LETTERA APERTA: ANDREW HOWE MA VOGLIAMO PARLARNE?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

La nostra redazione riceve da Alessandro Canale e pubblica questo intervento in relazione alla scelta di far gareggiare Andrew Howe nei 200 in Coppa Europa. Come sempre rimaniamo a disposizione di coloro che, chiamati in causa, volessero replicare a queste dichiarazioni.

Ieri mi sono davvero indignato!
La gestione di Andrew in questa circostanza è stata a dir poco fantozziana e penso che i vertici federali dovrebbero prendersi tutte le responsabilità del caso.

Partendo dal presupposto che sulla generosità di Andrew non si discute e che non possiamo che avere simpatia per lui, mi domando chi siano gli scienziati che in un anno fondamentale per la carriera del ragazzo sono stati illuminati da questo lampo di genio e hanno deciso di schierarlo sui 200 m (La domanda è ovviamente retorica).

Ricordo per chi lo avesse dimenticato che nei 200 Andrew ha avuto tantissime grane già in passato. Vedi Olimpiadi di Atene.
Se poi fosse necessario supportare queste parole con una motivazione tecnica potrei far presente che Howe è sicuramente dotato di una velocità di base eccezionale, ma non è certo un modello di decontrazione e facilità di corsa. Mi sembra anche evidente che è ancora un po' carico di lavoro…

Insomma ci sono tutti gli elementi per capire che un 200 con pressioni da coppa europa è troppo rischioso. E questo è …o forse meglio dire dovrebbe essere, l'ABC dell'allenatore.
Concludendo: visto che Andrew è una delle pochissime possibilità di medaglia che avremo a Pechino era proprio il caso di esporlo a questo rischio?

Carissimi dello staff federale, complimenti per tutti i diplomini che avete conseguito e per le competenze altmente specifiche, ma un corso di buon senso e lungimiranza prorprio non vogliamo farlo, eh?
Ragazzi parliamo probabilmente del più grande talento che l'Italia abbia mai avuto!!! Provate ad immaginare se una cosa simile dovesse accadere nel calcio che bufera mediatica!
Detto questo non ci resta che fare un sincero in bocca al lupo ad Andrew: Forza fenomeno! A Pechino salterai alla grande

Alessandro Canale

fonte: Alessandro Canale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *