CAMPIONATI UNIVERSITARI A PISA, SECONDA GIORNATA – SILVIA SALIS SI CONFERMA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Ormai è certo: l'atletica italiana ha trovato un'altra martellista di assoluto valore internazionale, che va ad aggiungersi alle ben note Balassini e Claretti. Se ne è avuta conferma nella mattina della seconda giornata dei CNU pisani, quando Silvia Salis ha scagliato l'attrezzo per due volte oltre i 69 metri, ottenendo 69.67 come miglior misura e avvicinando nuovamente quei 70 metri che ha superato a Savona per la prima volta in carriera appena quattro giorni fa. Quello che più impressiona è che quindi non si tratta di exploit isolati, bensì di un nuovo standard di rendimento che già si era intuito nelle competizioni invernali.
Dopo la gara, la graziosa lanciatrice genovese era raggiante: “Il salto di qualità sembra proprio che sia avvenuto nell'anno giusto, quello olimpico. Qui a Pisa ho provato ottime sensazioni, ero molto rilassata. La stagione, pur essendo all'inizio, è stata una progressione continua, contribuendo a darmi fiducia e sicurezza. Prima una bella prova a Lisse, in Olanda, i primi di maggio quando ero ancora carica”. Dopo il personale di 69.38 ai Societari di Imperia, “è poi arrivato un 69.09 nel classico meeting tedesco di Halle, in cui sono stata molto regolare intorno ai 68 metri e mezzo. Infine il minimo A per Pechino, realizzato a Savona con 70.07 sotto la pioggia… evidentemente il clima temporalesco aveva elettrizzato anche me! Adesso comincia un nuovo ciclo di duro lavoro, per poter affrontare al meglio i prossimi e più importanti appuntamenti”.
Il tecnico Valter Superina ha evidenziato che per Silvia si tratta appunto della terza prova ad alto livello nell'arco di una settimana. Presente anche il capitano azzurro Nicola Vizzoni, che si è compiaciuto per i miglioramenti della giovane portacolori della Forestale, che compirà ventitré anni a settembre.

La giornata, finalmente disputata sotto un bel sole, era cominciata con la netta vittoria nella marcia della milanese Valentina Trapletti su Sibilla Di Vincenzo.
Nei 400 ostacoli il promettente Leonardo Capotosti, seguito in tribuna dall'ex campione del mondo Fabrizio Mori, si è aggiudicato il duello a distanza con il coetaneo Francesco Cavazzani che aveva corso nella serie precedente, dimostrando di avere ancora ampi margini di crescita, mentre la catanese Anna Guerrera ha stabilito il primato personale per battere la favorita Rita Apollo.

Due atlete hanno bissato il successo del giorno prima; si tratta di Emma Quaglia, autrice di una gara solitaria sui 5000, e Lorenza Canali, grazie allo spunto finale sul doppio giro di pista.
La velocista lucchese Alessia Berti del Cus Pisa, uscita bene dalla curva dei 200, pur sfavorita dall'angusta prima corsia, è poi riuscita a conservare sul traguardo un decisivo vantaggio sulle avversarie.
Il Cus Bari ha messo in mostra i suoi talenti del mezzofondo: Giovanni Bellino si impone con apparente facilità sugli 800 e Vincenzo Stola tiene a debita distanza tutti gli altri sin dall'avvio dei 5000.

I Campionati Nazionali Universitari vanno in archivio con il merito di aver riportato a Pisa una manifestazione atletica di rango nazionale, in una città che in passato ha anche ospitato un buon meeting, culminato il 25 agosto 1983 con il primato mondiale nell'alto ad opera dell'allora sovietica Tamara Bykova, che saltò 2.04 all'Arena Garibaldi.
L'appuntamento con i CNU è già fissato per Lignano 2009, con l'organizzazione congiunta di Cus Trieste e Cus Udine.

Nella foto: Silvia Salis al termine della gara insieme a Valter Superina, suo allenatore da sempre

LE MEDAGLIE ASSEGNATE

Gare maschili. 200 m: 1. Paolo Pistono (Cus Torino) 21.66 (+1.0); 2. Alessandro Minen (Cus Udine) 21.69 (+1.0); 3. Alessandro Berdini (Cus Camerino) 21.76 (0.0)
800 m: 1. Giovanni Bellino (Cus Bari) 1:53.16; 2. Mattia Picello (Cus Padova) 1:53.70; 3. Andrea Sigismondi (Cus Brescia) 1:53.80
5000 m: 1. Vincenzo Stola (Cus Bari) 14:35.30; 2. Gabriele Carletti (Cus Camerino) 14:42.52; 3. Stefano Cugusi (Cus Pavia) 14:54.05
400 ostacoli: 1. Leonardo Capotosti (Cus Perugia) 52.66; 2. Francesco Cavazzani (Cus Pisa) 52.77; 3. Marco Cappetti (Cus Firenze) 52.93
Lungo: 1. Mattia Nuara (Cus Milano) 7.66 (+0.7); 2. Roberto Borromei (Cus Camerino) 7.44 (+2.0); 3. Davide Crosta (Cus dei Laghi) 7.40 (+2.1)
Peso: 1. Marco Di Maggio (Cus Macerata) 17.96; 2. Eugenio Umberto Mannucci (Cus Viterbo) 16.82; 3. Guido Montanari (Cus Genova) 15.75
Giavellotto: 1. Roberto Bertolini (Cus Cassino) 70.80; 2. Leonardo Gottardo (Cus Padova) 67.42; 3. Norbert Bonvecchio (Cus Trento) 64.88
Marcia 5 km: 1. Pasquale Aragona (Cus Milano) 20:58.69; 2. Teodorico Caporaso (Cus Benevento) 20:59.83; 3. Francesco Ciappa (Cus Napoli) 21:28.84
4×400 m: 1. Cus Milano (Mauri, Colombo, D'Ambrosi, Zuodar) 3:15.68; 2. Cus Bari (L. Cascella, Bellino, Valerio, Morizio) 3:16.05; 3. Cus Camerino (Nalocca, Nardi, Savi, Berdini) 3:18.11
Classifica finale a squadre: 1. Cus Camerino 49; 2. Cus Milano 46; 3. Cus Bari 36

Gare femminili. 200 m: 1. Alessia Berti (Cus Pisa) 24.91 (+1.5); 2. Silvia Cavenago (Cus Milano) 25.01 (+1.5); 3. Lia Iuvara (Cus Catania) 25.06 (+1.1)
800 m: 1. Lorenza Canali (Cus Padova) 2:09.91; 2. Martina Rosati (Cus Genova) 2:10.62; 3. Rosella Loiacono (Cus Genova) 2:11.03
5000 m: 1. Emma Quaglia (Cus Genova) 16:28.29; 2. Giorgia Vasari (Cus Roma) 16:51.20; 3. Sofia Biancarosa (Cus Catania) 17:06.88
400 ostacoli: 1. Anna Guerrera (Cus Catania) 59.24; 2. Rita Apollo (Cus Trieste) 59.70; 3. Marta Oliva (Cus Roma) 60.09
Alto: 1. Maria Vittoria Palattella (Cus Pisa) 1.73; 2. Marina Caneva (Cus Verona) 1.73; 3. Elena Brambilla (Cus Milano) 1.70
Asta: 1. Gloria Gazzotti (Cus Parma) 4.01; 2. Elisa Capotorto (Cus Udine) 3.70; 3. Giulia Benedetti (Cus Verona) 3.60
Lungo: 1. Chiara Mancino (Cus Torino) 5.99 (+0.1); 2. Elen Tomadin (Cus Udine) 5.71 (+1.1); 3. Elisa Demaria (Cus Genova) 5.67 (-0.3)
Martello: 1. Silvia Salis (Cus Genova) 69.67 [69.59, 67.29, 69.67, 66.02, 66.75, 66.92]; 2. Elisa Palmieri (Cus Siena) 60.80; 3. Micaela Mariani (Cus Pisa) 58.02
Giavellotto: 1. Luana Picchianti (Cus Siena) 51.45; 2. Elena De Lazzari (Cus Padova) 49.21; 3. Serena Tronnolone (Cus Siena) 46.06
Marcia 5 km: 1. Valentina Trapletti (Cus Milano) 22:46.52; 2. Sibilla Di Vincenzo (Cus Bologna) 23:28.55; 3. Marta Marcolini (Cus Roma) 23:36.32
4×400 m: 1. Cus Milano (Cavenago, Marianelli, Alberti, Bonfanti) 3:54.36; 2. Cus Genova (Martini, Corsini, Loiacono, Rosati) 3:54.76; 3. Cus Firenze (Girardi, Franchi, Acciai, Finesso) 3:57.07
Classifica finale a squadre: 1. Cus Padova 51; 2. Cus Milano 46; 3. Cus Genova 41

fonte: Redazione
fonte foto: Atleticanet – Luca Cassai

ALLEGATO: ANet_news_CNU_2008_31.5.2008.zip (86 Kb)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *