APPUNTAMENTO AZZURRO – 18/08

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Dopo le delusioni per i nostri colori patite nella giornata di ieri, con Howe irriconoscibile nel lungo, con Chiara Rosa appagata per l’accesso in finale del peso non è rientrata nelle prime otto (con 18,22m solo 13esima, a più di mezzo metro dal lancio della mattina), con la Pistone poco combattiva nei quarti dei 100m (sigla 11”56, lontana dal personale di 11”27, ma per lei comunque esperienza positiva a coronamento di una stagione da incorniciare) e con la Cusma che scende ancora sotto i 2’ (e questo resta comunque un ottimo risultato) ma che probabilmente le lascia un po’ l’amaro in bocca, visto che aveva più volte accarezzato il sogno della finale e visto che comunque, data al top della forma, ci si attendeva il record personale; siamo così arrivati alla presentazione della quarta giornata di gare: quarta giornata, quattro italiani in campo; questo il programma delle gare di domani:

9,00 400m U (batterie): saranno 7 le batterie del primo turno dei 400m uomini; Claudio Licciardello potremo vederlo nella quinta (ottava corsia) quando andrà all’attacco di un importante accesso ai quarti. Per il 22enne catanese allenato da Filippo Di Mulo questo di Pechino rappresenta l’esordio olimpico, meritato grazie ad una serie di risultati intorno ai 45”50, inanellati nel corso della prima parte di stagione (PB 45”52 ottenuto a Warsavia il 15/06). Con lui in batteria ci sarà l’americano LaShawn Merritt, ex campione mondiale juniores 2004 ( a Grosseto, dove fu settimo in semifinale proprio Licciardello, essendo entrambi classe 1986) e medaglia d’argento lo scorso anno ad Osaka (con il personale di 43”96).
Passano il turno i primi 3 di ogni batteria più i 3 migliori tempi.
9,10 Lancio del Martello D (qualificazioni): le entry list danno iscritte la campionessa italiana Clarissa Claretti, la genovese Silvia Salis e finanziera bolognese Ester Balassini; ma proprio quest’ultima, a meno di cambi di rotta dell’ultima ora, non dovrebbe essere presente a Pechino: infatti dopo una stagiona alla ricerca della migliore forma e del risultato richiesto, la Balassini non è stata portata a Pechino (con estrema delusione dell’atleta, che sembra fosse stata o comunque si fosse un po’ illusa sulla questione, tanto da meditare il ritiro a fine stagione). In pedana in vece ci saranno la fermana dell’Aeronautica Claretti (fresca del personale ottenuto ai Campionati Italiani di Cagliari (72,46m) e la forestale Silvia Salis, quest’anno per la prima volta sopra i 70m con il lancio a 70,42 ottenuto a Savona ai primi di luglio; per la Salis si tratta dell’esordio olimpico, mentre la Claretti era già stata della partita 4 anni fa ad Atene (15esima in qualificazione) e dopo le due finali mondiali (Helsinki 2005 ed Osaka 2007) si spera siano maturi per lei i tempi di una finale olimpica.
10,00 Salto triplo U (qualificazioni): nel gruppo B ci sarà anche il finanziere Fabrizio Donato a cercare una misura oltre i 17,10m richiesti (o un posto nei primi 12 classificati); come dichiarato da lui stesso, il 32enne laziale (sposato con Patrizia Spuri, ex-azzurra dei 400m e 800m), alla terza partecipazione olimpica (14esimo in qual. a Sidney 2000, 10mo sempre in qual. A Atene 2004), vuole centrare la finale. Quest’anno la sua miglior misure (a fronte di un PB di 17,60m) è il 17,29m ottenuto il 5 luglio a Madrid.
10,05 200m U (batterie)
10,40 Lancio del Martello D (qualificazioni)
11,10 110H U (batterie)

19,00 Lancio del Disco D (finale)
19,20 Salto con l’Asta D (finale)
19,40 100H D (semifinali):
ev. Cattaneo
20,05 200m U (quarti)
20,10 Salto in lungo U (finale)
20,45 400H D (semifinali)
21,10 3000siepi U (finale)
21,35 800m D (finale)
22,00 400H U (finale)

fonte: Giulia Scatena
fonte foto: preview.dada.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *