A BRESSANONE DA CATANIA, UNO SFOGO PIU’ CHE GIUSTIFICATO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Da più parti sono numerosi i malumori sollevati dalla scelta di disputare i Campionati Italiani Master su Pista 2008 a Bressanone (nella foto). Il forum di Atleticanet ha già dato voce a diversi interventi inequivocabilmente a senso unico, tutti con giudizi negativi anche se da più punti di vista. Per giunta è arrivata la sorpresa della variazione del programma-gare, ormai sperimentato e tarato nel corso degli anni. Soprattutto si è passati da 3 a 4 giornate di gare adducendo le difficoltà per gestire un numero di iscritti lievitato negli ultimi tempi. Al contrario le infelici scelte adottate dalla Federazione finiranno per ridurre (e forse non di poco) la partecipazione ai Campionati. In merito diamo spazio ad una lettera che la fondista Daniela ALIQUO’ ci ha chiesto di rendere pubblica a nome di un gruppo significativo di atleti catanesi.

Da alcuni giorni è stato pubblicato il dispositivo dei Campionati Italiani Master che si disputeranno a Bressanone, giorni necessari per digerire la sorpresa e la delusione che il programma orario ha suscitato. Siamo un nutrito gruppo di atleti catanesi che negli ultimi anni non sono mai mancati ad un appuntamento agonistico in giro per l’Italia. Per noi Sud o Nord non importa, a costo di sacrifici economici, salute permettendo, non rinunciano mai alle competizioni.

Proprio per limitare il danno economico abbiamo imparato a comprare il biglietto aereo, unico mezzo di locomozione possibile viste le notevoli distanze, con largo anticipo in modo da pagare tariffe + economiche alle quali dobbiamo aggiungere altre spese quali noleggio della macchina, albergo, ecc.

A gennaio di comune accordo in 12 abbiamo prenotato il volo Catania-Verona di venerdì mattina ore 7 circa, poiché il calendario FIDAL prevedeva i campionati per i giorni 20 -21- 22 giugno. Ma novità degli ultimi giorni il programma orario è stato diluito in quattro giorni, rivoluzionando la sequenza delle gare.

E adesso? Ognuno di noi dovrà rinunciare ad una o più gare. Che fare? Rifare il biglietto di andata 20 giorni prima costa, e poi dobbiamo aggiungere anche vitto e alloggio per una giornata in più. Troppo dispendioso e non va trascurato il problema di giorni in più di ferie e ciò non sempre è possibile (siamo master non pensionati!).

Dubito che si possa cambiare qualcosa. Nell’amarezza personale di dover rinunciare ai 5000 metri, a dover correre i 1500 appena sbarcata dall’aereo (ritardi permettendo) mi faccio portavoce dei i miei compagni di squadra dico a chi, probabilmente con giuste motivazioni ha stravolto il calendario: NOI CATANESI CI SAREMO, SPETTATORI PAGANTI E GITANTI PER UN WEEK-END ORMAI IL BIGLIETTO è STATO PAGATO!!! Ma questo cambio era davvero necessario?!!

fonte: Daniela Aliquò
fonte foto: lgbrixen-bressanone.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *