LJUBLJANA 2008: I SALTI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Dalle specialità di salto sono venute un numero ridotto di medaglie, non tanto per demerito quanto per lo più a causa delle assenze, come i triplisti MARCHETTI e NEVIANI o la saltatrice in alto BUGARINI. Tuttavia non sono mancate le vittorie e le prestazioni di prestigio. In effetti la vittoria di Lamberto BORANGA nel salto in lungo M65 eguagliando con 5,47 il primato mondiale di categoria merita di essere considerata la prodezza in assoluto della nostra delegazione agonistica agli Euromaster 2008. Da notare che dalla specialità del lungo maschile sono venuti tre titoli: oltre a BORANGA, quello di Roberto BONVICINI (nella foto) tra gli M40 e di Bruno SOBRERO tra gli M85. Nell'insieme i salti hanno contribuito al medagliere italiano con 16 medaglie di cui 8 d'oro, 2 d'argento e 6 di bronzo.

Per BORANGA s'è trattato di una escalation cominciata ai campionati indoor di Ancona (4,97), proseguita con il titolo ai Mondiali Indoor (5,22) e poi a Bressanone (5,28 ventoso), dove per altro ha risentito di un infortunio muscolare. A Lubiana il perugino ha centrato il salto record, ma ha lasciato intravedere altri margini di miglioramento; inoltre avrebbe potuto fregiarsi dei titoli nel salto in alto e del triplo, ma ha preferito preservarsi per le gare di settembre, quando tenterà di superare nel lungo la barriera psicologica dei 5,50 e forse di andare all'assalto anche del record mondiale del triplo.

Il 42 toscano Roberto BONVICINI dallo scorso anno è tornato a nuova vita agonistica dopo aver abbandonato la sua prima carriera assoluta a causa degli infortuni e con una miglior misura di 7,59 ottenuta nel 1994 a 28 anni. Il suo rientro lo scorso anno è stato clamoroso con la conquista del titolo mondiale M40 e il nuovo record italiano di categoria a 6,74. Già dall'inverno è partito determinato a fare meglio dell'anno passato: ha vinto i Mondiali Indoor e in una sequenza di risultati ha portato il record italiano di categoria a 6,93. A Lubiana con la misura di 6,77 controvento è arrivato un nuovo riconoscimento internazionale. Il prossimo obiettivo e forse in stagione è quello della barriera dei 7 metri, primo over-40 in Italia. Nella gara degli Euromaster sul podio c'è stato posto come 3° classificato per il bresciano Giorgio FEDERICI, che sembra così aver messo alle spalle gli infortuni che l'anno bloccato per quasi due stagioni intere.

Il risultato clamoroso è stato sfiorato da Marco SEGATEL nel salto in alto M45 e non tanto per la vittoria che non ha aggiunto più di tanto al suo palmares con cui dal 2002 sta dominando la specialità, prima nella categoria M40 e dallo scorso anno in quella superiore. A Lubiana era uno tra gli atleti più attesi dal pubblico degli addetti ai lavori e lui non ha deluso. Rimasto solo già a quota 1,85 ha proseguito snocciolando tutte le misure previste fino a quota 2,00 superate alla prima prova, con tecnica magistrale. Una vera delizia per gli intenditori. Poi ha tentato la scalata al record mondiale con l'asticella posta a 2,05 e nelle prime due prove ha dato l'impressione di andarci decisamente vicino. Il suo lo si potrebbe definire un titolo dal peso specifico molto pesante. Un'ora prima di SEGATEL era in pedana Daniele PAGANI e ha sfiorato la vittoria tra gli M40 saltando 1,95 come il 1° classificato; ma soprattutto ha dimostrato di essere pronto per misure superiori ai 2 metri, come le sue qualità autorizzano a pensare realistiche.

Comunque 4 degli 8 titoli dei salti sono stati conquistati da saltatori con l'asta per merito di: Alessandro BEDA negli M35 con 4,50; Fulvio ANDREINI negli M40 con 4,60; Laura MILLO tra le W40 con 2,50; Carla FORCELLINI tra le W45 con 2,90. Forse si tratta in parte di circostanze favorevoli, ma significa anche che gli specialisti italiani master hanno una loro collocazione di rispetto all'interno della specialità.

In generale le gare di salto a Lubiana hanno offerto più di uno spunto di notevole valore. Forse il risultato più sensazionale ottenuto agli Euromaster 2008 lo si deve attribuire allo spagnolo Jorge PAEZcapace di saltare in lungo alla misura record mondiale M60 di 6,04. Niente male, non c'è che dire per un uomo della terza età. Lo scorso anno aveva saltato 5,99 e l'anno precedente 6,15. Altri salti di grande rango li hanno proposti: nel salto in alto il francese Willian DUKIC (2,03- M35), l'olandese Jan HUJIBERS (1,79 – M55) e lo svedese Carl-Erik SAEMDAL (1,57 – M70); nell'asta M55 il tedesco Uwe RITTE con 4,26. Tra le curiosità quelle dell'inglese Rosemary CHRIMES vincitrice tra l'altro del salto in alto W75 1,11 e già vincitrice 30anni fa nel 1978 alla 1° edizione degli Euromaster di Viareggio.

Medaglie d'ORO (8 = 6M + 2F)
M35 – Asta: Alessandro BEDA 4,50
M40 – Asta: Fulvio ANDREINI 4,60
M40 – Lungo: Roberto BONVICINI 6,77
M45 – Alto: Marco SEGATEL 2,00
M65 – Lungo: Lamberto BORANGA 5,47
M85 – Lungo: Bruno SOBRERO 3,37
W40 – Asta: Laura MILLO 2,50
W45 – Asta: carla FORCELLINI 2,90

Medaglie d'ARGENTO (2 = 2M)
M40 – Alto: Daniele PAGANI 1,95
W40 – Triplo: Susanna TELLINI 10,38

Medaglie dI BRONZO (6 = 4M + 2F)
M35 – Alto: Mirko ZANOTTI 1,80
M35 – Lungo: Diego ZAMBELLI 6,69
M40 – Lungo: Giorgio FEDERICI 6,55
M45 – Triplo: Davide SPOSATO 12,14
W55 – Triplo: Maria Grazia RAFTI 8,52
W60 – Alto: Ingeborg ZORZI 1,26

NUOVI RECORDS
M60/65 – Lungo: Lamberto BORANGA 5,47 m.p.m.eg.
F60 – Alto: Ingeborg ZORZI 1,28

VINCITORI a LUBIANA

Salto in ALTO
M35: Willian DUKIC (Fra) 2,03
M40: Guenter GASPER (Aut) 1,95
M45: Marco SEGATEL (Ita) 2,00
M50: Ari LIISANANTII (Fin) 1,80
M55: Jan HUJIBERS (Ned) 1,79
M60: Gerhard WENZKE (Ger) 1,59
M65: Jaroslav HANUS (Cze) 1,55
M70: Carl-Erik SAEMDAL (Swe) 1,57
M75: Pavel TOSNAR (Cze) 1,35
M80: Nils-Bertil NEVRUP (Swe) 1,24
M85: Emmerich ZENSCH (Aut) 1,15
M90: Klaus LANGER (Ger) 1,00

Salto con l'ASTA
M35: Alessandro BEDA (Ita) 4,50
M40: Andreini FULVIO (Ita) 4,60
M45: Marc SPONY (Fra) 4,40
M50: Peter PAZAK (Svk) 4,10
M55: Wofgang RITTE (Ger) 4,26
M60: Bogdan MARKOWSKI (Ger) 3,70
M65: Walter ZBINDEN (Sui) 3,20
M70: Walter MUELLER (Ger) 2,80
M75: Pavel TOSNAR (Cze) 2,62
M80: Martin KUTMAN (Est) 1,80
M85: Emmerich ZENSCH (Aut) 1,90

Salto in LUNGO
M35: John MUNROE (Gbr) 6,82
M40: Roberto BONVICINI (Ita) 6,77
M45: Masakatsu KONDO (Gbr) 6,30
M50: Anders OLSSON (Swe) 6,03
M55: Jaroslav CALDA (Cze) 5,91
M60: Jorge PAEZ (Esp) 6,04 m.p.m.
M65: Lamberto BORANGA (Ita) 5,47 m.p.m.eg.
M70: Adolf APPEL (Ger) 4,55
M75: Vladimir POPOV (Rus) 4,29
M80: Hans EBERLE (Ger) 3,80
M85: Bruno SOBRERO (Ita) 3,37

Salto TRIPLO
M35: Maxime MORMIN (Fra) 14,96
M40: Jiri SMETANA (Cze) 14,35
M45: Rez CAMERON (Gbr) 14,11
M50: Georg WERTHNER (Aut) 12,67
M55: Jaroslav CALDA (Cze) 12,29
M60: Claus-Werner KREFT (Ger) 11,61
M65: Fedor SHCHERBINA (Rus) 10,39
M70: Vladimir ROYTMAN (Rus) 10,21
M75: Vladimir POPOV (Rus) 8,70
M80: Istvan KOVACS (Hun) 6,59
M85: Emmerich ZENSCH (Aut) 7,01

Salto in ALTO
W35: Laila KURILOVICA (Lat) 1,63
W40: Elena SEMASHKO (Ger) 1,60
W45: Wandy LAING (Gbr)
W50: Carmen KARG (Ger) 1,53
W55: Janine KORTBEEK (Ned) 1,40
W60: Gertrude REISMANN (Ger) 1,32
W65: Edith GRAFF (Bel) 1,30
W70: Leili KAAS (Est) 1,17
W75: Rosemary CHRIMES (Ger) 1,11
W80: Christiane WIPPERSTEG (Ger) 0,88

Salto con l'ASTA
W35: Natalia MENSHENINA (Rus) 3,70
W40: Laura MILLO (Ita) 2,50
W45: Carla FORCELLINI (Ita) 2,90
Petra HERMANN (Ger) 2,90
W50: Sabina PLUMMER (Aut) 1,90
W55: Ute RITTE (Ger) 2,60
W60: Dagmar WIDMANN (Ger) 1,60
W65: Diethild NIX (Ger) 2,31 m.p.euro.
W70: Dorothy McLENNAN (Irl) 1,60

Salto in LUNGO
W35: Natalia MENSHENINA (Rus) 5,49
W40: Annett DAMME (Ger) 5,37
W45: Kirsten KALLMEIER-SCHROEDER (Ger) 5,52
W50: Christine MUELLER (Sui) 4,89
W55: Janine KORTBEEK (Ned) 4,65
W60: Ingrid MEIER (Ger) 4,60
W65: Edith GRAFF (Bel) 4,27
W70: Leontine VITOLA (Lat) 3,63
W75: Rozka STANCHEVA (Bul) 3,18
W80: Senni SOPANEN (Fin) 2,39

Salto TRIPLO
W35: Andrea SZIRBUCK (Hun) 12,35
W40: Velentyna KREPKINA (Ukr) 11,40
W45: Maria Rosa ESCRIBANO (Esp) 11,11
W50:
W55: Janine KORTBEEK (Ger) 9,97
W60: Gertrude REISMANN (Ger) 9,11
W65: Edith GRAFF (Bel) 8,85
W70: Anne MARTIN (Gbr) 6,95
W75: Kaleriya GOMBERADZE (Rus) 6,41
W80: Senni SOPANEN (Fin) 5,05 m.p.euro.

fonte: EVACS-Atleticanet
fonte foto: W. Corbelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *