MEETING DI RETHYMNO, C’ERANO ANCHE GLI AZZURRI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

In un meeting senza particolari acuti internazionali se non per il triplo di Yargelis, segnaliamo le prestazioni di alcuni azzurri in terra greca a partire dal martello di Vizzoni e Lingua.

La gara di martello finisce oltre gli 80 metri con un lancio dell'ungherese Pars che vince in 81.36. Buon secondo l'alfiere azzurro Nicola Vizzoni che spedisce l'attrezzo alla misura di 77.49. Meno bene Marco Lingua che non riesce ad andare oltre i 73.71.

Simone Collio ha corso i 100 mt in 10”33 (+1,20 il vento) all'interno di una serie alla sua portata con quattro atleti prima di lui al traguardo con tempi da 10”03 fino a 10”30 ma il nostro velocista azzurro ha anche corso i 200 mt finendo col tempo di 21”33. Di certo Simone sta ancora cercando la giusta condizione per cui queste uscite, anche su distanze a lui non troppo congeniali, vanno lette proprio nell'ottica del testarsi e della ricerca della giusta forma in vista di appuntamenti ben più importanti. Per la cronaca i 100 sono stati vinti da Marc Burns in 10”03 mentre i 200 sono stati appannaggio di La Shawn Merritt che ha chiuso la gara in 20”26.

Nei 1500 abbiamo trovato in pista il poco conosciuto Goran Nava (in foto con la maglia della Radford University) che pur essendo italiano e correndo per l'Italia ha fatto la coraggiosa (e noi aggiungiamo felice) scelta di fare l'atleta-studente negli Stati Uniti. Nava, lombardo, del gruppo Rondelli era fresco di un 3'38”35 corso alla nottura di Milano all'inizio del mese per cui si presentava a questa gara con buone carte da giocare. Purtroppo per lui le cose non sono andate così bene e il mezzofondista azzurro si è dovuto accontentare della settima piazza con 3'43”49 in una gara vinta dal keniano Haron Keitany in 3'38”84 probabilmente alla sua portata.
Siamo certi che sentiremo ancora parlare di questo ragazzo già campione italiano promesse negli 800 metri, l'ambiente favorevole ed una guida attenta faranno di lui un mezzofondista di sicuro valore internazionale.

Per puro dovere di cronaca, annotiamo i seguenti risultati: Virgilijus Alekna vince il disco con 70.86, Angelo Taylor corre i 400 in 45”02 davanti a Bershawn Jackson in 45”47. Tra le donne il già segnalato triplo a 15.20 della cubana Savigne Yargelis e la vittoria di Melisa Barber nei 100 con 11”23.

fonte: IAAF – Michalis Nikitaridis
fonte foto: mensracing.com

ALLEGATO: ANet_news_I_risultati_completi_15.7.2008.html (11 Kb)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *