APPUNTAMENTO AZZURRO – 17/08

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

In attesa del secondo pomeriggio di gare, dopo il quinto posto di Brugnetti questa mattina e i due record italiani caduti in queste due prime giornate di gare (ad opera di Elena Romagnolo nelle siepi e di Libania Grenot, 50”87 nei 400m); abbiamo visto le buone prove della Cusma (in semifinale oggi negli 800) e Obrist (allo stagionale nei 1500m) e la sicurezza della Pistone nei 100 (11”43 in prima corsia); dopo le controprestazioni di Cerutti e Collio nei 100m, il crollo nei lanci (unica a salvarsi per il momento è la Rosa, si attendono Bani e Claretti) e la debacle di Magdelin Martinez, con la curiosità di vedere, oltre a tutte le parole, cosa sarà in grado di fare il fenomeno Howe, anticipiamo il programma di domani, terza giornata di gare:

7,30 Maratona D (finale): Bruna Genovese, Anna Incerti, Vincenza Sicari; queste le 3 ragazze che hanno staccato il biglietto per Pechino: la meglio accreditata nel 2008 è la lodigiana di stanza a Roma Sicari, capace di correre ad aprile in 2:29’50 a Torino. Dietro di lei, una settimana dopo la Genovese aveva corso 2:30’52”; la siciliana Incerti, quest’anno è al debutto sulla distanza; per lei è valso il 17esimo posto mondiale ottenuto lo scorso anno a Osaka con un risultato di poco superiore alle 2:36 (mentre vanta un personale di 2:32’53” ottenuto agli Europei di Goteborg nel 2006). Incerti e Sicari sono al debutto olimpico (Sicari al debutto assoluto in un grande campionato), mentre la veneta della Forestale, Bruna Genovese, era già stata al via nel 2004 ad Atene (10ma in 2:32’50”, ma la ricordiamo quinta due anni fa agli Europei di Goteborg con il crono di 2:31’15”).

19,00 100H D (batterie): debutto olimpico anche per la 26enne comasca in forza ai Carabinieri, Micol Cattaneo; per lei quest'anno è arrivato il primo -13″ in Coppa Europa (Annecy, 12″98) e con questo risultato è stata premiata con la partecipazione a Pechino. In costante progresso nelle ultime 4 stagioni, sembrerebbero essere maturi i tempi per l'assalto al record italiano di Carla Tuzzi (il 12″97 risalente al 12 Giugno 1994, Valencia). La vedremo nella terza corsia della prima delle 5 batterie; con lei la spagnola Onya e la svedese Susanna Kallur.
Passano il turno le prime 2 di ogni batteria più i migliori 6 tempi.
19,10 Lancio del Martello U (finale)
19,45 100m D (semifinali)

20,10 400H D (batterie)
20,20 Salto in Alto U (qualificazioni): Andrea Bettinelli, Alessandro Talotti, Filippo Campioli
, questi i 3 moschettieri nel salto in alto; mentre Bettinelli e Talotti fanno parte della “vecchia schiera” insieme ai gemelli Ciotti (in passato alle grandi manifestazioni erano sempre loro a giocarsi i 3 posti disponibili), il 26enne modenese dell’Esercito, Filippo Campioli è arrivato quest’anno alla ribalta saltando 2,30 indoor e poi riconfermandosi anche all’aperto (2,30m a Formia il 21 Giugno scorso). Nonostante la brillante carriera in campo internazionale anche a Bettinelli mancava l’Olimpiade: quindi sia lui (che era già stato in pedana ai mondiali di Helsinki 2005 e Osaka 2007 ed era stato 11 nella finale europea di Goteborg nel 2006) che Campioli sono all’esordio olimpico; esordio che il friulano Talotti aveva già vissuto 4 anni fa ad Atene, nel 2004 ultima sua stagione di buoni risultati dopo l'ultimo triennio tribolato e minato da infortuni; lì, lui che era già stato quarto agli europei di Monaco 2002, aveva colto un dignitoso 12esimo posto.
21,00 400m D (semifinali): dopo il record italiano ottenuto con 50″87 vincendo la sua batteria di questa mattina, Libania Grenot andrà a caccia di una finale che, dalle sue stesse parole, ritiene alla sua portata. Correrà nella quinta corsia della terza semifinale, insieme alla jamaicana Whyte e alla Montsho (Botswana). Passano il turno le prime 2 di ogni semifinale più i due migliori tempi.
21,30 3000siepi D (finale): ci sarà anche Elena Romagnolo, dopo il record italiano ottenuto ieri con 9’27”48, tempo che inizia ad essere di assoluto valore internazionale; per lei potrebbe concretizzarsi un posto nelle prime 12.
21,35 Salto Triplo D (finale)
21,55 1500m U (semifinali): Christian Obrist
, dopo il record stagionale siglato in batteria con 3’35”91 (6/10 superiore rispetto al PB assoluto), sarà impegnato nella prima delle 2 semifinali insieme al keniano Kipruto Kiprop, il marocchino Iguider Abdaalati e allo spagnolo Higuero.
Passano il turno i primi 5 di ogni semifinale più i due migliori tempi.
22,30 100m D (finale)
22,45 10000m U (finale)

Ricordiamo che l’orario indicato è quello cinese; per calcolare il fuso in Italia è necessario togliere 6 ore.

fonte: Giulia Scatena
fonte foto: preview.dada.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *