COPPA EUROPA ANNECY 2008: 1^ GIORNATA FEMMINILE

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Gare di Coppa Europa al femminile per l'ultima edizione che vede classifiche separate; la formazione russa non delude le attese e si invola a vincere il suo 12^ titolo consecutivo, nonostante abbia raccolto solo 3 successi in 11 gare disputate, la compattezza delle ragazze russe le pone nettamente davanti con 71 punti alle ukraine a quota 58.
Lotta per il terzo gradino del podio tra Gran Bretagna e Polonia entrambe a 51 punti. Più staccate le altre formazioni con la Francia e una sfortunata Italia a quota 42, la Bielorussia a 40 e una opaca Germania a 39.

LE GARE:

400 ostacoli a pannaggio dell'ucraina Anastasiya Rabchenyuk, vincitrice in 54.64 davanti alla polacca Anna Jesien (54.81); giunge 5^ con il tempo di 56.31 una ritrovata Benedetta Ceccarelli.

Salto triplo che parla ancora ucraino con Olha Saladuha che al secondo tentativo trova la misura che le vale la vittoria 14,73 mt davanti alla stravagante francese di chiare origini africane Teresa Nzola Meso Ba atterrata a 14,51. Terzo posto per l'azzurra Magdelin Martinez alla misura di 14,28, regolarissima nei 4 tentativi a disposizione (14,24,-14,28-14,24-14,23) la sua serie, ma senza trovare il guizzo per guadagnare ulteriori posizioni.

i 100 metri regalano sorrisi in casa azzurra; nonostante il 4° posto finale, dietro alla Bielorussa Yulia Nestsiarenka, oro ad Atene 2004, prima in 11,17, l'azzurra Anita Pistone coglie il personale e il minimo olimpico fermando il cronometro sull'11.27. Davanti a lei completano il podio la britannica Emma Ania in 11.22 e la russa Yevgeniya Polyakova con 11.26 .

Gli 800 metri sono teatro di una sorta di dramma sportivo che coinvolge la nostra Elisa Cusma, atleta tra le favorite della vigilia costretta al ritiro a trecento metri dal finale quando l’ucraina Olha Yekymenko assesta un duro colpo sull'addome dell'azzurra (per maggiori dettagli leggere qui. In questa gara la nostra rappresentativa deve annotare un poco gradito 0 punti. Gara dai retroscena particolari, con la tedesca Monika Gradzki giunta 7° a cadere a 100 metri dall'arrivo rischiando di coinvolgere altre atlete. La vittoria è andata alla britannica Jenny Meadows in 2.01.20 davanti alla francese Élodie Guégan (2.01.65).

Il Disco ha visto il successo della russa Saykina con la misura di 62,56 davanti all'ucraina Semenova 62,25 e alla polacca Wisiniewska 59,01.

Gara dell'Asta divisa in due, dovuto al livello tecnico delle atlete presenti; vince la russa Golubchikova con 4,73 mt davanti alla polacca Rogowska 4,66 mt e alla tedesca Spiegelburg terza con 4,59 mt.
Al 5° posto l'azzurra Arianna Farfalletti Casali con la misura di 4,05 davanti a tre atlete rimaste sotto i 4 metri.

3000 metri tattici con la vittoria della polacca Lidia Chojecka in 9.03.49; paga lo scotto del debutto in nazionale maggiore la giovane Valentina Costanza, ottava in 9.44.06.

Nei 400 metri vittoria per la britannica Nicola Sanders in 51.17 davanti all'ucraina Natalya Phyda (51.57). Buon 5° posto per Daniela Reina 52.87.

Giavellotto vinto dalla bielorussa Shymchuk al record nazionale in 63,24 mt davanti alla russa Abakumova con 61,78 mt; terzo posto per l'azzurra Zahra Bani con la misura di 58.13.

3000 siepi vinti dalla la russa Gulnara Galkina in 9.35.32 con l'ottimo 4° posto di Elena Romagnolo che con 9.40.59 va vicina al suo primato italiano.

Chiude la 4 x 100 che ai colori Azzurri regala il record nazionale a 43.04 cogliendo un prezioso 3° posto; Anita Pistone, Vincenza Calì, Giulia Arcioni e Audrey Alloh abbassano il record di 4 decimi e guadagnano in maniera quasi-definitiva il pass per Pechino. Vince la Russia in 42.80 davanti alla Gran Bretagna in 42.95

I RISULTATI COMPLETI SU:
http://www.sportresult.com/sports/la/framework/eaa2.asp

Nella foto la sfortunata 800centista azzurra Elisa Cusma.

Per leggere gli altri report clicca qui sotto:
1° giornata uomini
1° giornata donne
2° giornata uomini
2° giornata donne

fonte: www.european-athletics.org
fonte foto: Elisa Schena – Atleticanet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *