BEIJING 2008 – 6`GIORNATA – BOLT ANCORA ORO E ANCORA RECORD!!!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Nella giornata odierna tutta l`attenzione era per la finale dei 200 metri maschili, dove il giamaicano Bolt (fresco trionfatore dei 100 metri con tanto di record mondiale) prometteva senza dubbio spettacolo. Ma si è andati ancora oltre le già entusiasmanti aspettative. Bolt è il secondo di sempre (dopo il connazionale Don Quarrie) a detenere simultaneamente il record mondiale dei 100 e dei 200. Infatti il 19.30 (con addirittura vento di -0.9 ms) con cui ha vinto la gara è primato mondiale e cancella il nome di più veloce della storia nei 200 di Michael Johnson.

In poche parole Usain Bolt è entrato nella storia dell`atletica e dei giochi olimpici anche perchè, oltre ai dati statistici precedentemente elencati, c`è da aggiungere quello relativo al distacco più elevato inflitto al secondo classificato nella storia dei 200 metri ai giochi, Shawn Crawford (campione olimpico in carica) infatti è giunto a 0,66 secondi dal giamaicano.Bronzo per l`altro americano Walter Dix in 19.98.

Questa finale ha regalato oltre alla indimenticabile prestazione del giamaicano, anche altri due colpi di scena di altro genere. Dopo l`arrivo sono stati squalificati il secondo classificato Churandy Martina (Antille Olandesi) che aveva corso in un fantastico 19.82 che sarebbe stato record nazionale e anche l`americano Wallace Spearmon che era giunto terzo in 19.85. Podio rivoluzionato ma l'oro non si discute!

Nelle altre due finali in programma oggi c`è da riportare un gran bel lancio della martellista bielorussa Aksana Miankova che stabilisce il nuovo primato olimpico con 76.34 m, e precede sul podio la cubana Yipsi Moreno con 75.20 m e la cinese Wenxiu Zhang con 74.32m.
Buona prova dell`azzurra Clarissa Claretti che in una finale olimpica di alto livello lancia l`attrezzo a 71.33m e si piazza al settimo posto.

Nel giro di pista con ostacoli donne che si è dimostrata una gran bella gara, si impone con record olimpico in 52.64 la giamaicana Melanie Walker che domina staccando di oltre un secondo l`americana Sheena Tosta in 53.70, ribadendo ancora l`attuale supremazia del paese caraibico nei confronti degli USA. Terza la britannica Tasha Danvers con il nuovo personale di 53.84.

Nelle qualificazioni dell`asta si sono verificate esclusioni illustri,come quella dell`americano Brad Walker con tre nulli in entrata, del francese Romain Mesnil e del tedesco Tim Lobinger con 5.55 m. Tutti gli altri protagonisti si qualificano con 5.65 m. Tra questi troviamo con molta soddisfazione il nostro Giuseppe Gibilisco che con lo stagionale a 5.65 m entra nel gruppo dei finalisti.

Semifinali senza grossi colpi di scena nei 110 hs (le sorprese al negativo si sono avute al primo turno) dove il cubano Robles vince in un buon 13.12 (-0.4) e vola in finale dove i suoi più grandi avversari saranno Payne (13.21), Doucourè(13.22) e Oliver 13.31.

Le semifinali dei 200 donne ripropongono ancora una volta la super sfida USA – Giamaica, e i numeri parlano chiaro : sei finaliste su otto sono di queste due nazioni (tre per parte). Miglior tempo per la favorita Campbell (22.19), poi Stewart e Lee (22.29), Felix (22.33),Hooker e Simpson (22.50). Le altre due finaliste extra Usa-Jamaica sono la veterana Ferguson delle Bahamas (22.51) e Mothersill delle Cayman (22.61).

Corse anche le 8 batterie del primo turno 800 uomini senza particolari colpi di scena, rivedremo i qualificati nelle tre semifinali che contano domani 21 agosto.

Per i 5000 uomini due batterie per decretare i dodici finalisti. Sarà una finale quasi interamente africana. A rappresentare il resto del mondo (si fa per dire) lo spagnolo Jesus Espana e l'americano Matthew Tegenkam vincitore della prima batteria. Finale fissata per sabato 23, penultima giornata dei Giochi.

fonte: Redazione
fonte foto: smh.com.au – Vince Caligiuri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *