A FORMIA FILIPPO CAMPIOLI MANCA DI UN SOFFIO IL RECORD ITALIANO

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

L'estate torrida del salto in alto è iniziata senza colpo ferire e Filippo Campioli nel salto in alto, spronato dai successi dei suoi avversari, che hanno eguagliato la sua misura per accedere a Pechino, supera la misura di 2 metri e 30 nel meeting nazionale di Formia.

E'una sorta di rivincita per il giovane allievo di Giuliano Corradi che sotto un caldo torrido passa alla prima prova le misure di 2.18, 2.25 e 2.30. In seguito ha provato il record italiano a 2 metri e 34 fallendolo di un soffio per ben due volte, per lui questa gara è quasi una conferma Olimpica. Alle sue spalle si sono piazzati i gemelli Ciotti, Nicola con 2.25 e Giulio 2.22. Il suo tecnico Giuliano Corradi è sicuro che Campioli possa almeno stabilire un 2 metri e 32 se non superare il record italiano.

Sto bene nonostante qualche piccolo problema fisico in via di risoluzione “ci ha commentato Campioli” dopo i 2 metri e 30 ho voluto provare il colpo grosso perché sentivo che era alla mia portata certo che se mi accontentavo potevo fare di sicuro un 2 e 32 ma ci sono altre gare dove posso farlo.

Tra gli altri atleti attesi per una conferma o per il loro apporto alla nazionale, in questi giorni scenderanno in pista ad Annency in Coppa Europa, Matteo Villani nei 3000 siepi e Elisa Cusma in 800 e 1500.

Matteo Villani gareggerà nei 3000 siepi Domenica pomeriggio, purtroppo nonostante abbia abbondantemente stabilito il minimo B (8'33″) per andare a Pechino con 8'25″80, la federazione italiana non sì espressa per portarlo alle Olimpiadi, le sue speranze di migliorarsi e di fare quel secondo in meno sono ridotte al lumicino anche perché in Coppa Europa ci si aspetta una gara tattica e dopo di questo non sarà facile trovare un meeting dove realizzare un buon tempo, comunque il giovane atleta allenato da Renzo Finelli non sì arrende e tenterà Domenica alle 16 di riuscire nell’impensabile.

Elisa Cusma scenderà in pista ad Annecy in Francia, nel pomeriggio di Sabato alle 16:15 e alle 15:50 di Domenica. Le avversarie con cui dovrà confrontarsi sono alcune delle migliori specialiste al mondo, poiché l’Europa ha il meglio del mezzofondo veloce del panorama sportivo mondiale.

Claudio Guizzardi il tecnico di Cusma ci ha commentato le speranze della sua atleta” Puntiamo a piazzarci bene in entrambe le gare, anche perché l’Italia punta a rimanere nella elitè europea, quindi il contributo d’Elisa è vitale per la nazionale italiana per rimanere tra le migliori squadre d’Europa. I prossimi impegni della mezzofondista modenese prima dei Giochi Olimpici sono la notturna di Milano il 2 Luglio, a seguire il meeting Iaaf di Madrid e poi a ruota il Golden Gala del 11 Luglio.

fonte: Gino Esposito
fonte foto: Gino Esposito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *