CAMPIONATI ITALIANI INDIVIDUALI ASSOLUTI – ANTEPRIMA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Si riunisce in Sardegna quest’anno il meglio (o quasi) dell’atletica italiana assoluta, in una manifestazione pre-olimpica che vedrà certamente molti atleti protagonisti di sfide più che contro l’avversario, contro il cronometro (o il metro). I Campionati Italiani di Cagliari infatti, costituiscono per qualcuno l’ultima chance per ottenere il lasciapassare per Pechino.

UOMINI
Nei 100, presenti praticamente tutti i migliori specialisti, a cominciare da Jacques Riparelli (Aeronautica), il migliore finora con 10”23, Fabio Cerutti (Fiamme Gialle), Simone Collio (Fiamme Gialle) con 10”28 ed Emanuele Di Gregorio (Aeronautica) con 10”32, tempi ottenuti entrambi al Golden Gala dell’11 luglio scorso, Maurizio Checcucci (Fiamme Oro), il talento salentino Daniele Greco (ASD Bruni Pubbl. Atl. Vomano) con lo stupefacente 10”38 ottenuto ad Acquaviva circa un mese fa, Marco Torrieri (Aeronautica), il campione italiano uscente Koura Kaba Fantoni (Atl. Mondovì), Giovanni Tomasicchio (Amatori Atl. Acquaviva), il campione italiano promesse 2008 Alessandro Guazzi (CARIRI), Roberto e Massimiliano Donati, il campano Giuseppe Aita, Francesco Scuderi, ed il giovanissimo Valerio Rosichini (classe 1990).
Stesso discorso nei 200, dove però scenderanno però in pista anche Alessandro Cavallaro (Fiamme Gialle), Matteo Galvan (Fiamme Gialle), 2° lo scorso anno alle spalle di Andrew Howe, Gavino Dettori, ed eccezionalmente in veste di 200ista, Claudio Licciardello (Fiamme Gialle), che non prenderà invece parte al giro di pista, dove correranno il compagno di squadra Andrea Barberi, con un accredito di 46”28, Teo Turchi (Carabinieri) fresco di Golden Gala, Marco Marsadri (Atl. Cento Torri Pavia) e Isalbet Juarez (Atl. Bergamo 1959 Creberg).

Negli 800 in gara Lukas Rifeser (Esercito), finora il migliore con 1’46”12, Livio Sciandra (Aeronautica), campione italiano uscente, ed il capitano della formazione azzurra che ha preso parte ai recentissimi Mondiali Junior, Mario Scapini (Pro Patria CUS Milano), 4° nel 2007. Assenti gli specialisti Longo e Bobbato.

E’ di Christian Obrist (Carabinieri) il miglior tempo d’iscrizione ai 1500 (3’38”01), dove compaiono però anche nomi come Goran Nava (Pro Patria CUS Milano), studente negli Stati Uniti presso la Radford University, Najibe Salami (Esercito) con 3’41”36, Christian Neunhauserer, 3° lo scorso anno, ed il finanziere molisano Andrea Lalli.
Cercherà di fare meglio del 2007, quando fu costretto al ritiro, Cosimo Caliandro (Fiamme Gialle) nei 5000, nei quali dovrà vedersela con il conterraneo Domenico Ricatti (Aeronautica) in fase di ripresa da un anno di noie fisiche, e Daniele Meucci (Esercito), vincitore del titolo assoluto un anno fa a Padova. Ricatti e Meucci sono iscritti anche alla gara dei 10000, insieme a Stefano La Rosa (Carabinieri), Errebbah Mostafa (Sport Club Catania) e Francesco Bona (Aeronautica), rispettivamente 4° e 5° nel 2007.

Si prevede lotta serrata nei 3000 siepi, tra Matteo Villani (Carabinieri) e Yuri Floriani (Fiamme Gialle) che già a Padova occuparono i gradini più alti del podio; a loro potrebbe aggiungersi Paolo Zanatta (Fiamme Oro), bronzo un anno fa.

Nella velocità con barriere, il migliore attualmente pare essere Emanuele Abate (Fiamme Oro), campione italiano assoluto 2007, con il suo 13”66; alle sue spalle i nomi di Andrea Alterio (Fiamme Gialle) con 13”89, Paolo Dal Molin (Atl. Alessandria) con 14”01, il campione italiano promesse Mark Nalocca, il veterano Emiliano Pizzoli, e Luca Zecchin reduce dai mondiali junior in Polonia.

Alla partenza dei 400 ostacoli invece, Nicola Cascella (Aeronautica), iscritto con 50”81, in azzurro durante la Coppa Europa, Leonardo Capotosti (ASD Bruni Pubbl. Atl. Vomano) con 51”46, Claudio Citterio (Fiamme Oro), vincitore in quel di Padova, lo junior Giacomo Panizza, e Markus Crepaz, argento nel 2007.

Passando ai concorsi, nomi noti nell’alto, come quelli di Alessandro Talotti (Carabinieri), Filippo Campioli (Esercito) e Andrea Bettinelli (Fiamme Gialle), giunti a quota 2,30 quest’anno; in gara anche i fratelli Ciotti, fermi però fino ad ora a 2,27 e 2,24.
Nell’asta, assente Giuseppe Gibilisco fresco di minimo olimpico, in pedana Giorgio Piantella (Carabinieri) capace di un buon 5,42; 2cm più in basso, Sergio D’Orio (Fiamme Gialle), secondo un anno fa. Per il resto, presenti pressoché tutti i migliori specialisti, più il giovanissimo talento di Marcello Palazzo (CUS Foggia), classe 1991.

Nel lungo, assente Andrew Howe in piena ripresa dagli ultimi acciacchi, la miglior misura d’accredito è il 7,82 di Nicola Trentin (Fiamme Azzurre), seguito dall’aviere siciliano Ferdinando Iucolano con 7,79, Mattia Nuara (Assindustria Sport Padova) con 7,70 e la promessa Emanuele Catania (Fiamme Gialle Simoni) con 7,68. Nel triplo invece si prevede un’avvincente sfida sul filo dei 17m tra Fabrizio Schembri (Carabinieri) e Fabrizio Donato (Fiamme Gialle); chissà che non ci scappi anche il primato italiano junior all’aperto di Daniele Greco, reduce dal 4° posto ai mondiali di categoria con 16,33 (il record italiano è lontano solo 8cm).

Nel peso, saranno in pedana gli stessi atleti che primeggiarono un anno fa a Padova, ovvero Paolo Dal Soglio (Carabinieri) capace quest’anno di 18,89, Paolo Capponi (Fiammo Oro), campione italiano uscente, Marco Di Maggio (Aeronautica) e Marco Dodoni (Forestale).
Nel disco invece, il carabiniere Hannes Kirchler cercherà di confermare la vittoria del 2007, insidiato dal compagno di squadra Diego Fortuna, da Giovanni Faloci (Fiamme Gialle) e da Marco Zitelli (Aeronautica).
Lotta alla fettuccia degli 80m nel martello, dove fino ad ora la miglior misura appartiene al finanziere Marco Lingua, 79,97, seguito con 78,79 da capitan Vizzoni.
Nel giavellotto, nella lista degli iscritti risulta essere abbondantemente il migliore Roberto Bertolini (Atl. Cento Torri Pavia) con il suo 76,93, seguito a 71,77 dallo junior Emanuele Sabbio (Bruni Pubbl. Atl. Vomano), e da Norbert Bonvecchio (Atl. Trento) con 71,02.

Infine nella marcia, scenderà in pista il campione olimpico di Atene, Ivano Brugnetti (Fiamme Gialle), insieme a Ruggero D’Ascanio (Pol. Rocco Scotellaro MT) e al talento dei giovani Giorgio Rubino (Fiamme Gialle) e Vito Di Bari (CUS Bari); assente l’alto-atesino Alex Schwazer.

DONNE
Anche a livello femminile, nella velocità scenderà in pista il meglio dell’atletica azzurra, da cui usciranno con buona probabilità le quattro velociste che prenderanno parte alla 4×100 cinese. Con 11”35, Vincenza Calì (Fiamme Azzurre) si candida a vincere il titolo, insieme ad Anita Pistone (Esercito), lontana solo 2 centesimi, Manuela Grillo (Forestale), Audrey Alloh (Atl. Firenze Marathon), Martina Giovanetti (Forestale), Doris Tomasini (US Quercia Rovereto), Giulia Arcioni (Forestale), Maria Aurora Salvagno (Aeronautica), seconda lo scorso anno, Jessica Paoletta (CARIRI), la junior Martina Balboni (GS Self Atl. Montanari Gruzza), Ilenia Draisci (Fondiaria SAI) e Daniela Graglia (Esercito).

Vincenza Calì è al vertice della lista delle iscritte anche ai 200 con 23”20, insieme a quasi tutte la partecipanti ai 100 metri ed all’italo-cubana Libania Grenot (CUS Cagliari) e a Daniela Reina (Fiamme Azzurre). Queste ultime, saranno senza dubbio le protagoniste del giro di pista, magari con un nuovo record italiano che farebbe ben sperare in vista delle Olimpiadi; ai loro vanno aggiunti nomi come Marta Milani, Chiara Bazzoni, Elena Bonfanti, Maria Teresa Schutzmann, Eleonora Sirtoli, Monika Niederstaetter.

L’unica al di sotto dei 2 minuti nel doppio giro è l’azzurra Elisa Cusma (Esercito) con 1’59”76, seguita da Antonella Riva (Fondiaria SAI) e da Chiara Nichetti (Italgest Athletic Club).
Elisa Cusma è iscritta anche ai 1500 metri col tempo migliore (4’13”68); insieme a lei correranno Eleonora Berlanda (Fiamme Oro), seconda già nel 2007, e Agnes Tschurtschenthaler (Forestale).

Tutti da vedere anche i 5000, con Silvia Weissteiner (Forestale), Adelina De Soccio (Fiamme Gialle), Renate Rungger, Gloria Marconi, il rientro di Rosalba Console dopo la nascita del suo primogenito, e, probabilmente, Elena Romagnolo (Esercito); probabilmente perché l’atleta risulta iscritta con il miglior accredito, anche alla gara dei 3000 siepi, che si svolgerà nella stessa giornata dei 5000. Chissà che dopo il 9’31”19 di Atene, non vada alla ricerca dell’ennesimo record italiano su questa distanza.

Ultima possibilità per Micol Cattaneo (Carabinieri) nei 100 ostacoli, per limare quei 2 centesimi che servirebbero al suo record personale (12”98), per ottenere il pass per Pechino; in gara con lei anche Marzia Caravelli (CUS Cagliari), giunta al traguardo dietro di lei ai campionati italiani 2007.
I 400 ostacoli vedranno al via Benedetta Ceccarelli (Carabinieri), capace quest’anno di 56”31, Monika Niederstaetter (Forestale), la campionessa italiana junior in carica Erica Marziani (Sport Atl. Fermo), e Giulia Latini (CARIRI), classe 1991, attualmente la migliore ostacolista per la categoria allieve.

Antonietta Di Martino (Fiamme Gialle) scenderà nella pedana dell’alto per un altro test pre-olimpico, insieme all’atleta di casa Elena Meuti, capace di 1,87 quest’anno.
Da non perdere la gara dell’asta, dove si sente odore di record tra le ragazze della Fondiaria SAI Elena Scarpellini e Anna Giordano Bruno, e Arianna Farfaletti Casali (Italgest Athletic Club); peraltro la Scarpellini è già stata capace di superare l’asticella a quota 4,43 recentemente, peccato solo che fosse durante una manifestazione in piazza.

Tania Vicenzino si candida al suo ennesimo titolo nazionale nel salto in lungo, con un accredito di 6,52; alle sue spalle il 6,10 di Elisa Zanei (GS Valsugana Trentino) e l’incredibile 6,05 dell’allieva Carlotta Guerreschi (AS Dilett. Safatletica).
Ben 24 le iscritte alla gara del salto triplo, dove spiccano i nomi di Magdelin Martinez (Assindustria Sport Padova) che quest’anno ha già ottenuto un buon 14,42, Simona La Mantia (Fiamme Gialle) con 13,79, Thaimi O’Reilly Causse (ASSI Banca Toscana Firenze) con 13,56, ed ancora Francesca Cortelazzo, Eleonora D’Elicio e Federica De Santis, entrambe in azzurro ai mondiali di categoria, Vanessa Alesiani e la promettente allieva Maria Moro.

Il meglio della specialità nella pedana del peso, con Assunta Legnante (Italgest Athletic Club) che sfiderà ancora una volta i 19 metri, accompagnata da Chiara Rosa (Fiamme Azzurre) e da Cristiana Checchi (Forestale); in gara anche alcune delle promesse giovanili come Elena Carini, Julaika Nicoletti e Stefania Strumillo. Cristiana Checchi parteciperà anche alla gara del disco, dove però il miglior accredito (59,21) appartiene a Laura Bordignon (Fiamme Azzurre).
Da non perdere il martello donne, con Silvia Salis (Forestale), Ester Balassini (Fiamme Gialle) e Clarissa Claretti (Aeronautica), vicinissime tra loro: 70,42 – 70,24 – 70, 19.
Nel giavellotto, in gara Zahra Bani (Fiamme Azzurre) accreditata di un buon 60,60, seguita da Claudia Coslovich (Fondiaria SAI) con 60,19 e da Luana Picchianti (Esercito) con 51,45.

Infine, nei 5km di marcia, in gara tra le altre Lidia Mongelli (Euroatletica ’96 Basilicata) e Valentina Trapletti (Esercito), seconda lo scorso anno a Padova.

Per quanto concerne le prove multiple, i favoriti del decathlon risultano essere William Frullani (Carabinieri), Paolo Mottadelli (Atl. Cento Torri Pavia) e Lukas Lanthaler (ASV S.V. Lana-Raika). Nell’eptathlon invece, Francesca Doveri (Esercito), Elisa Trevisan (Fiamme Azzurre) e la compagna di squadra Elisa Bettini.

(nella foto, Emanuele Abate)

fonte: Redazione
fonte foto: Elisa Schena – Atleticanet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *