl. Minniti) che si aggiudica il giro di pista, sia piano che con barriere, con i tempi rispettivamente di 51”02 e 55”73 e per Luca Michele Sergi (ASI Atl. Minniti) vittorioso nei 110hs in 15”21.
Tra le ragazze, Sabrina Montagnese (Libertas Atl. Lamezia) giunge prima nei 1500 in 4’59”17, mentre nel martello vince Giovanna Smorto (Atl. Olympus) con un lancio da 41,95.

CAMPANIA / MOLISE (Napoli)
Allo Stadio Collana di Napoli, tra le Allieve è emersa su tutte la lanciatrice liternese Valentina D’Urzo (Atl.Marano) che ha conseguito la doppia vittoria con record regionale di categoria nel martello (41,79) e nel disco con un lancio da 40,71. Sempre tra le allieve si è registrato il doppio successo della sannita Oriana De Fazio (Astro 2000) nei 100 (12”51) e 200 con il crono di 25”57. Nella categoria allievi ancora in luce il torrese Marco Perna (Agg. Hinna ) che si è imposto nei 110hs con 14”58 e nei 400hs con il crono di 56”88. Sempre a livello maschile, da segnalare anche Ciro Riccardi (Lib. Benevento) che fa il bis nei 100 (11”51) e nei 200 con il tempo di 22”89. La Partenope primeggia nei 400m con Giovanni Albano che sigla un buon 50”15.

EMILIA ROMAGNA (Reggio Emilia)
A Tommaso Lazzarin (La Fratellanza 1874) i 100 metri, percorsi in un discreto 11”19. Meglio per lui i 200, corsi nell'arco della seconda giornata in 22″54. Al compagno Davide Malpighi vanno invece i 110 ostacoli, col crono di 14”52 (seppur con vento oltre il limite consentito). A Federico Xella (Atl. Imola Sacmi AVIS), classificatosi secondo nei 200 con un discreto 22″63, va poi il salto in lungo con un “volo” da 6,83m; alle sue spalle con 6,80 Elamjad Khalifi della Fratellanza 1874. Nel triplo, Michele Beltrandi (Atl. Imola Sacmi AVIS) abbatte il muro dei 14 metri, saltando 14,12 con un filo di vento contrario. Nei 400hs Davide Piccolo (SEF Virtus Emilsider BO) con 54″15 la spunta sul compagno Enrico Fiorini (55″03). Scende sotto i 2 minuti Luca Riponi (Atl. Francesco Francia) negli 800, chiudendo in 1'59″03 per 700 punti tondi. Sfiorano i 2 metri nel salto in alto Ferrante Grasselli (Reggio Event's) che si aggiudica la gara con 1,96 e Luca Morandi (La Fratellanza 1874) che si ferma a 1,94.
Tra le ragazze, con 12”77 Mara Squadroni (CUS Parma) si aggiudica i 100, mentre i 100hs vanno a Lara Giovanelli del Mollificio Modenese Cittadella con un interessante 14”75. Le stesse ragazze si sono poi piazzate rispettivamente al primo ed al secondo posto nei 200 metri, fermando i cronometri a 26″15 e 26″24.
In classifica complessiva, vediamo l'AS La Fratellanza 1874 primeggiare a livello maschile con 13209 punti, mentre nel settore femminile l'Atletica Lugo conta 11658 punti, seguita dal Mollificio Modenese Cittadella a quota 11168.

FRIULI VENEZIA GIULIA (Codroipo)
Alessandro Pedrazzoli (Atl. Udinese Malignani) si piazza al primo posto sia nel mezzo giro che nel giro di pista, con i crono rispettivamente di 21”62 e 50”34. Doppietta anche per Mohamed Mouaouia (Atl. Gorizia) con gli 800 ed i 1500, chiusi in 1’53”91 e 3’59”11. Nei 400hs prima piazza per Augusto Bianchi (Atl. Udinese Malignani) con 55”85. Finale a pari merito nell’alto, dove Ivan Gallizia (Atl. Alto Friuli) e Michele Pasculi (Atl. Udinese Malignani) si fermano a quota 1,92. 6,49 basta a Massimiliano Snaidero (Atl. Alto Friuli) per aggiudicarsi il salto in lungo, mentre nel giavellotto Damiano Coassin (Libertas Sanvitese) realizza un ottimo lancio da 60,23.
A livello femminile, Marianelle Nonino (Atl. Udinese Malignani) sbaraglia le avversarie correndo i 100 in 12”89 e saltando in lungo fino a 5,40. Notevole il 25”81 di Alessia Pin (Atl. Gorizia) nei 200, così come l’1’03”81 di Marina Pugliese (CUS Trieste) nei 400 con barriere ed il 59”35 di Elena Pockay (Atl. Udinese Malignani) nel giro di pista. Da segnalare anche il 42,15 di Elisa Boaro (Libertas Friul Palmanova) nel disco ed il 25’42”05 di Sara Marchese (Atl. Alto Friuli) nella marcia 5km.
La classifica complessiva dopo la prima fase vede l’Atletica Udinese Malignani prima in entrambe le classifiche, con 12235 punti per gli allievi e 12175 per le allieve.

LAZIO (Latina, Roma Acquacetosa)
Dominio di Francesco Basciani (ACSI Campidoglio Palatino) nella velocità, per lui 11”05 nei 100 con un leggero vento contrario, e 21”99 nei 200. Mauro Trivellato (ASI Atl. Latina 80) primeggia nei 110hs in 15”03, come anche Paolo Catallo (Fiamme Gialle Simoni) nel lungo con un ottimo 7,09 e Simone Falloni (CARIRI) con 62,06 nel martello. Miglior prestazione tecnica della prima giornata per Simone Fusiani (CARIRI), primo nell’asta con 4,60.
Nel settore femminile, ammirevole il 14”91 di Giulia Latini (CARIRI) nei 100hs corsi in solitudine; la stessa atleta di è poi classifica seconda nei 200 con un altrettanto positivo 25”16, alle spalle della compagna Francesca Cattaneo che chiude in un notevole 24”83. Gli 800 vanno a Giulia Martinelli (CARIRI) in 2’22”51, mentre Beatrice Zocchi (Alto Lazio ASD) si aggiudica il getto del peso con 12,75. Le staffette sono vinte entrambe dalla CARIRI (50”54 e 4’10”93).
La classifica finale vede la CARIRI al primo posto sia tra gli allievi (12934) che tra le allieve (12712).

LIGURIA (Genova)
In terra ligure, bene Lorenzo Ferrando (ASD CUS Genova) con il suo 23″01 nei 200 ed il 6,45 con cui Erik Fiallos (ASD Atleticaspezia CARISPE) ha vinto il salto in lungo. Buono anche il 45″45 del CUS Genova nella 4×100.
Meglio le ragazze, in particolare Valeria Berrino (Universale Alba Docilia) che si aggiudica i 100 in 12″59 e Beatrice Trapani (AS Foce Sanremo) che vince invece i 200 in 26″29. Ancora, ottimo il 14″42 di Manuela Piccardo (Universale Alba Docilia) nei 100 ostacoli, come del resto le vittorie di Laura Papagna (ASD CUS Genova) nei 1500 con 4'57″26 e nei 3000 con 10'25″12.
Al termine delle due giornate di gare, l'ASD CUS Genova è prima in entrambe le classifiche: 9868 punti per gli allievi, 10658 per le allieve.

LOMBARDIA (Busto Arsizio)
Numerosissimi i risultati di rilievo per questa regione, che di certo avrà più di qualche rappresentante alle finali nazionali. Tra gli allievi, Giacomo Cecchin (Atl. Riccardi) sigla un 14”86 nei 110hs che gli dà la vittoria, nonostante un leggero vento contrario. Nei 200 Francesco Ravasio (Atl. Bergamo 1959 Creberg) vince in 22”04 mentre nel giro di pista, Diego Guarnerio (Atl. Centro Torri Pavia) giunge primo in 50”82. Il marciatore bergamasco Alberto Gabbiadini taglia il traguardo dopo aver percorso 5km in 22’12”29. Tra i saltatori, in evidenza Matteo Rossetti (Pol. Gavirate) che vola a 1,98 nell’alto e Camillo Kaborè della stessa società che vince nel lungo con un promettente 6,90.
Per quanto concerne le allieve, sono davvero tanti i risultati importanti che spesso vanno ben oltre gli 800 punti. Anzitutto, i 12 secondi netti necessari alla promessa della velocità azzurra Marta Maffioletti (Italgest Athletic Club) per vincere i 100; alle sue spalle buone prestazioni anche per la compagna Laura Gamba (12”24) che nella seconda giornata si aggiudicherà i 200 in un altrettanto positivo 25”21, e Giulia Riva (Atl. Fanfulla Lodigiana) con 12”45. Nei 100hs vittoria per Alessandra Feudatari (Atl. Interflumina) con 14”71, davanti a Gaia Edda Cinicola (Italgest Athletic Club) con 14”91 e Sara Elena Bianchi Bazzi (Atl. Lecco-Colombo Costruzioni) con lo stesso tempo, che si classificherà prima invece nei 400hs in 1’03”97. Nel giro di pista la spunta Valentina Zappa (US San Maurizio) in un ottimo 56”33 (901 punti); la stessa atleta peraltro giunge seconda nei 200 metri in 25”43. Negli 800 la vittoria va ad Isabella Cornelli (Atl. Bergamo 1959 Creberg) con un 2’15”79 del valore di 848 punti. Il salto in alto va a Chiara Vitobello (Geas Atletica) che sale fino a 1,74, mentre Maria Moro (Italgest Athletic Club) è tranquillamente prima nel triplo con un “normale” 12,51. Federica Curiazzi per l’Atletica Bergamo 1959 taglia per prima il traguardo nella marcia, in 25’08”48. Valentina Leomanni (US Atl. Vedano) si piazza prima nel martello con un lancio da 46,21. In entrambe le staffette, non ci sono rivali per l’Italgest Athletic Club che sbaraglia tutte le avversarie nella 4×100 con un notevolissimo 47”54 (ben 958 punti), e nella 4×400 con 4’02”55.
In classifica complessiva, l’Atletica Bergamo 1959 Creberg è prima tra gli allievi con 13040 punti, mentre l’Italgest Athletic Club raggiunge i 14500 punti, distaccando di quasi 200 unità l’Atletica Bergamo femminile, ferma a 12675.

MARCHE (Macerata)
Doppia vittoria per Leonardo Ottaviani (AVIS Macerata) che vince i 110hs in 15”19 e valica l’asticella del salto con l’asta a quota 4 metri. Marco Montagna (CUS Urbino) è primo nel lungo con 6,25 controvento, mentre nel triplo Andrea Giuliodoro (Atl. Castelfidardo Criminesi) ottiene un interessante 14,32. Il disco va ad Edoardo Albertazzi che scaglia l’attrezzo a 58,11 (911 punti per lui).
Tra le allieve, Yessica Stortini Perez (Sport Atl. Fermo) porta a casa i 100 in 12”42 (davanti a Valentina Procaccini con 12”77 e Federica Orlandini con 12”79), e i 200 in 25”92. A Daniela Spadoni (CUS Urbino) la velocità con ostacoli, col tempo di 15”03. Gli 800 sono di Michela Incipini (Pod. Moretti Corva) in 2’22”79. Michela Colli (Tecno Adriatletica Marche) giunge prima nell’alto con 1,59, mentre nella marcia, buona la prova di Medhit Paoletti (ASD Apos Corridonia) che chiude in 26’24”69.
La classifica complessiva premia la Sport Atletica Fermo tra gli allievi (9326 punti) e l’AVIS Macerata tra le allieve (10540 punti).

PIEMONTE / VALLE D'AOSTA (Torino)
A Edoardo Sangiorgi vanno entrambe le prove di velocità: per l’atleta della Safatletica, 11”06 nei 100 e 22”62 nella doppia distanza. Jose Bencosme De Leon (ASD Atl. Cuneo) si aggiudica i 400hs in 55”83. A livello femminile, Chiara Scorcia (Safatletica) è prima nei 100 in 12”65, mentre nei 110hs e nei 200 la spunta Martina Amidei (CUS Torino) con i crono di 14”91 e 25”70. 2’19”71 è invece il tempo di Marta Prato (ASD Atl. Fossano 75), mentre Carlotta Guerreschi (Safatletica) vola a 5,84 nel salto in lungo. Infine, Ilaria Marchetti (CUS Torino) scaglia il disco a 42,39.
In classifica complessiva, AS Dilettantistica Safatletica prima con 12805 punti al maschile e 11452 punti al femminile.

SARDEGNA (Cagliari)
Il velocista Marco Podda (Atl. Oristano) sale sul gradino più alto del podio nei 100 metri, registrando il tempo di 11”41. Con 1,82 invece il compagno di squadra Antonmarco Musso si è classificato primo nel salto in alto. Alessandro Podda (SS Sulcis Mab Servie) invece si è aggiudicato il lungo con 6,21 ventoso.
Per quanto riguarda le ragazze, doppietta 100-200 per Marzia Paciarotti (Atl. Airone): per lei 12”76 con -0,6 m/s di vento contrario, e 26”25 con addirittura -1,8 m/s. I 400 vanno ad Alessandra Marceddu in 59”92, mentre è buona anche la prestazione della marciatrice del CUS Cagliari Valeria Farci, che ha percorso 5km in 28’04”33.
La classifica finale vede la SS Atletica Oristano prima a livello maschile con 6868 punti, mentre la SG Amsicora prima tra le allieve con 9370 punti.

SICILIA (Catania)
Tra gli atleti isolani, in evidenza Vito Alessandro Carrà (Sport Club Catania) che si aggiudica i 200 metri in 23″25. Per quanto riguarda i salti, raggiunge quota 1,92 Giulio Gattuso (ASD Dilett. Polisportiva APB) nell'alto, mentre Tommaso Cuspolici dello stesso team vince nel salto in lungo con un notevole 6,78. Nel martello, un altro compagno di squadra, Claudio Salvaggio, scaglia l'attrezzo a 60,37.
A livello femminile, è risultato interessante il 2'22″28 di Eleonora Grimaldi (US Dilett. Tyndaris Pattese).
La classifica dopo questa prima fase, vede prima tra i ragazzi l'ASD Dilettantistica Polisportiva APB con 11244 punti, mentre tra le ragazze prima l'ASD Scuola di Atletica Leggera Catania con 8956 punti.

TOSCANA (Livorno)
Ottima prestazione nei 100 piani, con due atleti al di sotto degli 11 secondi, Delmas Obou (CUS Pisa) con 10”81 ed il compagno di team Massimo Marsili che chiude in 10”89. A Letizio Buonocunto (CUS Pisa) vanno invece i 200 in 23”16 e ad Alessandro Bacci (Atl. Livorno) i 400 in 50”66. Ivan Mach di Palmstein (Atl. Libertas Runners Livorno) si aggiudica invece i 110hs, col notevole tempo di 14”30 ed il salto in alto che lo porta fino ai 2 metri esatti, precedendo Lorenzo Chiari (Atl. Firenze Marathon) fermatosi a 1,90. Con 6,54 il fiorentino Paolo Longinetti vince nel lungo mentre Claudio Michel Stecchi (Assi Banca Toscana Firenze) si aggiudica il salto con l’asta con un ottimo 4,70. A Gianlorenzo Ferretti (Polisportiva Aurora) va il martello, scagliato a 65,33 metri, mentre Salvatore Iaropoli (Virtus Lucca) non ha avversari nel disco, dove vince con 54,83, e nel peso dove ottiene un lancio da 16,74.
Nel settore allieve, Camilla Fiorindi (Atl. Firenze Marathon) ferma il cronometro a 12”46 in una batteria dei 100 metri che ha visto ben quattro atlete scendere sotto i 13 secondi; la stessa atleta si è classificata poi seconda nella doppia distanza, col tempo di 26”51, alle spalle di Chiara Pazzagli che ha chiuso in 26”30. Buono il 14”92 di Rausy Giangarè (Atl. Massa Carrara) nella velocità con ostacoli. Il giro di pista va a Francesca Berti (Centro Atl. Piombino) in 59”16, seguita da Ambra Garzella (Atl. Sestese Femminile) col tempo di 59”37; quest’ultima vincerà poi i 400hs in 1’04”64. Gli 800 sono appannaggio di Federica Soldani (Polisportiva Aurora) col crono di 2’18”96. Infine, la prima piazza del martello è per Elisa Magni dell’Atletica Livorno, grazie ad un lancio di 51,61 metri.
In classifica complessiva l’Atletica Virtus Lucca è prima nel settore maschile con 10957 punti, mentre nel settore femminile il primo posto va all’Atletica Sestese Femminile con 12845 punti.

TRENTINO ALTO ADIGE (Trento)
Le prestazioni più significative per questa regione giungono dai 100, dove Emanuele Pitarresi (CSS Leonardo Da Vinci) è primo in 11″41, dal giavellotto che vede la vittoria di Nicolò Pisoni (Atl. Alto Garda e Ledro) con 52,46, e dal salto in alto, dove la vittoria va ad Andrea Bizzaro che raggiunge quota 1,88. Buoni anche i risultati delle staffette della CSS Leonardo Da Vinci, che fanno viaggiare il testimone in 45″69 e 3'35″12.
In evidenza Beatrice Fait (SAF Bolzano) tra le allieve che si aggiudica i 400 in 1'00″94 e i 400 con barriere in 1'07″35. Noemi Vizzini (Crus Ottica Guerra Pedersano) è prima nel martello con un lancio misurato 41,75, mentre Sara Ladurner (AS Dil. SC Meran Forst) vince il salto in lungo con 5,35. Infine, l'US Quercia Rovereto ottiene un buon 51″88 nella 4×100.
Nella classifica di società, la CSS Leonardo Da Vinci primeggia a livello maschile con 10593 punti, mentre le allieve della SAF Bolzano sono prime con 10397 punti.

VENETO (Vittorio Veneto)
Atletica Vicentina e Vis Abano hanno vinto la prima fase regionale dei campionati italiani allievi di società su pista, svoltasi nel fine settimana a Vittorio Veneto. Il club berico è prevalso in campo maschile accumulando 12308 punti e precedendo i padroni di casa della Libertas Tonon, fermi a 9337; la formazione padovana si è imposta a livello femminile con 12015 punti, lasciandosi alle spalle la stessa Atletica Vicentina (11905 punti). Solo quattro le squadre classificate, ma la graduatoria è del tutto provvisoria: decisive, per l’ammissione alle finali nazionali, le gare della seconda fase, in programma tra due settimane ad Abano. A livello individuale, i migliori risultati sono venuti dagli ostacoli alti: 14”68 della padovana Silvia Zuin (che poi ha vinto anche i 200 in 25”84) e 14”51 del vicentino Matteo Bassetto. Interessanti anche le prestazioni del marciatore Leonardo Dei Tos che chiude in 22’53”11, di Ilaria Cavallin (Trevisatletica) con 12”77 e primo posto nei 100, e di Lisa Guidolin (Atl. Libertas Padova) che vola a 1,61 nell’alto.

(nella foto, Marta Maffioletti)

fonte: Fidal / Comitati Regionali
fonte foto: atleticaestrada.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *