CERTAME ATLETICO “DISFIDA DI BARLETTA” – 4 SETTEMBRE 2008

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Testo introduttivo provvisorio relativo alla migrazione del sito Atleticanet verso il nuovo server. Riempimento ad hoc per risoluzione a video a 1024

Niente pioggia come nelle precedenti edizioni, per fortuna, ma ugualmente un fastidioso vento contrario al rettilineo principale e alla pedana, che certamente ha minato le prestazioni di molti atleti in gara sulla pista dello stadio comunale Puttilli di Barletta.

Vittoria nella finale internazionale dei 100 metri uomini per l'azzurro Simone Collio in 10″43 (-0,9); secondo posto con 10″52 per Stephane Buckland, mentre con 10″55 il terzo posto va a Ainsley Waugh. Nella finale nazionale invece, primo in 10″85 Aliu Deji (-1,5), davanti al barese Arcangelo Morizio che chiude in 11″23.

Ibrahim Maiga si prende la rivincita sull'atleta di casa, l'aviere Nicola Cascella, nei 400hs. L'atleta malese è arrivato per primo al traguardo in 50″77, 8 centesimi meglio del barlettano. Nella stessa gara, terzo Leonardo Capotosti in 52″10 e quarto il giovane talento pugliese Eusebio Haliti in 52″31.

Negli 800 maschili, taglia per primo il traguardo Justus Koech in 1'49″51, lasciando la seconda piazza a Geoffrey Kibet (1'49″69) e la terza a Japhet Kimutai Lelei (1'52″32).
Nei 3000 invece, il primo posto è di Julius Too Kipkurgat, che chiude in 8'03″01, davanti a Tiziano De Marco, secondo in 8'17″37, e Edward Kiptanui Too, terzo col tempo di 8'17″85.

Delude le aspettative sulla pedana del triplo il gigante brasiliano Jadel Gregorio che, probabilmente a causa del vento contrario e della notevole quantità di gare disputate nel giro di pochi giorni (era in pedana anche a Gateshead e a Losanna), non va oltre i 16,55, a vantaggio del nostro Fabrizio Donato, che si aggiudica la gara per il secondo anno consecutivo con la misura di 16,82. Terzo il salentino Daniele Greco con 16,09 e quarto Zhviko Petkov con 15,29.

Nella finale dei 100 metri femminili, prima la britannica, tesserata per il CUS Cagliari, Emma Ania in 11″56; seconda la siciliana Anita Pistone in 11″79 e terza Maria Aurora Salvagno in 11″92.

Infine, nei 1500 metri donne, si piazza in cima alla classifica Angeline Nyiransabimana per il Rwanda, col tempo di 4'24″14. Alle sue spalle, un'altra barlettana, Veronica Inglese, in 4'34″40, e Sabrina Montagnese in 4'56″10.

fonte: Redazione
fonte foto: Michele Mennuni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *