TESSALONICA EAA PREMIUM MEETING – 9 LUGLIO 2008

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Il concorso del triplo era la gara più attesa e non ha deluso. Il confronto fra Chrysopigi Devetzi e la campionessa mondiale in carica, la cubana Yargelis Savigne, non è mancato, con la slovena Marija Sestak a fare da terza incomoda. Il vento a favore ha arrotondato forse le prestazioni, ma quasi sempre entro i limiti. La gara si decide al terzo turno, quando la Devetzi indovina rincorsa, pedana e sincronismi per un salto che con 15,22 (+1,5 m/s) la porta in cima al ranking mondiale, ad un mese dalle Olimpiadi. La sua seconda miglior misura di 15,21 la dice lunga sul suo stato di forma. Passa due volte i 15 metri anche la Savigne. ma rimane a 15,12. Terza la Sestak con un 14,90 ventoso

Ventoso (+2,9 m/s) anche l’ 8,36 m con cui Luis Tsatoumas ha regolato il lotto dei concorrenti del lungo maschile, ma il saltatore greco sta dimostrando grande costanza di rendimento nei meeting finora frequentati e questo potrà tornare utile quando quello che conterà non sarà il risultato tecnico ma la competizione

Grandi nomi ma forse un po’ di delusione per la gara dell’alto maschile. E’ tornato a sorridere Stefan Holm, a cui è bastata la misura di 2,32 m per battere Yaroslav Rybakov, fermo a 2,30. Solo quarto il cipriota Kyriakos Ioannu, con un per lui modesto 2,27 m.

Rimane da riferire della gran volata sulle ali di Eolo con cui Veronica Campbell ha vinto i 100 m: un comunque notevole 10”85 anche se sospinto da un vento di +2,6 m/s. Lontana comunque la campionessa mondiale indoor dei 60 m Angela Williams, seconda in 11”17. La giamaicana si è detta soddisfatta ed ottimista per Pechino, dove competerà solo sulla distanza doppia di cui è campionessa olimpica, essendo arrivata solo quarta nei 100 ai terribili trias dell’isola caraibica.
Non sprizzava gioia invece l’altra olimpionica Fani Halkia. L’ostacolista greca è giunta solo 5° nei 400 hs, con un modesto 57”57 , nella gara vinta a sorpresa dalla ceca Suzana Heinova in 56”22.

In allegato i risultati completi del meeting.

fonte: IAAF
fonte foto: www.devetzi.gr

ALLEGATO: ANet_news_I_risultati_completi_10.7.2008.pdf (22 Kb)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *